Cronaca
Rimosso il cartello dedicato a Emmanuel. Fulimeni: "Trovo sorprendente e inaccettabile questa reazione furibonda"

Nemmeno mezza giornata e il cartello affisso in Via XX settembre durante la marcia "Fermi contro il razzismo" per ricordare la morte del rifugiato nigeriano è stato rimosso. Già a partire dal primo pomeriggio di ieri, il cartello era stato portato via. Al momento non si sa chi lo abbia rimosso, ma è certo che il cartello avesse generato diverse polemiche fin da subito, nonostante non fosse nulla di fisso, ma soltanto un cartone plasticizzato con due stringhe a tenerlo e qualche fiore depositato sotto.

Tuttavia ciò che vi era scritto: "In memoria di Emmanuel Chidi Namdi. Vittima del razzismo. 5 luglio 2016-5 luglio 2017" non è piaciuto a tutti. 

Rimosso il cartello dedicato a Emmanuel. Fulimeni:

Alessandro Fulimeni, coordinatore dei servizi SPRAR e membro del "Comitato 5 luglio", ha voluto commentare l'accaduto. 

 

Fulimeni ha dichiarato: "Speravo potesse rimanere di più il cartello e questa corsa a rimuoverlo mi amareggia molto. Il cartello era semplicemente un omaggio a una vittima del razzismo, visto che lo stesso patteggiamento fra le parti ha riconosciuto il movente razziale, e trovo sorprendente e inaccettabile questa reazione furibonda verso una frase che è una verità giudiziaria." 

 

Prosegue Fulimeni: "Dispiace perché sembra che una parte della città, e ribadisco non tutta quanta, non voglia fare i conti con ciò che è successo e aprire gli occhi. Preferisce girarsi dall'altra parte in modo che la cosa passi veloce, mentre va riconosciuto come si stia assistendo a un cambiamento nel nostro territorio, un territorio da sempre connotato da forti legami sociali, e alla diffusione del morbo xenofobo."

 

Alessandro Fulimeni ha dichiarato che il Comitato 5 luglio formalizzerà una richiesta ufficiale affinché possa essere affissa una targa nel luogo dove avvenne l'aggressione oppure che quell'angolo di Via XX settembre possa essere rinominato in memoria di Emmanuel. Il gesto, che avrebbe un grande valore simbolico, sarebbe un contributo alla città, non un attacco, per invitare alla riflessione, per non dimenticare ciò che è accaduto e per fungere da monito futuro, affinché fatti del genere non avvengano più. 

 

Fulimeni conclude: "Una parte dell'opinione pubblica è convinta che la morte di Emmanuel sia stata solo una rissa fra due persone. E questo pensiero è pericolossisimo, perché può portare i giovani a pensare che certe cose possano essere fatte senza che ci siano grandi conseguenze. Qui non si parla di una lotta fra fazioni a riguardo di ciò che è accaduto, ma un gesto in memoria di Emmanuel che aiuterebbe a non dimenticare e sarebbe da esempio per tutti." 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Letture:7293
Data pubblicazione : 07/07/2017 10:13
Scritto da : Iacopo Luzi
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • il funerale dell'antifascismo

    09-07-2017 17:35 - #1
    il comitato 5 luglio si è conformato alla zona grigia locale con lo slogan scritto chiaro sul loro comunicato per la manifestazione: "Fermo non è razzista". E invece Fermo ha voluto dare loro l'ennesima riprova. Continuino a far finta di niente ma eliminare la parola "fascismo" e adeguarsi ad un conformismo perbenista ipocrita lascia ancora più spazio ai razzisti che sono la maggioranza. Forse questi del 5 luglio non hanno visto che alla loro manifestazione i fermani erano una esigua minoranza. Come a quelle dello scorso anno e come al Funerale di Emmanuel. L'antifascismo è cosa seria come pure la memoria di Emmanuel che merita molto di più dell'ipocrisia spompata di questi personaggi
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications