Cronaca
Porto San Giorgio. Si ritrova con l'auto a metano avvolta dalle fiamme mentre stava percorrendo la Statale. Illeso il conducente. Decisivo l'intervento dei vigili del fuoco che hanno evitato il peggio

Una colonna di fumo nero ben visibile anche da Capodarco. Poteva andare peggio ad A.R. 71 anni di Porto San Giorgio, conducente della Golf che, per cause da stabilire, ha preso fuoco attorno alle 12.30 (di ieri) lungo la Statale nord di Porto San Giorgio, all’altezza del distributore Api nei pressi di Via Pian della Noce. Ad aggravare le cose il fatto che il veicolo fosse alimentato a metano. Fortunatamente il tempismo del guidatore ad uscire dall'abitacolo e l'arrivo dei vigili del fuoco di Fermo hanno fatto si che si evitassero conseguenze ben più gravi.

Porto San Giorgio. Si ritrova con l'auto a metano avvolta dalle fiamme mentre stava percorrendo la Statale. Illeso il conducente. Decisivo l'intervento dei vigili del fuoco che hanno evitato il peggio


Conducente della Golf che è rimasto illeso. Della Golf invece, come è ben visibile dalla foto, non resta più nulla se non una carcassa di lamiere. Alla base dell'incendio, avvenuto mentre il veicolo era in movimento, ci sarebbe un guasto tecnico. Decisivo l'intervento dei vigili del fuoco di Fermo che hanno provveduto a mettere in sicurezza la bombole del metano scongiurando il rischio, quanto mai concreto, di un'esplosione. Statale che è stata chiusa dai carabinieri per circa 50 minuti, ovvero il tempo necessario per la messa in sicurezza del luogo dell'incidente.

Letture:3480
Data pubblicazione : 03/02/2015 15:12
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Del

    04-02-2015 10:56 - #1
    Le vecchie auto a metano e, ancor più, quelle a gpl, ovvero quelle che hanno l'impianto installato in un secondo tempo, sono come delle mine vaganti ad alto potenziale esplosivo, che prima o poi, anche per un banale incidente, possono esplodere, oppure, per una perdita del loro serbatoio, possono provocare la saturazione dell'ambiente dove sono alloggiate e provocare danni ancora più grandi. Perché allora il Ministero dei Trasporti non prende ancora dei provvedimenti? Perché anche il Corpo del VVFF non fa sentire la propria voce? Del
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications