Cronaca
Cultura, non schiamazzi: la risposta del Trenino al Comune di Porto San Giorgio
Cultura, non schiamazzi: la risposta del Trenino al Comune di Porto San Giorgio

Conferenza stampa del centro sociale dopo le polemiche dei giorni scorsi: "Pagheremmo volentieri l'affitto"

"Non facciamo schiamazzi, ma aggregazione": ci tiene a qualificarsi in questo modo il centro sociale Officina Trenino di Porto San Giorgio, che ha organizzato stamattina una conferenza stampa appositamente per ribadire il concetto, dopo le polemiche dei giorni scorsi, scatenate da un concerto interrotto, nella notte tra sabato e domenica scorsa, dall'arrivo di una volante della polizia. Dura è stata, infatti, la reazione della Giunta comunale sangiorgese, che ha agitato lo spettro della denuncia per occupazione abusiva che penderebbe sul gruppo auto organizzato già da diverso tempo. "Non siamo interessati alla campagna elettorale", contrattacca il Trenino, "ma solo a essere un punto di riferimento per la città: pagheremmo volentieri un affitto per continuare a farlo, ma la proprietà, ossia la Dopolavoro Srl che ha sede a Roma, non ha mai risposto alle nostre ripetute richieste di incontro per tentare di metterci in regola". A fine 2014, proseguono alcuni membri del centro sociale,  erano riusciti a strappare un appuntamento con l'ufficio tecnico della società, ma da allora nessuno della proprietà li avrebbe contattati.

Nel frattempo, l'Officina Trenino è diventata anche una mensa settimanale (al costo di soli due euro) a beneficio della città e in particolare dei ragazzi del vicino liceo artistico, che ne beneficiano nel giorno del loro rientro pomeridiano.

E' poi anche la sede di un gettonatissimo corso di yoga e uno di autodifesa personale, entrambi gratuiti.

Il centro sociale ospita inoltre incontri letterari e culturali e, naturalmente, band. " Di tutto quello che facciamo, ci teniamo a dirlo, le serate danzanti e musicali vengono alla fine in ordine d'importanza", come a ripetere, ancora una volta, che quella volante della polizia proprio non l'hanno mandata giù.

"Dovevate vedere com'era questo posto prima che lo occupassimo", raccontano ancora, "c'erano topi e siringhe e molto altro. A nostre spese abbiamo anche chiamato amici muratori per puntellare la parte della struttura che rischiava di crollare".

Ad oggi, l'Officina Trenino è la casa per due gatti (con ciotole e lettiere personalizzate), molti libri (alcuni in vendita), suppellettili recuperate da amici e parenti e un pergolato sotto il quale mangiare o discutere.

Chi volesse conoscerli, ha un'occasione giusto il prossimo 17 aprile alle 17.30, con la conferenza organizzata in collaborazione con l'Associazione nazionale partigiani d'Italia. Ospiti due ricercatori (Enrico Bartolomei e Francesco Marilungo), che parleranno di Kurdistan e Palestina, due esempi di "resistenza", che anticipano le celebrazione nazionali sul 25 aprile. 

Letture:2809
Data pubblicazione : 14/04/2016 15:45
Scritto da : Alessandra Cicalini
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications