Attualità
Fermo si riappropria del suo gioiello: giovedì 2 agosto si riaprono le porte della Sala del Mappamondo

C'è una data. Giovedì 2 agosto, in concomitanza con il Mercatino in Piazza del Popolo, la riapertura della Sala del Mappamondo a Fermo dopo la chiusura che l'aveva interessata in seguito agli eventi sismici di ottobre 2016.

Fermo si riappropria del suo gioiello: giovedì 2 agosto si riaprono le porte della Sala del Mappamondo

La maestosa sala conserva il fondo più antico della Biblioteca cittadina, composto da circa 16.000 volumi, prevalentemente del XVI secolo, provenienti in gran parte dalle donazioni Romolo Spezioli, medico fermano di fiducia della Regina Cristina di Svezia, oltre al Mappamondo di circa due metri di diametro realizzato nel 1713 dal cartografo Silvestro Amanzio Moroncelli.

A metà novembre era avvenuto lo spostamento temporaneo di tutti i manoscritti dalla Sala del Mappamondo alla Pinacoteca, un momento che il primo cittadino Paolo Calcinaro aveva definito "un'operazione a cuore aperto. Un'impresa del genere non è mai stata realizzata nella storia della città e questa è senz'altro una bella responsabilità, anche perché stiamo lavorando su un centro nevralgico di Fermo”.

Il trasferimento era stato necessario per procedere al secondo stralcio di lavori di ristrutturazione di Palazzo dei Priori, quelli che prevedevano il ripristino della Sala del Mappamondo e della Sala dei Ritratti (per una spesa di circa 500.000 €, ndr). "L'intervento più complesso è quello sulla Sala del Mappamondo, dove si è verificato un abbassamento del solaio", aveva spiegato nel dettaglio il dirigente ai Lavori Pubblici Alessandro Paccapelo.

In parallelo ai lavori di ristrutturazione della Sala del Mappamondo, tutto lo staff della Biblioteca, coadiuvato dalle ragazze del Servizio Civile, ha portato avanti in questo periodo una serie di riscontri sui circa 16.000 libri conservati, verificandone lo stato di conservazione e controllando che fossero effettivamente in ordine.

Il 2 luglio sono iniziati i lavori di riposizionamento dei volumi che erano stati trasferiti, come aveva spiegato l'Assessore alla Cultura Francesco Trasatti intervistato in merito al Museo di Torre di Palme.

"Maggiori dettagli li forniremo tra qualche giorno - le parole del Sindaco Calcinaro. - Abbiamo portato avanti, come precedentemente annunciato, i lavori al primo e al secondo piano e quelli del solaio, la parte interessata in modo maggiore dai danni. L'entrata sarà dalla parte della Bibliotece e giovedì 2 agosto, in concomitanza con il Mercatino, ci sarà la riapertura. Avremmo potuto riaprirla anche qualche giorno prima, ma poi i lavori di rifinitura e di riverniciatura, che conferiscono maggiore decoro alla Sala, hanno richiesto più tempo."

Ora rimangono la Sala dei Ritratti e il Centro Congressi San Martino. "Per la prima la riapertura si avrà più avanti e ci stiamo lavorando, mentre per San Martino siamo rimessi al Commissario per la Ricostruzione" ha concluso il primo cittadino.

 

Letture:1717
Data pubblicazione : 23/07/2018 17:40
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications