Attualità
Sostegno agli investimenti produttivi per il rilancio delle zone terremotate. Bora: "C'è voglia di ripresa, la Regione a fianco degli imprenditori"

"C'è voglia di ripresa e la Regione è a fianco degli imprenditori che puntano al rilancio delle zone terremotate. Il bando ha saputo intercettare i reali fabbisogni del territorio". È quanto afferma l'assessora alle Attività produttive, Manuela Bora, dopo che le domande del bando Por Fesr, destinato alla ripresa degli investimenti produttivi nelle aree colpite dal sisma, hanno coperto tutte le risorse disponibili in poco tempo.

Sostegno agli investimenti produttivi per il rilancio delle zone terremotate. Bora:

Aperto il 1° ottobre, la dotazione finanziaria di 10 milioni di euro si è esaurita nel giro di cinque giorni. Sono pervenute 235 domande di investimento per oltre 172 milioni di euro che richiedono contributi pubblici per più di 56 milioni di euro. I programmi presentati stimano un aumento dell'occupazione pari a 790 unità lavorative: 638 a tempo indeterminato, 152 determinato. "Questo è un risultato molto significativo per un territorio che vuole rinascere e le nuove opportunità di lavoro contribuiranno al rilancio delle comunità locali", è il commento dell'assessora Bora.

Il bando era rivolto alle micro, piccole e medie imprese, per promuovere l'insediamento di nuove attività produttive e i processi di ristrutturazione aziendale, diversificazione e internazionalizzazione. L'obiettivo è riqualificare il tessuto produttivo incentivando gli investimenti innovativi per ridurre i consumi energetici e favorire la sostenibilità ambientale. I settori interessati sono quelli della strategia di specializzazione intelligente della Regione Marche, con investimenti che devono garantire significative ricadute in termini di occupazione e una nuova competitività delle zone terremotate.

"Ora inizia la fase valutativa delle domande pervenute, allo scopo di assegnare le risorse secondo le priorità stabilite - afferma Bora - Le richieste sono tante e c'è una grande aspettativa da parte del mondo imprenditoriale. Una volta stabilita la graduatoria e valutate le risorse effettivamente necessarie per agevolare gli investimenti, cercheremo di reperire ulteriori risorse attingendo dalle disponibilità dei fondi europei per le zone terremotate".

 

 

Riscontri positivi anche per l'interesse volto al progetto "Camper in viaggio". "A metà percorso, è positivo e incoraggiante un primo bilancio dei risultati conseguiti con il viaggio del camper all'interno dei territori colpiti dal sisma. C'è interesse e curiosità sulle opportunità offerte dall'Europa per la rinascita delle zone terremotate". Lo afferma l'assessora alle Politiche comunitarie, Manuela Bora, dopo una decina di tappe, toccate dall'automezzo allestito dalla Regione, per spiegare come sia possibile utilizzare i 400 milioni di euro aggiuntivi europei stanziati per la ricostruzione. "È un viaggio con l'Europa delle opportunità, quella che assegna risorse per lo sviluppo dell'area del sisma, puntando sulla ripresa economica, sulla sicurezza del territorio, sulle infrastrutture pubbliche e sull'agricoltura", chiarisce Bora. Interlocutori privilegiati sono le imprese, le categorie produttive, gli amministratori. Ma anche semplici cittadini che possono ottenere informazioni sui temi occupazionali e le stesse scuole, interessate a conoscere un'istituzione che è sinonimo di opportunità e vantaggi. Gli operatori che seguono il tour segnalano, in particolare, una consistenza di richieste informative sugli aiuti ai progetti d'impresa e agli insediamenti dei giovani agricoltori, sul programma Erasmus. Sono, inoltre, centinaia le iscrizioni alla newsletter che descrive le occasioni esistenti. L'info point itinerante distribuisce materiale e presenta gli investimenti lungo un percorso che coinvolge 27 località del cratere. Ogni tappa è rivolta a un comprensorio di riferimento rispetto alla località scelta. Le nuove opportunità garantite con i fondi Por del Fesr (sviluppo regionale) e Psr (agricoltura) riguardano lo sviluppo rurale, il sostegno alle imprese, il turismo e la cultura, la salvaguardia del territorio, scuole e strutture ospedaliere, la mobilità sostenibile, l'efficienza energetica. I primi tre bandi Por Fesr, già emanati, promuovono gli investimenti produttivi, le imprese sociali, le filiere del made in Italy. Il tour si concluderà mercoledì 24 ottobre ad Ancona.

 

WhatsApp_Image_2018-09-29_at_10.38.32

Letture:392
Data pubblicazione : 08/10/2018 15:49
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications