Economia
Vini marchigiani al Vinitaly, dal successo ai rischi per il futuro

Allarme della Coldiretti: i piccoli produttori sotto la tagliola Ue. Carifermo celebra il vino marchigiano alla kermesse di Verona

Vini marchigiani al Vinitaly, dal successo ai rischi per il futuro

Il Vinitaly celebra i vini marchigiani, ma l'Unione europea potrebbe metterne a rischio il futuro, a danno soprattutto dei produttori che puntano sulle esportazioni.

A dirlo, è la Coldiretti regionale, che critica il protocollo sul quale sta lavorando l'Ue, che muterà la definizione di "piccolo produttore vinicolo". Chi esporta, dice la Ue, perderà i benefici di semplificazione che oggi permettono a molte aziende di eliminare il documento di trasporto cartaceo denominato “MVV”, oggi utilizzato per gli scambi intra-Ue. Ad oggi, se ne serve il 95% dei produttori italiani.

La decisione europea giunge proprio quando il nostro Paese si avvia ad approvare  il Testo Unico sul vino, che nella nostra regione porterà a un taglio di ben 710 mila ore di lavoro impiegate solo per adempiere le pratiche burocratiche.

Un paradosso, per la Coldiretti Marche, che mette gli uni contro gli altri Ue e produttori italiani, creando inutili appesantimenti a un prodotto che sta registrando vendite record all'estero. 

Un successo registrato anche a livello locale, come conferma la Carifermo che ha preso parte al Vinitaly, proprio per supportare le aziende espositrici e testimoniare l’importanza strategica della partnership tra la banca e il settore vitivinicolo.

Con una produzione di quasi 1 milione di ettolitri di vino, precisa infatti la Carifermo, la Regione Marche è al  tredicesimo posto in Italia quanto ad aziende vitivinicole, ma molto più in alto per la qualità delle produzioni.  Oltre ai vip Verdicchio, Rosso Conero, Rosso Piceno, Falerio, Trebbiano e Maceratino, è entrato a far parte delle star anche il Pecorino, che ha contribuito ad accrescere la qualità del vino di tutta la regione.

Letture:2627
Data pubblicazione : 11/04/2016 12:37
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications