Attualità
Jovanotti a Lido nel rispetto del...fratino. Concerto il 3 agosto per il compromesso con la Lipu

L'annuncio del concerto che Jovanotti terrà il 3 agosto del prossimo anno a Lido di Fermo è una delle notizie che hanno catalizzato l'attenzione dell'opinione pubblica locale negli ultimi giorni. In mezzo a tanti commenti entusiasti, però, è emersa la preoccupazione della sezione fermana della Lipu. la Lega Italiana per la Protezione degli Uccelli, in merito all'area scelta per il concerto, che coincide in maniera sostanzialmente totale con quella in cui il Fratino è solido nidificare.

Segnalato il problema, si apprende ora che l'associazione è riuscita, se non a far spostare il concerto in un'altra zona del litorale fermano, quanto meno a posticipare la data in un periodo meno "pericoloso" per il volatile.

Jovanotti a Lido nel rispetto del...fratino. Concerto il 3 agosto per il compromesso con la Lipu

"Una settimana dopo il 6 dicembre, giorno della conferenza stampa di presentazione del #JovaBeachParty, il tour estivo 2019 di Lorenzo Jovanotti, ci sembra utile fare il punto della situazione - si legge nella nota -. Il concerto fermano del tour di Jovanotti avrà luogo nel tratto di spiaggia antistante l’Hotel Royal, verso nord, per circa – come previsto nel tour – trecento metri. Cioè il plan del Jova Beach Village sarà quasi completamente sovrapposto al tratto di spiaggia che ogni anno la Lipu recinta, segnala e protegge, poiché sito ormai consueto di nidificazione del Fratino. Una sovrapposizione quasi precisa".

 

"Non sfugge a nessuno che portare decine di migliaia di persone e migliaia di watt in un’area ecologicamente delicata, in cui vive e si riproduce, e da noi persino sverna, una specie protetta sia

un’operazione impropria e, come minimo, molto pericolosa per la natura dei siti - scrivono gli ambientalisti -. In virtù di questa considerazione essenziale, valida come partenza per ogni discorso, l’amministrazione comunale ha informato la Lipu e avviato un confronto positivo, che ha successivamente coinvolto anche l’agenzia Trident, organizzatrice degli eventi. Di questo, certamente ringraziamo il Sindaco Calcinaro.


"In quella prima fase la Lipu e Legambiente avevano chiesto all’amministrazione e all’organizzazione di spostare l’evento in altre aree del litorale, ottenendo però risposte negative. Il luogo prescelto e unico possibile sembrava proprio l’area davanti all’Hotel Royal. In poche parole, gli ambientalisti non hanno avuto voce in capitolo per quanto concerne il “se” e il “dove”. Per fortuna, per il “quando” il discorso è stato diverso - si legge ancora nella nota -. L’evento fermano è stato infatti fissato definitivamente al 3 agosto, mentre la data inizialmente prevista era quella del 20 luglio. In seguito alle nostre richieste, di cui il Sindaco si è sempre fatto portavoce presso l’agenzia organizzatrice, la nuova data è stata individuata dapprima nel 31 luglio e quindi, definitivamente, nel 3 agosto.
Il calendario non è un dato secondario nella biologia animale e questo aspetto non è irrilevante per formarsi una opinione sul problema da un punto di vista naturalistico. Il periodo di nidificazione e involo del Fratino (che noi proteggiamo, a Fermo e in varie parti d’Italia, assieme ai volontari del Progetto Life Choose Nature) va dai primi di febbraio fino a maggio/giugno e luglio.
Sulla base di ciò possiamo pensare che agli inizi di agosto i piccoli siano già autonomi ed in grado di seguire i genitori, se disturbati da un evento così dirompente come un concerto pop con decine di migliaia di persone, in altri luoghi. Luglio tuttavia è un periodo ancora critico e certamente lo sarebbe stato il giorno 20.
Siamo dunque lieti di aver registrato la disponibilità dell’Agenzia, e quindi dell’artista stesso, a considerare le nostre osservazioni e, almeno per gli aspetti della tempistica, accoglierle, così come a fare in modo di controllare e attenuare l’impatto che quell’evento avrà, o potrà anche solo potenzialmente avere, sugli equilibri ecologici del sito".

 

"Tanto l’agenzia quanto l’amministrazione comunale si sono dichiarate aperte ai suggerimenti e alle indicazioni della Lipu e del mondo ambientalista - continua la Lipu -. E’ una buona cosa. Abbiamo anche notato tutti come Jovanotti abbia più volte ripetuto, sia nella conferenza stampa sia da ospite alla trasmissione della Rai “Che tempo che fa”, che è loro intenzione lasciare le spiagge meglio di come le troveranno, sebbene questa considerazione sia stata finora limitata alla sola “pulizia” nel senso tradizionale del concetto, cioè un problema il cui rimedio è tutto sommato, almeno in teoria, abbastanza facile. Un po’ meno immediata è invece la consapevolezza che anche irrompere in quel modo in un’area ecologicamente delicata è una cosa intrinsecamente errata e da gestire con molta attenzione e sensibilità. Ed è proprio per questo che la Lipu nazionale ha già inviato nei giorni scorsi una lettera a Jovanotti per “presentargli” il Fratino e chiedergli di prestare la massima attenzione a non disturbare la sua biologia e i vari siti in cui verranno realizzati i concerti.

 

"Perché il problema non si pone soltanto a Fermo - notano gli ambientalisti -. Il tour prevede infatti molti concerti nel mese di luglio, tra cui (per citarne uno) quello a Ladispoli-Torre Flavia il 16, in un’area molto fragile naturalisticamente e in un momento ancora delicato per la biologia dell’uccello.
Per tutti questi motivi la Lipu continuerà a seguire la vicenda del #JovaBeachParty, a livello nazionale e locale, confidando che nei mesi che intercorrono dalla presentazione di giovedì scorso, 6 dicembre, e l’effettuazione materiale degli spettacoli, ci sia il tempo per valutare, decidere e attuare tutte le misure necessarie per evitare gli impatti negativi degli eventi sulla natura.
E’ importante che un tour legato ad una causa così importante, come #plasticfree, sia anche attento alla già troppo sofferente biodiversità del nostro Paese. Cioè, che il tour sia non un problema per la natura ma una festa, vera e rispettosa.
Ringraziando il Sindaco Calcinaro per ciò che ha fatto finora, ci auguriamo di continuare con lui e con l’amministrazione a vigilare e a tenere alta l’attenzione e la cura dell’area del fratino, da oggi ad agosto ed anche oltre".

Letture:2238
Data pubblicazione : 12/12/2018 18:25
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications