Cronaca
Fermo. La Guardia di Finanza sequestra 500 piante di marijuana in un casolare di campagna

A seguito di articolata attività info-investigativa, scaturita dal quotidiano controllo economico del territorio, con particolare attenzione al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i finanzieri della Compagnia di Macerata sono riusciti ad individuare un casolare nelle campagne del Fermano, sul quale vi era il sospetto vi fosse occultata una serra per la coltivazione di marijuana.

Fermo. La Guardia di Finanza sequestra 500 piante di marijuana in un casolare di campagna

Dopo una serie di osservazioni e pedinamenti, i finanzieri hanno fatto irruzione nel casolare, rinvenendo una florida piantagione di marijuana, con deposito per l’essicazione e la preparazione per il successivo spaccio.

Complessivamente, sono state rinvenute 500 piante di marijuana, oltre a 6,6 Kg. di sostanza essiccata già pronta per lo spaccio.

Sequestrata anche la sofisticata attrezzatura ed i fertilizzanti utilizzati per la coltivazione della marijuana.

Il responsabile dell’illecita attività, sorpreso all’interno del casolare, è stato tratto in arresto e, su disposizione del Magistrato di turno, posto ai domiciliari.

Le operazioni sono state svolte con la collaborazione di militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Fermo.

 

16997_foto_4

 

16997_foto_3

 

16997_foto_2

Letture:4973
Data pubblicazione : 23/11/2017 12:14
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • giustoprocesso

    24-11-2017 04:21 - #1
    Immaginate se la coltivazione fosse regolamentata dallo Stato, invece che lasciata allo stato brado, senza regole, a parte qualche sequestro che intacca in maniera irrisoria la quantitá immessa sul mercato. Immaginate gli introiti fiscali, una parte dei quali potrebbe essere utilizzata per campagne realmente informative sull'uso e l'abuso di sostanze psicotrope. Il numero di fumatori di sigarette in Italia é diminuito non proibendone la vendita, ma facendo campagne d'informazione, che sono difficili da fare su una sostanza con la stigma dell'illegalitá. E invece, per un pugno di voti,preferiamo la liberalizzazione selvaggia ad una regolamentazione che si é dimostrata vincente negli stati che l'hanno adottata (Colorado, Washinghton, California, ma anche Uruguay, Olanda, Portogallo, Spagna...)
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications