Attualità
Autonoma sistemazione, liquidata ai Comuni terremotati la terza tranche di contributi

È stata liquidata, ai Comuni terremotati, la terza tranche dei contributi per l'autonoma sistemazione (Cas) relativa al mese di dicembre 2018, comprese le variazioni degli importi dovuti da ottobre 2016 a dicembre 2018.

Autonoma sistemazione, liquidata ai Comuni terremotati la terza tranche di contributi

Dopo i 3 milioni e 800 mila euro già erogati, è stato firmato il nuovo decreto che ripartisce altri 823 mila euro. La somma andrà ai cittadini e ai nuclei familiari, destinatari di ordinanza di sgombero, a seguito del sisma, che hanno richiesto il contributo. L'importo ripartito interessa i Comuni in regola con la rendicontazione Ue. Trattandosi di risorse europee (i Cas vengono liquidati con questi fondi), oltre alla rendicontazione ordinaria, i controlli regionali dovevano verificare anche gli adempimenti relativi alla normativa comunitaria. La collaborazione tra Comuni e Regioni ha consentito di ultimare queste verifiche nella massima trasparenza e correttezza amministrativa, senza perdere risorse.

Letture:1174
Data pubblicazione : 24/01/2019 15:45
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Franco

    24-01-2019 21:26 - #1
    L'Autonoma sistemazione è, la vergogna nella vergogna, del sisma e che non si riesce a smantellare. Sapete quanto costa il tributo da pagare per l'autonoma sistemazione ? Undici milioni di euro al mese a gente che, per una consiste parte, è formata da possessori di seconde o terze case in posti di mare o magari sono alloggiati in seconde case di parenti o peggio ancora, all'interno delle stesse case oggetto di Ordinanze di sgombero. Con questo sisma da parte dei famosi Commissari non si è voluto neppure che le famiglie sfrattate presentassero un contratto scritto o una dimostrazione dei soldi spesi per gli affitti. Tutto autocertificato e autodichiarato e poi ci lamentiamo del reddito di cittadinanza ? Qui, con il sisma, c'è gente che percepisce il doppio del reddito di cittadinanza e che non ha nessuna intenzione di presentare i progetti per risistemare casa visto che è più conveniente stare nelle seconde case, percepire bei soldini che tanto poi per ricostruire casa, sempre con i soldi pubblici, c'è tempo. Insomma sciacalli che dovrebbero solo vergognarsi per quello che stanno facendo e per quello che gli viene consentito di fare. Questo grazie a scelte Commissariali di Errani e De Micheli che non hanno mai voluto modificare, per scelte politiche, tale situazione. Nel frattempo la ricostruzione è totalmente ferma. Che gente e che paese di me...a è questo ?????!!!!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications