Cronaca
Il tragico racconto di Roberto: “Non avevo soldi nel portafoglio, mi hanno picchiato e poi sono scappati”

Lunedì sera a Porto Sant’Elpidio, intorno alle 22:45, in Via Mameli, Roberto Silenzi, 29enne di Monte Urano, è stato vittima di un tentativo di rapina; dato che all’interno del suo portafoglio non aveva denaro i due uomini a volto coperto che lo hanno importunato hanno poi iniziato a colpirlo con calci e pugni. 

Il tragico racconto di Roberto: “Non avevo soldi nel portafoglio, mi hanno picchiato e poi sono scappati”

“Ero con un mio amico e ci siamo salutati per tornare rispettivamente ognuno a casa propria – racconta Roberto. Mi sono diretto in Via Mameli (una zona illuminata), dove avevo posteggiato e sono salito nell’auto quando a un certo punto sono sopraggiunti due uomini in scooter, con la targa coperta, e con il passamontagna. I due sono scesi dal motociclo e hanno bloccato la portiera della mia auto prima che la chiudessi.”

D’ora in poi il racconto di Roberto si fa sempre più drammatico: “A quel punto i due, di media corporatura e con un accento straniero, probabilmente di origine nordafricana, mi hanno chiesto i soldi. Io ho dato loro il mio portafoglio che però era vuoto. Da lì hanno iniziato a colpirmi con calci e pugni dicendomi che avevo i soldi da un’altra parte; io ovviamente negavo ma c’era poco da fare. Secondo me erano due tossici che avevano bisogno di soldi per una dose.”

Dalla voce di Roberto si percepisce che la paura è stata tanta: “Purtroppo non ho avuto il coraggio di reagire perché avevo paura che potessero farmi di peggio. Dopo avermi picchiato sono subito scappati.”

Il 29enne si è poi messo alla guida della sua auto e si è diretto al Pronto Soccorso dell’Ospedale Murri di Fermo dove è stato medicato. “Ho un ematoma alla gamba e mi hanno applicato della colla sotto l’occhio sinistro e al naso: la prognosi è di 5 giorni. Sono stato per tutta la notte in osservazione e poi ho chiamato i miei genitori. Questa mattina andrò dai Carabinieri per sporgere denuncia.”

 

22243564_10214848791719420_610525993_o

Letture:3219
Data pubblicazione : 04/10/2017 10:01
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • giustoprocesso

    05-10-2017 10:25 - #1
    Forza e coraggio Roberto! E non ti sentire frustrato perché non hai reagito. Non é facile e a volte non é nemmeno una buona idea. Spero li prendano questi bastardi, e che magari le manette glie le stringano un po' piu' del necessario. In bocca al lupo!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications