Economia
Incontro regione-sindacati per la mobilitazione dei dipendenti delle province marchigiane

Oltre trecento lavoratori provenienti da tutte le province marchigiane hanno manifestato davanti alla Regione e presenziato all'incontro tra sindacati e il Governatore Spacca e l'Assessore Canzian.

Incontro regione-sindacati per la mobilitazione dei dipendenti delle province marchigiane

La Cisl, insieme alle altre forze sindacali, ha con forza chiesto alla Regione di dar seguito all'ordine del giorno approvato all'unanimità dal Consiglio Regionale sabato scorso e predisporre le risorse necessarie a gestire, tramite apposita legge regionale, il passaggio delle funzioni e del personale che non rimarranno allocati all'interno delle attuali province.
Al termine di tre ore di confronto il Governatore Spacca si è impegnato a : 1)trovare le risorse nell'apposito capitolo di Bilancio per accompagnare il passaggio delle funzioni alla Regione o ai Comuni; 2)portare la problematica in sede di Conferenza Stato-Regioni subito dopo l'Epifania per chiedere risorse dal Governo; 3)impugnare i contenuti della Legge di Stabilità davanti alla Corte Costituzionale nella parte che riguarda le province; 4)approvare rapidamente in Giunta i contenuti della Legge che ridisegnerà le funzioni per portarla in consiglio Regionale entro gennaio.
Successivamente nell'incontro tecnico avuto con Canzian ed i presidenti presenti di Provincia (Cesetti, Derasmo, Pettinari) si è condiviso un percorso metodologico teso a definire rapidamente i contenuti della legge regionale stante il fatto che i tagli della Legge di Stabilità partono da gennaio ed è veramente a rischio la tenuta dei servizi alla cittadinanza in settori cruciali quali le strade, la scuola, il lavoro, i trasporti. I sindacati nel condividere il percorso proposto vigileranno sui contenuti dello stesso mantenendo lo stato di mobilitazione di tutti i lavoratori delle province, contestualmente ad una assidua presenza ai tavoli regionali per condividere contenuti di riforma tesi a coniugare il mantenimento del livello occupazionale con la salvaguardia dei servizi erogati alla cittadinanza.

Letture:5202
Data pubblicazione : 30/12/2014 10:04
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • paolo

    30-12-2014 21:49 - #3
    ripeto ancora una volta...non abbiate pena dei dipendenti delle provincie ke saranno tutti ricollocati....abbiate pena degli operai disoccupati dove in questa nazione governata da disonesti non hanno manco il reddito di cittadinanza una volta finiti li ammortizzatori sociali....capitoooo???
  • alex

    30-12-2014 12:54 - #2
    Governatore Spacca ma non è che stai contro i lavoratori delle province sennò Renzi non ti ricandida?
  • finalmente protagoniste

    30-12-2014 12:10 - #1
    La drammatica situazione provinciale diventa un ricco bacino di voti, speriamo non sia solo per questo che Spacca sembra essersi reso conto degli enti di area vasta.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications