Economia
L'Europa chiama il Fermano. Alla Camera di Commercio la 12° giornata dell'economia. GUARDA LE FOTO

Siamo in crisi dal 2008, non era affatto scontata la tenuta generale del sistema, ma finalmente abbiamo toccato un “pavimento” a livello di scenario economico generale, seppure non si escludono ulteriori conseguenze sul lato sociale.I dati Ocse parlano della caduta del Pil nel terzo trimestre 2013, ripartenza lenta nel 2014 (+0,5%) e 2015 (+1,1%), ma ci vorranno ancora due trimestri del 2014 prima di vedere qualche effetto sul mercato del lavoro.

L'Europa chiama il Fermano. Alla Camera di Commercio la  12° giornata dell'economia. GUARDA LE FOTO

 Preambolo doveroso per introdurre i temi della 12° Giornata dell'Economia, svoltasi ieri in Camera di Commercio, dove si sono ritrovati numerosi studenti delle superiori, dirigenti scolatici e insegnanti, le autorità locali con in testa il Prefetto Angela Pagliuca e il presidente della Provincia Fabrizio Cesetti, i rappresentanti delle Associazioni di categoria. I dati di cui abbimao fatto cenno, se calati sul Fermano dicono che il rischio di essere travolti è stato davvero rilevante – basti vedere altre aree delle Marche, come l’Alta Marca e l’Ascolano – ma permangono ancora motivi di profonda preoccupazione. La Camera di Commercio ha rilevato un calo delle imprese attive sotto le 20.000: nel primo trimestre 2014, 277 imprese in meno rispetto allo stesso periodo del 2013. A Fronte di tutto ciò, però, continua il consolidamento dell’export (+4,3% nel 2013). Gli ultimi dati Istat rivelano come il mercato del lavoro fermano abbia un basso tasso di disoccupazione (8,3% contro 13,1 di Macerata), anche giovanile 15-24enni (28,3% contro 44,5% di Macerata), ma è più alta la quota di chi non è sul mercato del lavoro, i cosiddetti “scoraggiati”. La prima parte della Giornata è stata dedicata agli studenti. Il presidente Di Battista, nel salutarli ha affermato che “Per valorizzare il Fermano in Europa (tema della giornata è stato “l'Europa chiama il Fermano”, ndr) si deve iniziare a credere nella nuova casa comune e i giovani devono sentirsi orgogliosi di farne parte. Siete voi - ha aggiunto - che dovete cogliere tutte le opportunità che l'Europa ci offre, per valorizzare il vostro futuro in un territorio unico quale è il Fermano, con tutte le sue risorse fatte da migliaia di aziende che pur soffrendo il momento di crisi hanno saputo espandersi nei mercati internazionali”. La prima parte della giornata è stata dedicata agli studenti cui Marco Marcatili e Massimiliano Colombi hanno presentato la III edizione dell’indagine rivolta loro dalla quale emergono alcuni dati interessanti. Il 50% dei giovani pensano subito al lavoro dopo la fine del ciclo di studi, mentre cala in modo rilevante la quota di chi intende iscriversi all’Università. Più di 1 su 2 intende avviare una propria attività d’impresa: questo dato dimostra come sia necessario rafforzare il sostegno, perchè fare impresa oggi è più difficile di ieri. “Parlando di Europa – hanno spiegato i relatori - un 34,6% di giovani si sentono cittadini europei, 1/3 dei giovani non riesce a schierarsi sui temi europei, ovvero se l’Europa è positiva o meno, se rappresenta un vincolo o un’opportunità e, infine, se gli Stati Uniti d’Europa sono una buona prospettiva o meno”. Durante la mattinata s'è anche parlato in prospettiva di territorio e di Fermano 2020. “I giovani hanno la propensione all’impresa e grazie alla resistenza attiva delle imprese locali, hanno saputo affrontare il cambiamento imposto dalla crisi; pilastri per un territorio che continuamente coniuga tradizione e innovazione in maniera originale. Per la prima volta il Fermano si riconosce e si muove come Territorio e questo è un inizio di una piccola svolta culturale. La Camera di Commercio lancia quattro aree progettuali in chiave europea - hanno detto ancora i relatori - la Rete per l’innovazione nelle Macroregione; Fashion Valley anche in vista dell’Expo; Mare in collina: da exposition ad experience; rigenerazione della città-territorio attraverso rigenerazioni di scopo (turistico-culturale) e riqualificazione di patrimoni pubblico-privati”. “A voi giovani – ha insistito il presidente Di Battista – cogliere queste occasioni per essere protagonisti del vostro futuro”.
Alla giornata dell’economia era presente anche l’assessore alle politiche comunitarie della Regione Marche, Paola Giorgio che ha illustrato ai presenti gli obiettivi e le opportunità che l’Europa offre su almeno quattro direttrici: Occupazione e lavoro, ricerca e innovazione, clima ed energia, formazione.

Letture:9009
Data pubblicazione : 07/06/2014 11:36
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications