Cronaca
Tragedia di Corinaldo. Il Codacons si costituisce parte offesa nell'inchiesta. Presentata richiesta di accesso agli atti per controllare le autorizzazioni del locale

Il Codacons ha presentato oggi formale costituzione di parte offesa nell’inchiesta aperta dalla Procura di Ancona sulla strage di Corinaldo, oltre che un'istanza d’accesso ai Vigili del Fuoco e alla Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo per ottenere gli atti relativi alle autorizzazioni concesse alla discoteca “Lanterna Azzurra”.

Tragedia di Corinaldo. Il Codacons si costituisce parte offesa nell'inchiesta. Presentata richiesta di accesso agli atti per controllare le autorizzazioni del locale

“Il problema del numero dei biglietti venduti in eccesso rispetto alla capienza del locale è del tutto marginale e relativo – spiega il presidente Carlo Rienzi –. Anche se ci fosse stata la metà di pubblico all’interno della discoteca, è di tutta evidenza che il ponticello teatro della tragedia non avrebbe potuto reggere un peso eccessivo e sarebbe crollato in ogni caso. Per questo chiediamo oggi alla Procura di Ancona di incriminare i soggetti che hanno ritenuto idoneo collocare l’uscita di emergenza sul ponte, e procedere nei loro confronti per il dolo eventuale, fattispecie che si attribuisce a chi si mette in condizione di realizzare un reato quasi volontariamente e aggrava la posizione dei responsabili, i quali, diversamente, sarebbero tutti assolti o godrebbero della prescrizione in pochi anni”.

Proprio sui permessi concessi al locale il Codacons presenta una istanza d’accesso sulla base della legge 241/90, finalizzata ad ottenere tutti i documenti relativi alle autorizzazioni concesse da Vigili del Fuoco e Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo alla discoteca “Lanterna Azzurra” di Corinaldo.

 

Letture:1056
Data pubblicazione : 10/12/2018 15:59
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications