Attualità
Amandola capofila per il progetto banda ultra larga nei Sibillini: c'è il via libera della Regione

La banda larga permetterà di avere nuove opportunità di crescita in molti settori, una maggiore creazione di nuovi legami lavorativi fra numerose zone ed un sempre migliore sistema di interconnessione tra i cittadini. Oggigiorno si comunica e si svolgono molti impieghi in rete. Nel territorio fermano questo grande progetto diviene finalmente realtà.

Amandola capofila per il progetto banda ultra larga nei Sibillini: c'è il via libera della Regione

Dopo la conferenza dei servizi, svolta nella sala Consiliare del Comune di Amandola, ad annunciarlo è stato l’Assessore regionale all’Informatica e reti ICT, Fabrizio Cesetti, il quale ha espresso parere positivo per la costruzione di una rete a Banda Ultra Larga, con struttura in fibra ottica.


È la Città di Amandola ad essere stata chiamata dalla Regione Marche a coordinare le redini del progetto come Comune capofila; gli altri Comuni che hanno aderito sono: Ortezzano, Monte Rinaldo e Montefalcone Appennino. L’investimento previsto è di circa 2 milioni di euro e con questo progetto verranno raggiunte circa 3.800 unità immobiliari e 40 sedi pubbliche, ovvero scuole, Comuni, Ospedale, strutture sanitarie ecc.
In futuro si interverrà successivamente anche in molti altri Comuni del fermano, visto che il Progetto è inserito nel “Piano Telematico Regionale per la Banda Ultra Larga”, che coinvolge altri 236 Comuni della Regione Marche.


Con la Banda Ultra Larga sarà possibile inviare dati in rete in modo molto rapido, con picchi di velocità fino a 100 megabyte. In dettaglio, nel Comune di Amandola, si potrà usufruire del servizio in tempi davvero brevi: infatti sono stati previsti per la realizzazione circa 6 mesi di lavori.

 

Dai tecnici autorizzati sono già state effettuate le prove di pervietà, ovvero si è studiato in quale parte del territorio comunale si potranno “interrare” i cavi di fibra. La Banda Ultra Larga coprirà l’intero centro urbano, le aree industriali e le zone con una maggiore densità demografica. La Società committente del progetto è la “Invitalia” del gruppo Infratel Italia Spa; la ditta appaltatrice è la Open Fiber mentre la progettazione è stata affidata alla Italtel. Un’infrastruttura essenziale e necessaria per lo sviluppo e la crescita della Città e dell’intero territorio marchigiano.


Un’infrastruttura decisiva che garantisce, anche, l’interconnessione alle aziende che lavorano in tutto il mondo. Il primo cittadino del Comune di Amandola, Adolfo Marinangeli, insieme all’Amministrazione Comunale, ha espresso grande soddisfazione per il raggiungimento di questo notevole traguardo ed un particolare ringraziamento alla Giunta Regionale, al Presidente Ceriscioli ed all'assessore Cesetti.
Amandola sarà uno dei primi comuni del Fermano ad usufruire di un servizio così all’avanguardia, che favorirà la creazione di nuove imprese, con l'opportunità di nuovi posti di lavoro e con la possibilità di sviluppare l’Industria del futuro modello 4.0. Il tutto finalizzato sempre a rendere migliore la qualità della vita di ogni cittadino ed a creare quante più opportunità possibili per la nuova crescita di questo territorio.

Letture:1275
Data pubblicazione : 02/10/2018 10:45
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications