Economia
I Confidi servono? Se ne parla a Torre di Palme in una tavola rotonda
I Confidi servono? Se ne parla a Torre di Palme in una tavola rotonda

Il tema sarà affrontato domani alle 17 a Villa Lattanzi durante l'assemblea annuale del Confidi della Cna delle Marche, alla presenza di Manuela Bora, l'assessore regionale alle Attività economiche

“I Confidi sono ancora utili al sistema economico?”. Sarà questo il tema al centro della tavola rotonda di domani, a partire dalle 17, a Villa Lattanzi di Torre di Palme, organizzata da Fidimpresa Marche, in occasione dell’assemblea annuale del Confidi della Cna Marche.

Dopo i saluti del presidente, Sabina Cardinali, sarà il direttore nazionale Fedart Fidi, Leonardo Nafissi, ad introdurre i temi della tavola rotonda, moderata da Alberto Russo, advisor bancario e finanziario. Dopo di loro prenderanno la parola l'assessore alle Attività Economiche della Regione Marche, Manuela Bora, il presidente regionale Abi, Luciano Goffi, il presidente CNA Marche, Gino Sabatini, e il direttore di Fidimpresa Marche, Giancarlo Gagliardini. Al termine si terrà l’assemblea annuale di Fidimpresa Marche per l’approvazione del bilancio 2015.

Per capire l'importanza dei confidi della nostra regione, basti guardare ai dati in possesso della Cna, secondo i quali nelle Marche i confidi artigiani sarebbero 9, con 55.217 imprese associate di cui 36.648 artigiane, pari al 75% delle imprese iscritte all’Albo, con oltre 350 milioni di euro di finanziamenti garantiti ogni anno.

Con 24.316 soci, inoltre Fidimpresa Marche sarebbe quindi il Confidi più grande della regione: nel 2015 ha garantito a 3.500 artigiani e piccoli imprenditori finanziamenti per 162 milioni di euro (di cui 104 a medio e lungo termine e 58 a breve termine). Una presenza importante anche nel contrasto all’usura: lo scorso anno sono state 22 le imprese marchigiane ad aver evitato di finire nelle mani degli strozzini grazie ai 455 mila euro concessi dal Confidi della CNA tramite il fondo antiusura, dopo che le strade dei finanziamenti bancari erano state negate.

Fidimpresa Marche fa inoltre presente di essere stato il primo nelle Marche ad aver ottenuto dalla Banca D’Italia l’iscrizione nell'albo degli intermediari finanziari vigilati, a partire dall'1 aprile 2016, in base all'articolo 106 del nuovo Testo unico bancario. Un provvedimento che avrebbe garantito all'organizzazione marchigiana l'esercizio della concessione di finanziamenti nei confronti del pubblico.

Letture:3923
Data pubblicazione : 26/05/2016 10:21
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications