Cronaca
Blitz anti-contraffazione della Finanza. A Treia smantellato laboratorio clandestino dedito alla produzione di capi di abbigliamento e accessori contraffatti

La Compagnia della Guardia di Finanza di Macerata ha posto i sigilli ad una ex maglieria che produceva capi contraffatti nei cui confronti era stato appena disposto il dissequestro in relazione ad analoga attività eseguita nel 2012. In realtà il proprietario si era reinventato “creatore” di prodotti riportanti ogni tipo di brand, nazionale e internazionale ed era stato già denunciato 2 anni fa per gli stessi motivi. Sequestrati circa 2000 prodotti contraffatti e 13 macchinari utilizzati per la produzione.

Blitz anti-contraffazione della Finanza. A Treia  smantellato laboratorio clandestino dedito alla produzione di capi di  abbigliamento e accessori contraffatti

I finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Macerata, hanno individuato a Treia un laboratorio in cui venivano prodotti capi di abbigliamento ed accessori contraffatti di ogni tipo riportanti i marchi di noti brand come Fendi, Louis Vuitton, Dolce e Gabbana, Gucci, Armani, Missoni, Burberry, Peuterey, Moncler, Bikkemberg. Tale attività era stata già sottoposta a sequestro 2 anni fa dalle Fiamme Gialle di Ancona e dopo la condanna del soggetto era stata di recente dissequestrata. In realtà il proprietario del laboratorio, non solo ha deciso di riutilizzare la stessa sede per le medesime e attività illecite,ma ha ben pensato di “delocalizzare” e separare il locale di produzione con quello di “stoccaggio”, spostando parte dei capi prodotti in una sede diversa, formalmente adibita a civile abitazione. In particolare nel laboratorio, dove si riproducevano modelli di capi delle citate griffe, era in fase di ultimazione la produzione di varie partite di prodotti, che sarebbero state a breve immesse sul circuito commerciale, e in un localediverso, distante poche centinaia di metri dal laboratorio, sempre nella disponibilità del medesimo soggetto, erano stati già preparati e imbustati numerosi pezzi, pronti per essere venduti.
Il proprietario era anche in grado di produrre capi d’abbigliamento su misura quali giacche con vari loghi di noti marchi a livello internazionale ordinati direttamente dai propri clienti. Nulla era stato lasciato al caso e oltre ai filati utilizzati per la produzione, che avveniva tramite vari software utili ad implementare le informazioni da inviare alle macchine che sfornavano i capi contraffatti, sono state trovate numerose etichette identificative che rispecchiavano visivamente i particolari riportati sui prodotti originali.

Per la qualità della produzione posta in essere si ha ragione di ritenere che la merce fosse destinata non solo al mercato degli ambulanti abusivi, ma potenzialmente anche agli altri canali distributivi ordinari. L’operazionesi è conclusa con la denuncia del titolare dell’attività all’Autorità Giudiziaria Maceratese, il sequestro dell’intero laboratorio e dei macchinari utilizzati per la produzione, nonché di circa 2.000 capi di abbigliamento in maglieria e relativi accessori e di mt. 236,50 di tessuto “griffato” che sarebbe stato da lì a breve utilizzato per confezionare ulteriori pezzi da porre in vendita. L’attività è risultata completamente sconosciuta al fisco e sono in corso ulteriori indagini al fine di ricostruire i canali di distribuzione della merce.L’operazione rientra nell’intensificazione dei servizi in materia di contraffazione iniziati lo scorso mese di agosto per risalire la filiera fino ad arrivare ai laboratori di produzione come disposto dal Comando Generale su direttiva del Ministro dell’Interno.

Letture:3757
Data pubblicazione : 04/12/2014 10:49
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications