Cronaca
Caso Emmanuel. Non c'è il Dna del nigeriano sul paletto

Non ci sarebbe il Dna di Emmanuel Chidi Nnamdi sul paletto che il migrante nigeriano ucciso a Fermo il 5 luglio scorso avrebbe usato per colpire Amedeo Mancini, l'ultrà della Fermana che poi lo uccise con un pugno al volto.

Caso Emmanuel. Non c'è il Dna del nigeriano sul paletto

Le tracce di Mancini, invece, sarebbero molto evidenti sul segnale stradale. Questo l'esito di una perizia eseguita dai carabinieri del Reparto investigazioni scientifiche di Roma, trasmessa alla Procura di Fermo. La perizia smentirebbe le dichiarazioni dei testimoni oculari, secondo i quali sarebbe stato Emmanuel a brandire il paletto e a colpire Mancini dopo che l'uomo aveva offeso la compagna Chinyere chiamandola ''scimmia''. Una colluttazione culminata poi nel pugno mortale che l'ultrà sferrò a Emmanuel.

Letture:4728
Data pubblicazione : 24/09/2016 22:34
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
10 commenti presenti
  • Lorenzo

    29-09-2016 02:25 - #10
    Il DNA non si estrae dalle impronte digitali, ci vogliono altri tipi di tracce biologiche. Pertanto se, come sembra, Mancini è stato colpito con il segnale stradale non c'è da stupirsi del fatto che siano state rinvenute tracce del suo DNA. Allo stesso modo, visto che si fa riferimento solo al DNA e non alle impronte digitali nell'articolo, da quello che si legge non si può escludere che prima di ricevere il pugno fatale il nigeriano abbia impugnato il segnale per colpire. Senza polemica di sorta, leggete se volete questi link, o cercate su internet: http://www.dnalex.unimi.it/esame_tracce_biologiche.html http://chimica.campusnet.unito.it/didattica/att/1250.0639.file.pdf
  • Stereotipi

    28-09-2016 16:37 - #9
    Sta storia assomiglia parecchio a quello che è successo a Perugia qualche anno fa , Knox e Sollecito bianchi e belli,contro un povero cristo di colore che si trovava lì per caso. Il nero è in carcere per concorso in omicidio, poteva accadere anche ad Emmanuel se si fosse salvato. Con tutti questi testimoni spuntati dal nulla non avrebbe passato una esistenza felice a Fermo. Sarebbe dovuto scappare da Fermo perché la città puzza e continua a puzzare. Come ha dovuto fare la vedova , è dovuta andar via per vivere serena
  • Sfroos

    27-09-2016 14:14 - #8
    non c'è o non ci sarebbe?
  • Simone

    27-09-2016 10:52 - #7
    Ma questi commenti sono seri o sono una presa per i fondelli?! Spegnete la TV: troppo CSI vi fa male!
  • Locarno65

    27-09-2016 05:10 - #6
    Mi pare che si stia dando un peso eccessivo alla mancanza del DNA di Emmanuei dal segnale stradale. Noto due particolari: per prima cosa, a quanto riportato da un'altra testata un paio di giorni fa, dal palo manca anche il DNA dell'agente della Polizia Municipale che ha dichiarato di aver spostato il palo prendendolo con le mani. Ora, o il vigile mente a riguardo, oppure questa circostanza leva molto peso alla mancanza del DNA di Emmanuel. Se é possibile che il vigile abbia toccato il palo senza lasciare tracce, lo stesso é possibile per Emmanuel. In secondo luogo, vi sono ben otto testimoni, se non vado errato, che concordano sul fatto che Emmanuel abbia scagliato il palo. E' una prova diretta, da ben otto fonti diverse, che hanno assistito personalmente alla scena. Infine, ma di questo non sono sicurissimo, credo che durante la seconda o terza deposizione davanti al pubblico ministero, la vedova, ritrattando parzialmente dichiarazioni rese in precedenza, abbia lei stesso concesso che il marito avesse imbracciato il segnale. Nel contesto del quadro probatorio generale, quindi, questa notizia é in realtá meno interessante e rilevante di quanto possa sembrare a prima vista.
  • mariadefischittu

    26-09-2016 14:58 - #5
    secondo me il nigeriano aveva un telecomendo per azionare il paletto senza lasciare tracce...ha colpito sicuramente e molto forte ma non si trovano impronte....oppure il prete...ha cancellato le impronte e messo quelle del razzista..oppure...ma fatela finita. Giornalai, avvocatucoli e falsi testimoni; il quadro è chiaro dall'inizio...prima rubavano la macchina poi hanno aggredito per primi...avete fuorviato l'opinione pubblica già sgomenta perchè un filglio di Fermo aveva avuto tutto l'italia contro e avete trasformato la vittima in colpevole e il carnefice in vittima.....
  • Massimo

    26-09-2016 10:55 - #4
    Andate a leggere sul giornale LA REPUBBLICA on line come è riportata la notizia e poi fate un commento, io non lo faccio perchè lo censurerebbero e farebbero bene. Quando si accendono i riflettori su di un caso, questo viene il più delle volte stravolto, come in questo e non dico altro .....
  • Lorenzo

    25-09-2016 10:28 - #3
    Secondo me non prova proprio un bel niente, magari ci sono le impronte digitali ma non il dna, e questo al massimo prova che solo Mancini è stato colpito col paletto. Oppure Mancini è un contorsionista di scuola cinese
  • ...per Matteo....

    25-09-2016 09:44 - #2
    ....Mancini stesso ha dichiarato di aver chiamato scimmia la Signora quindi non c'è necessità di prove, per quanto riguarda tutte queste testimonianze oculari che avrebbero visto emanuel scagliare il paletto contro Mancini viene qualche dubbio......
  • matteo

    24-09-2016 23:52 - #1
    Per capire....il fatto che abbia chiamato scimmia la signora è dato per assodato anche se non ci sono prove audio/video...per il paletto prove su prove per dna...ma si da per scontato che non ci sia stato inquinamento delle prove...io non mi fiderei della stato e dei suoi dipendenti...se ne vedranno delle belle
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications