Attualità
Oggi la firma dell'accordo tra Regione Marche e Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

Sottoscritto questa mattina il nuovo Accordo tra la Regione Marche e il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - Servizio Regionale Marche (C.N.S.A.S. – S.R. Marche) in continuità con i servizi resi nel corso degli anni in materia di soccorso ed elisoccorso.

Oggi la firma dell'accordo tra Regione Marche e Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico

“Le Marche – ha detto il presidente della Regione Luca Ceriscioli al momento della firma – hanno bellissime montagne e paesaggi straordinari, ma anche luoghi impervi da raggiungere. Chi supporta il servizio sanitario per dare soccorso a chi si dovesse trovare in difficoltà in un bosco o in una situazione lontana dalla viabilità principale, grazie a questo accordo quinquennale potrà avvalersi dell’intervento del soccorso alpino coordinato in genere con l’elisoccorso a seconda del livello di gravità. La firma di oggi dà qualità e struttura a un rapporto che siamo pronti a rafforzare quando partirà il servizio di elisoccorso h24 e dovrà crescere la reattività dell’intero sistema. Sono 130 i volontari C.N.S.A.S. che si adoperano fortemente per la salute dei marchigiani. L’accordo vale complessivamente 1,350 milioni di euro, ma ci darà serenità quando dovremo muoverci nelle parti più interne del territorio o quando un turista, venendoci a trovare, potrà contare su servizi di qualità”.

“Ringrazio la Regione – ha proseguito la presidente del C.N.S.A.S. Marche Paola Riccio - per questa attenzione per il territorio, per questa forma di amore anche a sostegno delle zone colpite dal sisma che ci impegniamo tutti insieme a far rivivere. Il soccorso alpino nelle Marche in questi anni è cresciuto molto, perché molte sono le esigenze delle popolazioni soprattutto quelle che vivono all'interno e che si spera rimangano. Accanto al rilancio dell’economia è necessaria l’assistenza alla popolazione e da parte nostra c’è la massima attenzione negli interventi. Lavoriamo quotidianamente per migliorare e implementare i servizi. Andare in montagna è un'attività da fare con scrupolo, coscienza e responsabilità e per questo ci concentriamo anche sulla prevenzione diffondendo informazioni e norme di cautela e buon senso”.

Gli interventi per il 50% solo legati al turismo e al tempo libero, ma non mancano chiamate anche da parte delle attività produttive. Sul territorio marchigiano sono presenti 5 stazioni alpine e una speleologica.

L’Accordo riconferma il valore del supporto tecnico di soccorso alpino e speleologico garantito dal C.N.S.A.S. – S.R. Marche ai professionisti del Servizio di Emergenza sanitaria della Regione Marche, per l’attuazione in ambiente impervio degli interventi di soccorso sanitario e non, di recupero e di trasporto, mediante l’impiego di tecniche e attrezzature specifiche e idonee.

Attraverso una stretta collaborazione con le Centrali Operative territoriali 118, il CNSAS è presente sull’intero territorio regionale con stazioni di soccorso e personale specializzato, con competenze tecniche per la vigilanza e la prevenzione degli infortuni nell’esercizio delle attività alpinistiche, escursionistiche e speleologiche, per il soccorso degli infortunati o dei pericolanti e per il recupero dei caduti.

Il CNSAS, nell’espletamento delle sue funzioni istituzionali, si interfaccia e si coordina con l’Azienda Ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona, titolare del Servizio di Elisoccorso h24, e con l’ASUR per quanto attiene alle CO118 che detengono la gestione degli interventi sanitari di urgenza ed emergenza su tutto il territorio regionale.

L’attività garantita dal CNSAS, che si coordina con le strutture competenti del Sistema di Emergenza Sanitaria regionale, rappresenta un tassello importante che arricchisce il quadro delle risposte assistenziali nel settore sanitario della Regione Marche, oltreché nei diversi contesti emergenziali che riguardano aspetti di Protezione Civile.

Letture:704
Data pubblicazione : 17/12/2018 15:50
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications