Attualità
Prosegue l'iter per il ponte ciclabile tra Porto Sant'Elpidio e Civitanova. Progetto preliminare a carico della Regione, lavori appaltati entro i primi mesi del 2019

Un ponte ciclopedonabile lungo duecento metri sul fiume Chienti, tra i comuni di Civitanova Marche e Porto Sant'Elpidio, per unire le province di Macerata e Fermo, dando continuità alla Ciclovia Adriatica in corso di realizzazione.

Prosegue l'iter per il ponte ciclabile tra Porto Sant'Elpidio e Civitanova. Progetto preliminare a carico della Regione, lavori appaltati entro i primi mesi del 2019

È quanto prevede la Regione Marche, nell'ambito dello sviluppo della Rete ciclabile regionale, cha ha riunito a Palazzo Leopardi amministratori e tecnici comunali interessati, incontrati dagli assessori Fabrizio Cesetti e Angelo Sciapichetti.

Nel chiarire alcuni aspetti tecnici dell’opera, i referenti della Regione hanno ribadito che il progetto preliminare, per l’importo complessivo di 2 milioni di euro a carico di Palazzo Raffaello, dovrà essere predisposto dal competente Servizio regionale, con la previsione di appaltare i lavori nei primi mesi del 2019 e portarli a compimento nell’anno 2020. Lo studio di fattibilità ipotizza una struttura a tre campate, con un tracciato di 650 metri, di cui 200 occupati dal ponte. L'area interessata potrebbe essere quella tra la ferrovia e l'arenile, tra la zona stadio di Civitanova e quella agricola a nord di Porto Sant'Elpidio.

L'opera prevede due raccordi: uno con l’esistente pista ciclabile del fiume Chienti nel territorio di Civitanova e l’altro nel comune di Porto Sant’Elpidio con la pista ciclabile (in fase di progettazione esecutiva), finanziata con i fondi messi a disposizione per il completamento delle ciclovie dell’asse Adriatico.

 

 

Proprio sotto questo aspetto, va ricordato che l'Adriatica è un'infrastruttura nazionale di 1.300 chilometri che parte da Venezia e arriva al Gargano, seguendo il litorale e la fascia costiera. È strategica nella programmazione del Governo centrale per lo sviluppo della mobilità ciclistica, per la promozione del cicloturismo, per migliorare la vivibilità dei centri coinvolti e ridurre l'inquinamento da traffico veicolare.

Le Marche sono capofila delle sei Regioni coinvolte. Il tratto della nostra Regione è lungo 211 chilometri e attraversa 23 Comuni. Il percorso presenta discontinuità che vanno rimosse, come nel caso del ponte sul Chienti. Sono già stati realizzati 74 chilometri e sono da predisporre altri 137, contando su investimenti già programmati per 12,6 milioni di euro. La Rete ciclabile regionale prevede uno sviluppo a pettine, con interconnessioni tra l'Adriatica e tredici ciclovie che seguiranno le principali direttrici fluviali marchigiane.

"Un grande piano di investimenti, mai realizzato nelle Marche, che consentirà di qualificare il territorio, favorire una mobilità intermodale con gomma e ferro, realizzare una serie di servizi per gli appassionati delle biciclette e per gli stessi cittadini che vogliono muoversi sulle due ruote", chiarisce Cesetti.

La programmazione regionale, secondo Sciapichetti, "punta sul cicloturismo come nuova opportunità da cogliere, da incentivare anche per ridurre le emissioni nelle città costiere. È un progetto organico di riqualificazione urbana che consentirà ai centri coinvolti di riprogrammare la mobilità locale. Sono in corso investimenti ciclabili su tutto il territorio regionale, come quello già finanziato con 1,4 milioni per la messa a sistema delle ciclovie dei comuni di Civitanova Marche, Porto Sant'Elpidio e Potenza Picena".

 

 

Letture:1421
Data pubblicazione : 15/11/2018 15:22
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications