Cronaca
17 tifosi della Fermana F.C. denunciati a Mestre. Secondo la stampa locale, preparavano un agguato ai supporters di casa

A seguito dei controlli efettuati dal personale di Polizia nel piazzale antistante il Settore Ospiti dello stadio "Mecchia" di Portogruaro al termine dell'incontro, a bordo di alcuni pullmini sarebbero stati trovati bastoni, mazze ed altri oggetti contundenti.

17 tifosi della Fermana F.C. denunciati a Mestre. Secondo la stampa locale, preparavano un agguato ai supporters di casa

Diciassette ultras della Fermana (tutti in età compresa tra i 20 ed i 30 anni), dei 45 che sabato scorso hanno seguito la squadra in quel di Portogruaro (sede ufficiale delle gare intere del Mestre: lo stadio “Baracca” per il momento non sarebbe pronto), sono stati denunciati dalla Polizia perché trovati in possesso di oggetti atti ad offendere (nello specifico, 5 bastoni, una pietra di grandi dimensioni, 3 mazze da baseball, un coltellino svizzero e una cintura con pesante fibbia). Inoltre, si starebbe procedendo anche all'identificazione di una ventina di Ultras locali.

 

Tra le due tifoserie – scrivono dal Veneto - non corre buon sangue (a noi resta da capire in quali occasioni i rapporti si sarebbero “guastati”, visto che le due squadre non si affrontavano – prima di questa stagione – da tempo immemore: forse perchè i veneti sono gemellati con i loro colleghi della Maceratese?) e per questo la questura aveva predisposto controlli serrati sui gruppi diretti allo stadio “Mecchia”. In zona, i tifosi marchigiani (occupanti due pullmini) sono stati fermati e "filtrati" con perquisizioni accurate. E sarebbero saltati fuori gli oggetti contundenti. Diffide in vista? Sembra proprio di sì, in considerazione del fatto che il questore di Venezia, Danilo Gagliardi, in Conferenza Stampa ha dichiarato che: "Commineremo le massime pene previste".

 

Sin quì, la versione riportata dai media veneti. Perchè quella locale, parla di una tifoseria gialloblù che ha tranquillamente fatto il suo ingresso allo stadio di Portogruaro. Durante la partita, con i sostenitori locali (collocati nella parte opposta dell'impianto) si sarebbero verificate solamente scaramucce verbali a distanza. Al termine dell'incontro, lo spiker dello stadio avrebbe annunciato che la tifoseria ospite sarebbe dovuta restare all'interno dell'impianto sino a quando i presenti - riconducibili al pubblico locale, che al "Mecchia" di Portogruaro arriva a bordo di bus navetta - avrebbero terminato il deflusso. Ed è proprio mentre i supporters canarini stazionavano nel piazzale antistante il Settore Ospiti, in attesa di poter salire a bordo dei mezzi ed iniziare il tragitto di ritorno, che sarebbero iniziate altre "scaramucce" verbali con tre tifosi arancioni che, nel frattempo, erano arrivati sin dietro alla recinzione dello stesso piazzale. A questo punto, i sostenitori canarini sarebbero stati riaccompagnati dal personale di Polizia sui rispettivi mezzi, poi perquisiti. Una volta rinvenuti gli oggetti contundenti, gli occupanti dei due pullmini sono stati immediatamente tradotti in Questura, dove sono stati trattenuti per oltre un'ora.

 

Letture:3213
Data pubblicazione : 29/01/2018 14:04
Scritto da : Redazione Sport
Commenti dei lettori
5 commenti presenti
  • luca

    03-02-2018 10:31 - #5
    concordo in pieno con il signore senza nome...informazione.tv e'metaforicamente parlando complice non pubblicando le opinioni dei lettori!!! ma si sa'...mezza giunta va allo stadio insieme a ssi falliti...cantano insieme...e llu scemu de mancini manco paga lu vijettu x bocca' jo' lu campu!!! che importa se imbrattano i muri dei condomini..loro sanno chi sono!!!! tutti lo sanno...ssi falliti...ma ora si beccheranno una bella diffida....
    Risposta
    vedo che è dura spiegare, ma riproviamo: le opinioni si pubblicano, gli insulti no. Semplice.
  • ipocriti e censori

    01-02-2018 16:53 - #4
    non pubblicate i commenti che non vi fanno comodo perchè siete degli pseudo-giornalisti che negano la libertà di espressione. gli arrestati sono degli sprovveduti delinquentelli. la feccia di fermo e gli amici di amedeo. gli stessi che hanno imbrattato decine di segnali stradali d fermo. ma voi fate finta di niente.
    Risposta
    La pubblicazione del suo commento e' la prova che ha torto. Semplicemente, vista l'anonimita' di molti commenti, come il suo, non diamo spazio a commenti dove si incita alla violenza o all'odio. Altro che pseudo-giornalisti. Chi scrive, si dovrebbe prendere la responsabilita' di cio' che scrive, senza nascondersi dientro uno schermo e all'anonimato che oggi internet, spesso, ci garantisce. Il direttore.
  • Lucio

    01-02-2018 11:02 - #3
    Buongiorno. battetevi x un posto di lavoro..x cambiare sta' classe politica di ladroni...non x il calcio!!! Loro a fine partita e fine mese ve la mettono sempre in culo!!! Generazione Facebook...fate ridere...noi lottavano nelle piazze...e vi assicuro che menavamo!!!
  • PABLO

    31-01-2018 16:18 - #2
    "non mi sono simpatici i veneti dunque li volevo accioccare" una frase dalla quale traspare una grande profondità di pensiero. A me invece non sta simpatico chi esalta la violenza e chi sfoga le proprie frustrazioni andando in giro con oggetti contundenti. Penso che se uno è inadatto alla vita andrebbe escluso ed emarginato da certi contesti. Lo stadio deve essere un luogo in cui si esalta lo sport. Ad ogni modo, un consiglio da lettore, un commento del genere andrebbe segnalato a chi di dovere e non pubblicato
    Risposta
    E infatti, in quanto tale, e' stato rimosso. Il direttore.
  • Lettore NON tifoso ma curioso

    31-01-2018 08:13 - #1
    noto con piacere che alcune volte Codesta Spettabile Redazione si preoccupa - dal suo punto di vista magari opportunamente - di non pubblicare certi commenti quanto vengono ritenuti eccessivamente ..."non sufficientemente rispettosi" nei confronti di politicanti - amministratori - istituzioni grandi e piccole locali e non solo. Poi pubblicate roba come quella della nota num. 2 - quella di ULTRAS. Che concetto avete della libertà di espressione? Oppure temete che qualche tifoso vi piazzi i petardi sotto l' auto nuova? O vi venga a cercare a casa? Ovviamente con il più profondo rispetto per le vostre opinioni e discrezionalità della Redazione.....
    Risposta
    Non pubblichiamo commenti dove si inneggia alla violenza e al pregiudizio. E se capita, vengono successivamente rimossi. Pura questione di buon senso. Il direttore.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications