Cronaca
Carenza di uomini e mezzi delle forze dell'ordine e incertezza della pena: il coordinamento provinciale della Lega spiega così i fatti Sant'Elpidio a Mare

Il coordinamento provinciale della Lega di Fermo condanna con decisione l’ennesimo massacro criminale consumatosi a Sant’Elpidio a Mare ai danni di due onesti lavoratori, che ha portato alla morte di Stefano Marilungo e al ferimento di suo fratello Sergio.

Carenza di uomini e mezzi delle forze dell'ordine e incertezza della pena: il coordinamento provinciale della Lega spiega così i fatti Sant'Elpidio a Mare
Il coordinatore provinciale della Lega Mauro Lucentini

La domanda che ci poniamo è: si può nel 2018 morire per meno di cento euro, in una cittadina apparentemente tranquilla come Sant’Elpidio a Mare?

Speriamo che chi di dovere si ponga degli interrogativi sul perché il distretto calzaturiero, dove fino a qualche anno fa le chiavi erano ancora inserite nel portone di casa, sia divenuto negli ultimi anni territorio di droga, criminalità e prostituzione.

Vorremo provare a suggerire la semplice risposta che sta nella forte carenza di uomini e mezzi delle forze dell’ordine assegnati ai presidi dei nostri comuni e in quella che oramai possiamo chiamare incertezza della pena.

Se ancora vengono ottenuti risultati strabilianti, come il ritrovamento di 225 kg di droga di qualche giorno fa, è solamente grazie alla dedizione e allo spirito di sacrificio che ogni giorno uomini e donne in divisa mettono in campo, utilizzando addirittura i propri mezzi e il proprio tempo libero.

L’auspicio è che la Lega possa fra qualche giorno essere alla guida del prossimo governo in modo da dare risposte certe e rapide a fatti come quelli accaduti in via Adige a Sant’Elpidio a Mare.

 

Letture:1395
Data pubblicazione : 29/04/2018 11:27
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • ffrancesco

    06-05-2018 15:24 - #3
    A leganord...... ma ci stai con la testa o hai imparato la storiella a memoria come i 5 stelle
  • Lega Nord: un partito cn tanti processati e condannati

    04-05-2018 15:54 - #2
    E vanno ancora facendo la morale in giro a caccia di voti. In Sicilia subito dopo le elezioni hanno arrestato 2 candidati leghisti. Complimenti !
  • ffrancesco

    29-04-2018 16:31 - #1
    se......, se lo prendono lo portano in albergo a 5 stelle a spese degli ITALIANI
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications