Cronaca
Don Vinicio fa visita a Mancini in carcere. Gli avvocati confermano e dichiarano: "Amedeo sarebbe ai domiciliari, ma manca il braccialetto elettronico"

Don Vinicio Albanesi, presidente della Comunità di Capodarco, ha fatto visita in carcere ad Amedeo Mancini, l'ultrà accusato di omicidio per la morte del nigeriano richiedente asilo Emmanuel Chidi Nnamdi. Lo rendono noto gli avvocati dell'indagato, Francesco De Minicis e Savino Piattoni. L'incontro è avvenuto lo scorso venerdì, 2 settembre. 

Don Vinicio fa visita a Mancini in carcere. Gli avvocati confermano e dichiarano:

Il sacerdote, come presidente della Fondazione Caritas in veritate, aveva accolto Emmanuel e la sua compagna Chyniere, e si era battuto perché venisse fatta luce sull'aggressione.

I due legali, d'accordo con il loro assistito, avrebbero mantenuto la circostanza del tutto riservata per rispetto del silenzio che don Vinicio, dopo i primi giorni di fuorviante clamore, ha scelto di mantenere in pubblico sulla vicenda. La notizia, però, è trapaleta e De Minicis e Piattoni l'hanno confermata, parlando di apprezzamento per il gesto distensivo di don Vinicio Albanesi, che anche Amedeo ha gradito molto.

Contemporaneamente arriva un'altra notizia. Sempre i difensori di Mancini rendono noto che non si trova un braccialetto elettronico e, per questo, l'ultrà resta in carcere.  "Ci sono state notificate nei giorni scorsi - spiegano - le motivazioni dei due provvedimenti del Tribunale di Ancona, del 5 e 30 agosto. E' stata una piacevole sorpresa apprendere che sin dal 5 agosto il Tribunale aveva ritenuto Mancini meritevole degli arresti domiciliari, seppur con l'obbligo del braccialetto elettronico", ma "non era riuscito a mandarlo a casa subito perché, pur avendo fatto effettuare ricerche sull'intero territorio nazionale, non si era riusciti a trovare un solo braccialetto disponibile. Un nuovo tentativo è stato ripetuto dal Tribunale il 30 agosto, ma purtroppo anche questa volta con esito negativo".

Letture:2896
Data pubblicazione : 10/09/2016 09:27
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications