Cronaca
Lido Tre Archi. Viola più volte il divieto di dimora impostogli dopo una rapina: arrestato un cittadino marocchino

Il Personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Fermo ha dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura della Repubblica del capoluogo nei confronti di A.A., 39enne cittadino marocchino, reo di non aver ottemperato alle prescrizioni emesse nei suoi confronti da questa autorità giudiziaria, nello specifico il divieto di dimora nei comuni di Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio.

Lido Tre Archi. Viola più volte il divieto di dimora impostogli dopo una rapina: arrestato un cittadino marocchino

Tale provvedimento era stato emesso nei suoi confronti dal GIP del Tribunale di Fermo perché il 19 novembre scorso l'uomo si era reso autore dei reati di rapina impropria e porto abusivo di un coltello a serramanico.
In particolare, la sera del 19 novembre scorso il personale della Squadra Volanti del Commissariato era intervenuto presso un noto bar di Lido Tre Archi, dove un giovane Italiano, un ragazzo di 22 anni del maceratese, aveva subito una aggressione e la rapina del proprio cellulare. Gli operatori giunti sul posto avevano appreso direttamente dal giovane rapinato che poco prima, verso le 23, mentre si trovava nel gazebo del bar, un cittadino di etnia africana gli aveva per l'appunto strappato di mano il proprio telefono cellulare.
La vittima aveva allora seguito l’autore del furto all’esterno del locale chiedendogli la restituzione di quanto sottratto. A.A., per tutta risposta, aveva estratto dalla tasca dei pantaloni un coltello a serramanico, con il quale aveva iniziato a minacciarlo, puntandolo all’altezza dello stomaco e intimandogli di andare via. Dopo poco sul posto era giunto anche un amico del giovane rapinato, al quale quest’ultimo aveva indicato l’autore della rapina che era rimasto nei pressi. A nulla valsero però i tentativi dell’amico della vittima di farsi restituire quanto sottratto.
Sulla scorta dell’intervento eseguito dal personale della Volante furono immediatamente attivate le attività d’indagine da parte dell’Anticrimine del Commissariato che, presa visione delle immagini estrapolate dal sistema di videoripresa a circuito chiuso del bar, oltre ad avere conferma della versione dei fatti prospettata dalla vittima, ha riconosciuto in maniera inequivocabile che l’autore della rapina era proprio A.A. che, sulla scorta di questi elementi e di altri acquisiti nel corso delle indagini, fu segnalato alla Procura della Repubblica di Fermo. Il GIP di Fermo, sulla scorta degli elementi probatori raccolti e facendo propria la richiesta del pm., emise nei confronti di A.A. la misura cautelare personale del divieto di dimora nei comuni di Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio.

Trascorso qualche giorno dalla notifica del provvedimento, il cittadino marocchino è stato rintracciato ed identificato dal personale di questo Ufficio nel quartiere Lido Tre Archi di Fermo ed è stato quindi segnalato alla predetta autorità giudiziaria per la violazione del divieto di dimora.
Poi, ancora, il 31 marzo scorso il personale di questo Ufficio ha rintracciato nuovamente il cittadino marocchino nel quartiere di Lido Tre Archi a seguito di un litigio avuto dallo stesso con una sua connazionale. Per tale ragione è stato di nuovo segnalato all’autorità giudiziaria che, valutando gli elementi forniti, ha revocato la misura del divieto di dimora con la custodia cautelare in carcere. L’uomo, rintracciato a Lido Tre Archi, dopo le formalità di rito,è stato portato presso la Casa Circondariale di Fermo.

Letture:2123
Data pubblicazione : 15/04/2017 13:19
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications