Attualità
Porto Sant'Elpidio. Erosione costiera, via libera per il posizionamento dei sacchi. E sulle scogliere radenti Franchellucci precisa: "Non chiederemo mai nemmeno un euro ai privati"

La giunta regionale ha approvato il mese scorso il piano di gestione integrata delle aree costiere, lo strumento di programmazione tecnica che disciplina gli interventi di difesa della costa. Un piano nel quale sono previsti 28 km di nuove scogliere e 37 interventi strutturali per un totale di 288 milioni di euro in 10 anni.

Porto Sant'Elpidio. Erosione costiera, via libera per il posizionamento dei sacchi. E sulle scogliere radenti Franchellucci precisa:

Tra le operazioni in programma anche l'apposizione di scogliere emerse su tutto il lungomare di Porto Sant'Elpidio, una misura che dovrebbe finalmente risolvere in maniera definitiva il problema dell'erosione che tante difficoltà ha causato negli ultimi anni agli operatori balneari della città.

Nel frattempo, però, con l'autunno che avanza e l'inverno che si avvicina sempre di più, la giunta Franchellucci si sta muovendo per mettere in campo quelle misure che possano permettere quanto meno di limitare i danni.

E' stato lo stesso primo cittadino a comunicare ufficialmente l'arrivo dagli uffici tecnici della Regione Marche di un decreto che contiene una serie di autorizzazioni e che consente alla sua amministrazione di procedere con il posizionamento dei sacchi: “Già da questa mattina l'ufficio tecnico è al lavoro per affidare queste attività alle ditte specializzate – spiega Franchellucci – in quelle aree che ne hanno realmente bisogno, soprattutto quelle sprovviste di scogliere radenti: il via è previsto tra la fine della prossima settimana e l'inizio di quella successiva”.

 

Nettissima poi la presa di posizione del sindaco sulle raccomandazioni arrivate dagli stessi tecnici in merito alle forme di finanzamento della scogliere radenti posizionate quest'anno: “Questa amministrazione non chiederà mai e poi mai soldi o fideiussioni ai privati concessionari degli stabilimenti, che hanno già avuto abbastanza danni in questi anni e vivono tuttora situazioni precarie – chiarisce in maniera categorica Franchellucci -. Le scogliere radenti hanno rappesentato infatti solo un piccolo ristoro per tutto ciò che hanno subito. Sento di poter aggiungere che questa sia anche la precisa volontà dell'amministrazione regionale, che ha inserito nella variazione di bilancio il finanziamento del posizionamento delle scogliere radenti e nei numerosi incontri ed assemblee pubbliche non ha mai parlato di cofinanziamento o fideiussioni dei privati”.

Ciò non toglie, precisa il sindaco, che le scogliere radenti attualmente siano comunque fondamentali, in particolar modo per mantenere il decoro di una parte fondamentale del comparto turistico della città, cioè il lungomare Faleriense: fondamentali ma naturalmente provvisorie, specifica Franchellucci, in attesa che il posizionamento delle scogliere emerse permetta di eliminarle lasciando quindi libero lo spazio davanti alle concessioni.

 

Infine da Franchelluci arriva anche una precisazione sulle operazioni di ripascimento, che partiranno nella prossima primavera per far sì che i loro effetti possano poi prolungarsi nei mesi successivi: “La ditta che si è aggiudicata i lavori non ha manifestato problemi quando le abbiamo prospettato l'ipotesi di far slittare il loro inizio – chiarisce il primo cittadino – Quindi il via verrà dato tra marzo e aprile, con tempi molto più adeguati rispetto allo scorso anno quando le operazioni furono effettuate addirittura a luglio”.

 

Letture:1004
Data pubblicazione : 26/10/2018 12:53
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications