Attualità
Semplificazione delle norme urbanistiche ed edilizie. La Giunta Regionale inserirà i provvedimenti nella nuova Legge regionale sulla semplificazione

La Giunta regionale ha condiviso la comunicazione della vicepresidente Anna Casini che ha proposto di introdurre, nella nuova legge regionale sulla semplificazione, procedure più snelle per facilitare l'adozione degli strumenti urbanistici, realizzare interventi edilizi, sostenere l'attività zootecnica nelle aree montane e svantaggiate. L'obiettivo è agevolare l'attività degli uffici tecnici comunali, con evidenti benefici per i cittadini. Tra le novità più rilevanti previste, la possibilità di approvare in variante anche i piani particolareggiati e quelli di lottizzazione privati, oltre all'opportunità, nelle zone interne, di costruire stalle e annessi agricoli pure nel caso di frammentazione degli appezzamenti aziendali. 

Semplificazione delle norme urbanistiche ed edilizie. La Giunta Regionale inserirà i provvedimenti nella nuova Legge regionale sulla semplificazione

"Si tratta di correttivi migliorativi che semplificheranno l'attività urbanistica ed edilizia, ridurranno i tempi di approvazione, favoriranno gli agricoltori delle zone svantaggiate - commenta Casini - Interveniamo su un impianto legislativo che necessita di aggiustamenti per venire incontro alle esigenze dei Comuni e degli allevatori nell'ambito della pianificazione territoriale che incide sull'attività edilizia e zootecnica".

Le norme interessate sono le leggi regionali 34/1992 (Legge urbanistica), 8/2018 (adozione regolamento edilizio tipo nazionale) e 13/1990 (edilizia territorio agricolo). La 34/1992 viene modificata per semplificare l'approvazione dei Piani particolareggiati, d'iniziativa pubblica, e di lottizzazione, d'iniziativa privata, che potrà avvenire in variante al Prg, prima non possibile, con un'evidente riduzione dei tempi amministrativi necessari. Un'altra semplificazione riguarda la procedura regionale per ottenere il parere di conformità dei Piani territoriali provinciali di coordinamento. Oggi l'iter richiede 240 giorni che si prevede di dimezzare a 120 riconducendo la sua approvazione nell'ambito delle competenze delle Giunta regionale.

Inoltre le opportunità previste dal recepimento del "regolamento edilizio tipo nazionale", per non modificare le dimensioni già stabilite dai Prg vigenti, si applicano anche alle ristrutturazioni e non solo alle nuove costruzioni, senza penalizzazioni sulle potenzialità edificatorie dei lotti interessati dagli interventi di riqualificazione.

Letture:586
Data pubblicazione : 27/11/2018 15:14
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications