Economia
Carifermo, rinnovati gli organi societari
Carifermo, rinnovati gli organi societari

Confermato Amedeo Grilli alla presidenza del consiglio d'amministrazione, mentre al posto di Alessandro Cohn, arriva alla carica di amministratore delegato Alessandra Vitali Rosati 

Presieduta dal Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo Alberto Palma, l'assemblea dei soci della Carifermo Spa ha approvato all'unanimità il bilancio d’esercizio 2015 e ha nominato i nuovi Organi societari.

Da oggi il nuovo consiglio d'amministrazione risulta così composto: Amedeo Grilli, Michele Maiani, Renato Mazzocconi, Silvano Sassetti, Alessandra Vitali Rosati, Renato Torquati, Maurizio Virgili (designati dal socio Fondazione Carifermo), Giampaolo Brianza, Andrea Livio e Giuseppe Malvetani (designati da Intesa Sanpaolo Spa). Con voto unanime il medesimo ha eletto Presidente Amedeo Grilli, Amministratore Delegato Alessandra Vitali Rosati e  Vice Presidente Maurizio Virgili.

Il Collegio Sindacale è presieduto da Giancarlo Olivieri, affiancato da Michele Viggiano e da Stefano Cominetti. Confermati i Sindaci supplenti Giuseppe Marcantoni e Rosalba Andrenacci.

Alessandro Cohn termina quindi il mandato in seno alla Banca fermana. Nominato direttore generale nel 1997 dopo aver guidato la Banca Popolare di Valdobbiadene, ed essere stato amministratore delegato di Carifermo nel 2010, ha diretto l’Istituto per quasi venti anni con professionalità,  prudenza e rigore in un periodo storico-economico di perdurante difficoltà dei mercati senza che questa condizionasse gli esiti dell’attività bancaria.

Alessandra Vitali Rosati, componente del CdA della Banca dal 2014, è il nuovo amministratore delegato e assorbe le funzioni di direttore Ggnerale. Responsabile della direzione commerciale di Intesa San Paolo Private Banking dal 2007 al 2012, ha svolto importanti incarichi in Citibank, Banco Ambrosiano Veneto e, dal 2002, in Banca Intesa, poi Intesa San Paolo.

Soddisfazione per i numeri del bilancio sono stati espressi, oltre che dalla Fondazione, anche dalla partecipante Intesa Sanpaolo. La Banca locale fermana, pilastro dell’economia del territorio, ha chiuso l’esercizio con un patrimonio di 167,3  milioni di euro confermando, con un Common Equity tier 1 (Cet1) che supera il 16%, i livelli di raro rilievo che consentiranno, nel prosieguo, di operare in piena autonomia dando forza e sostegno ai vari progetti di sviluppo locale. Pur in presenza di forti accantonamenti prudenziali e del pesante onere sostenuto per il salvataggio di altre banche in crisi, l’utile netto dell’esercizio 2015 chiude ad oltre 7 milioni.

Dopo le nomine, questa la dichiarazione del Presidente della Carifermo Amedeo Grilli: “Saluto e ringrazio i consiglieri Rodolfo Zengarini e Domenico Selva, che hanno cessato il mandato. Rivolgo  un caloroso indirizzo di saluto all’A.D. Alessandro Cohn  che ha terminato il proprio incarico. Con l’occasione desidero  ripercorrere gli aspetti salienti dell’importantissimo lavoro svolto da Cohn in questi 19 anni in cui, con  competenza e  dedizione, ha affrontato l’impegnativo compito di  realizzare i presupposti per il mantenimento dell’autonomia della banca. Ha saputo sempre  coinvolgere i collaboratori accrescendo la consapevolezza di un’appartenenza e l’orgoglio di condividere l’esperienza in una squadra che è risultata vincente. Autorevole e deciso nelle scelte, concreto e sempre mantenendosi ancorato alla realtà, ha rifuggito parole inutili e l’apparire fine a se stesso. Oggi, grazie alla sua opera ed a quella dei suoi più stretti collaboratori, Silvi e Morrone Mozzi e del personale tutto, abbiamo una banca solida e patrimonializzata orgoglio dell’intera comunità. Esprimo inoltre un augurio al nuovo  A.D  Alessandra Vitali Rosati, che ha maturato una lunga e qualificatissima esperienza nel mondo bancario, che saprà mettere a disposizione   della gestione della nostra banca locale.”

Queste invece le parole pronunciate dal Presidente della Fondazione Alberto Palma: “Si conclude dopo quasi vent’anni, per sua scelta, l’esperienza di Alessandro Cohn alla guida di Carifermo Spa. La Fondazione azionista lo ringrazia per la “svolta” da lui impressa alla Banca che oggi resiste e cresce in un mercato estremamente difficile, per la grande professionalità, la correttezza e l’equilibrio sempre dimostrati nella sua attività. Il nuovo Amministratore Delegato, Alessandra Vitali Rosati, assume l’incarico in una logica di continuità con il bagaglio di una grande esperienza nel settore bancario e con l’entusiasmo di fermana appassionata della sua terra e della nostra Banca, di cui è stata Consigliere per un biennio. A lei vanno gli auguri della proprietà per un buon lavoro".

Ha infine aggiunto il suo pensiero anche il neo ad Alessandra Vitali: “Ho deciso di accettare questo ruolo impegnativo perché nei due anni vissuti da Consigliere ho avuto modo di apprezzare il patrimonio di conoscenza e valori su cui è basata l’attività quotidiana della Banca.  Guardo con fiducia al nostro futuro: conosco lo scenario e le molte complessità che lo caratterizzano, ma so anche possiamo contare su una bella squadra fatta di persone competenti e consapevoli delle proprie responsabilità; persone che hanno saputo e sapranno costituire un riferimento costante per i nostri clienti e per il nostro caro territorio fermano”.

Letture:4313
Data pubblicazione : 03/05/2016 20:24
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
4 commenti presenti
  • Raniero Marini

    07-05-2016 11:11 - #4
    L'ennesima finta di cambio dirigenti. Congratulazioni.
  • Gian Mario Spaccia

    06-05-2016 00:09 - #3
    La banca è gestita dalle stesse persone da sempre. Bisogna fare attenzione. Poi questa banca non assume mai? Come assume?
  • joe

    04-05-2016 13:52 - #2
    da 1000 anni i cognomi a Fermo son sempre gli stessi nelle posizioni che contano.
  • alessandro C.

    04-05-2016 07:36 - #1
    Il tutto a spese dei risparmiatori Fermani.. Perché non ci fate sapere quanto ci costate ? Dirigenze ventennali e nomine ad-hoc senza esplicitare o cliteri, con logiche che potrebbero essere le stesse che hanno portato alla tragedia Banca Marche o perché no? Monte dei Paschi? C'è gente che campa sulle spalle di questa banca gestita in parte da una fondazione. Ci vorremmo vedere chiaro. Trasparenza!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications