Cronaca
Monte San Pietrangeli. Le parole di Arianna Curzi, morta a 16 anni per aneurisma e la scelta dei genitori di donare gli organi. “Ragazza fatti forza, alzati, continua a lottare”. Lutto cittadino

Avevamo deciso di non dare la notizia. La morte per aneurisma di una ragazza di 16 anni, Arianna Curzi di Monte San Pietrangeli è un dolore troppo grande per familiari, amici e per tutti coloro che la conoscevano. Molti ricordano il suo amore per i cavalli e la tenacia. Un dolore tanto straziante quanto privato che merita rispetto. Non essendoci un fatto di cronaca d'interesse pubblico alla base di una simile tragedia, avevamo preferito la strada del silenzio. Poco fa abbiamo ricevuto un messaggio con la notizia: la famiglia di Arianna ha deciso di donare gli organi. Sono già stati espiantati e molto probabilmente, proprio in queste ore, stanno salvando la vita di perfetti sconosciuti: figli, madri, padri.

Monte San Pietrangeli. Le parole di Arianna Curzi,  morta a 16 anni per aneurisma e la scelta dei genitori di donare gli organi. “Ragazza fatti forza, alzati, continua a lottare”. Lutto cittadino

Questo si che merita di essere detto, anzi, in termine giornalistico, merita l'apertura. Del ricovero a Fermo, del trasferimento d'urgenza all'ospedale Torrette di Ancona  e della morte non ne vogliamo parlare. Della scelta di una famiglia, di trovare, in una simile tragedia, un barlume di speranza e di vita, sì. E proprio nella pagina Facebook di Arianna, dove in queste ore stanno arrivando centinaia di messaggi, abbiamo trovato una frase scritta da lei. Qualche riga a commento di una foto in cui, affacciata ad una finestra, guarda fuori, quasi a chiedersi quale futuro avesse di fronte. Ecco le parole di Arianna, magra consolazione per i genitori, ma conferma che la scelta di donare gli organi della propria figlia, sia stato l'ultimo vero atto di amore verso la loro piccola e verso tutti quelli che, ancora oggi, stanno lottando per andare avanti. “La vita è un dono ogni giorno che passa è un giorno speso bene si cammina si va avanti si pensa al presente e si spera in un possibile futuro la vita è ricca di questo speranze aspettative sogni che soltanto andando avanti e continuando a lottare finalmente raggiungeremo! Bisogna farsi forza e sorridere davanti ogni difficoltà perché solo cosi i sacrifici passeranno inosservati!Quindi ragazza fatti forza alzati continua a lottare e sopratutto non permettere mai a nessuno di levarti il sorriso!”. Ciao Arianna, e grazie per la lezione.

Letture:25784
Data pubblicazione : 13/11/2014 14:26
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • rosa

    13-11-2014 19:33 - #3
    che inestimabile dolore,grazie alla famiglia x lo smisurato gesto,riposa in pace angioletto veglia sui tuoi cari ,dona loro tanta pace nel cuore.
  • Fabio

    13-11-2014 17:12 - #2
    Dolore immenso e probabilmente incancellabile... Ma vivissimi complimenti e onore, incancellabile anch'esso! Arianna, vola e riposa in pace!
  • Andrea C.

    13-11-2014 15:51 - #1
    Io credo che invece certe notizie vadano date, sempre con il giusto tatto, il giusto rispetto. Perchè abbiamo bisogno di momenti di riflessione, perchè la vita è fatta anche di attimi come questo, perchè la morte di una ragazza di 16 anni ti entra in testa, non ti lascia per ore, ti fa pensare. E non importa che tu conosca o meno chi è coinvolto in questo dramma, non importa che sia a pochi chilometri da casa tua o dall'altra parte del mondo. Fa capire che la vita è un attimo, che a volte è ingiusta, che in certi momenti ti chiedi perchè le cose vadano in un certo modo e invece altri giorni pensi che tutto sia straordinario. Fa capire che ogni giorno va vissuto e non va sprecato, che ogni gesto non fatto è un attimo perduto. Che si può morire a 16 anni come a 10 o a 100, per malattia o incidente, che la vita va rispettata e onorata. In un mondo colmo di stressanti notizie di cronaca nera o di politica è giusto fermarsi a pensare. E la morte di Arianna non sarà inutile. I suoi organi daranno nuova vita a chi non aveva più speranze. La sua partenza e il suo ricordo saranno crescita per chi l'ha avuta vicina, per tanti ragazzi e ragazze che si chiedono ogni giorno che senso abbia stare a questo mondo, ragazzi che non hanno obiettivi, come è accaduto a ognuno di noi che quei periodi li ha vissuti. Arianna è partita ma da oggi sarà ancora più presente.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications