Attualità
Fermo. Un detenuto per la cura gratuita del verde pubblico vicino al carcere, si rinnova l'iniziativa nell'ambito della convenzione tra Comune e Penitenziario

Un progetto che si rinnova e che vede ancora una volta come obiettivo quello di dare la possibilità ai detenuti della casa di reclusione di Fermo di svolgere lavori di pubblica utilità all’esterno della struttura.

Fermo. Un detenuto per la cura gratuita del verde pubblico vicino al carcere, si rinnova l'iniziativa nell'ambito della convenzione tra Comune e Penitenziario

Sulla base di una convenzione sottoscritta fra Comune, Casa di Reclusione e Fermo Asite da oggi un detenuto ha iniziato ad occuparsi a titolo gratuito, per quattro ore al giorno, dalle 7 alle 11, della cura delle strade e del verde pubblico nelle vicinanze del carcere del capoluogo.

La convenzione fra Comune e Casa di Reclusione è stata rinnovata nei giorni scorsi e ha già visto in precedenza altri detenuti svolgere lavori di pubblica utilità.

Il contenuto della convenzione (la prima era stata sottoscritta nel 2015, cui nel frattempo ne sono seguite altre) fra Amministrazione Comunale e Casa di Reclusione concretizza quanto contemplato da un protocollo d’intesa nazionale del 2012 fra il Ministero della Giustizia e l’Anci e prevede che l’Amministrazione Comunale di Fermo metta a disposizione dei detenuti della struttura penitenziaria opportunità per lo svolgimento di lavori all’esterno di pubblica utilità ((art. 21 dell’ordinamento penitenziario).

I detenuti vengono scelti per i loro comportamenti e la loro condotta e i nominativi vengono individuati e proposti al magistrato di sorveglianza che ne autorizza e approva il coinvolgimento in questo progetto.



Ad incontrare il detenuto questa mattina il Sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, la Direttrice della Casa di Reclusione Eleonora Consoli, l’Assessore alle Politiche Sociali Mirco Giampieri, l’assessore all’ambiente Alessandro Ciarrocchi, il responsabile dell’area trattamentale Nicola Arbusti, il Comandante della Polizia Penitenziaria, Commissario Capo Loredana Napoli, e Alice Andrenacci, vice Presidente della Fermo Asite.

"Una progettazione che continua e che si rafforza – ha detto il Sindaco Calcinaro - per questo un grande ringraziamento va all'Asite e alla Casa di Reclusione. Credo che questa sia la possibilità di far sì che ci sia anche una restituzione da parte di alcuni reclusi che già hanno dimostrato una condotta più che eccellente e d’altra parte anche una possibilità che si dà, seppur gratuitamente, di riprendere un contatto con la vita all’esterno dell’istituto. Credo che questo sia l’ennesimo passo nella giusta direzione: già in passato ne erano stati fatti altri con grande soddisfazione dei residenti nei dintorni, che avevano instaurato un rapporto umano molto positivo con gli stessi detenuti”.

“Esprimo soddisfazione per questo protocollo che si rinnova nell’ambito del programma di recupero e reinserimento elaborato dall’istituto penitenziario e auspico di incrementare anche con altre forme e progetti i rapporti di collaborazione con il Comune” – ha concluso la direttrice Consoli.

Letture:2060
Data pubblicazione : 29/10/2018 16:11
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications