Attualità
Tra le 20 startup marchigiane selezionate per partecipare a SMAU anche due realtà Fermane: Apio e Generma

Si è tenuta oggi, alla presenza dell’Assessora alle Attività Produttive e Politiche Comunitarie della Regione Marche, Manuela Bora e del Segretario Generale della Camera di Commercio di Ancona, Michele De Vita la giornata di formazione organizzata da SMAU, grazie al sostegno di Regione Marche e alla Camera di Commercio di Ancona, dedicata alle 20 startup selezionate per partecipare alla prossima edizione di SMAU Milano in programma il 23, 24 e 25 ottobre a Fieramilanocity.

Tra le 20 startup marchigiane selezionate per partecipare a SMAU anche due realtà Fermane: Apio e Generma

Ad aprire il pomeriggio di lavori l’intervento dell’Assessora Manuela Bora: “La Regione è orgogliosa di presentare a Milano un numero così significativo di startup ad elevata intensità di applicazione di conoscenza, che si contraddistinguono per progetti di grande innovazione e con una forte potenzialità di impatto economico per la nostra Regione. Tra le imprese selezionate è possibile individuare le cosiddette «gazzelle» dell’economia marchigiana, vale a dire realtà di piccole dimensioni che mostrano un altissimo tasso di sviluppo, in grado di imprimere ulteriore slancio all’economia e alla crescita dell’occupazione dei settori più tradizionali del nostro tessuto produttivo. Va segnalata, inoltre, la presenza diffusa di aziende che hanno già presentato progetti su bandi regionali del POR MARCHE FESR 2014-2020, con particolare riferimento sia al bando dedicato alle startup innovative, che al bando rivolto a favorire l’industrializzazione dei risultati della ricerca, che riteniamo possano rappresentare strumenti importanti messi in campo dalla strategia regionale negli anni più recenti. Tali strumenti, per una dotazione complessiva di oltre 20 Meuro, sono volti a sostenere, non tanto e non solo la fase di creazione delle nuove imprese innovative, ma anche e soprattutto quelle successive della collocazione del prodotto sul mercato. L’obiettivo della Regione è infatti quello di aiutare le nuove imprese ad alto potenziale di sviluppo lungo tutta la catena del valore, riducendo così il divario tra conoscenza e mercato. Tutto questo avrà un impatto positivo sulla crescita del territorio marchigiano, attraverso un processo di contaminazione favorito dall’innovazione”.

 

Alle parole dell’Assessora Bora sono seguite quelle di Michele De Vita, il quale ha affermato che “Come Camera di Commercio tocchiamo con mano ogni giorno la necessità soprattutto per le PMI di sviluppare la propria cultura digitale per competere e  lavoriamo per accrescere la consapevolezza delle imprese sulle soluzioni possibili offerte dal digitale e dalle tecnologie 4.0 (sui loro benefici ma anche sui rischi connessi al loro mancato utilizzo) e per apportare un sostegno economico alle iniziative di digitalizzazione. Lo facciamo in quanto Punto Impresa Digitale fornendo consulenza specialistica alle imprese, tramite laboratori formativi gratuiti come quelli odierni, azioni di matching b2b e collaborando a iniziative preziose come quella di SMAU. Le storie di impresa dietro ognuna delle esperienze che porteremo a Milano meritano attenzione e direi emulazione: come sempre gli imprenditori sono i migliori testimonial di modelli di sviluppo di successo.

 

Successivamente la parola è passata a Pierantonio Macola, Presidente di Smau il quale ha anticipato che “a Smau le startup marchigiane avranno la possibilità di incontrare operatori internazionali e aziende provenienti da oltre 30 Paesi interessate ad entrare in contatto con l’innovazione Made in Italy proveniente dai nostri territori. Il compito di Smau sarà quello di mettere in contatto queste realtà internazionali con le nostre startup e favorire, quindi, lo sviluppo di collaborazioni e partnership in ottica Open Innovation. E’ importante che le startup siano preparate a presentarsi al meglio a queste realtà utilizzando tutti gli strumenti che la piattaforma SMAU mette a loro disposizione”.

 

Sono 20 le startup marchigiane che a Smau, nell’ambito di incontri one to one con investitori e corporate internazionali, all’interno del programma di speed pitching e negli Startup Safari, presenteranno i propri prodotti e servizi ai 30.000 visitatori attesi. Tra queste due startup Fermane: Apio (Fermo) realtà che crea soluzioni hardware e software capaci di scalare e interoperare nei più svariati ambiti di applicazione dell’IoT, mescolando competenze specifiche come Cloud Computing, Web Development, System Integration, Embedded Development e Hardware Design e Generma (Falerone) realtà che progetta e sviluppa sistemi ad alta innovazione per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, in particolar modo convertitori di energia dalla forza delle onde del mare e degli oceani.

Letture:1180
Data pubblicazione : 27/09/2018 15:18
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications