Economia
Riconoscimento dell'area di crisi complessa. La Canigola soddisfatta per la firma, ma avverte: "Ora al lavoro per implementare al meglio il decreto"

E' arrivata a poco più di un mese dall'incontro del 15 novembre scorso a Roma con la Presidente della Commissione attività produttive della Camera, l'on. Barbara Saltamartini, la firma del Ministro per lo Sviluppo Economico Luigi Di Maio sul decreto che riconosce il distretto "pelli e calzature" fermano-maceratese come area di crisi industriale complessa. Un risultato importante per il nostro territorio che arriva al termine di un lungo iter impostato e avviato già nella scorsa legislatura. 

La Presidente della Provincia Moira Canigola, che a capo del Tavolo per la Competitività e lo Sviluppo si è spesa in prima persona per questa conquista, ha affidato a una nota stampa le sue considerazioni.

Riconoscimento dell'area di crisi complessa. La Canigola soddisfatta per la firma, ma avverte:

"Soddisfazione. Attendevamo da mesi questa firma perché riteniamo, dopo il lungo lavoro svolto all’interno del Tavolo provinciale per la Competitività e lo Sviluppo della Provincia di Fermo, che sia il percorso migliore per superare anni di difficoltà. Ma è un cammino complesso che dovremo seguire passo passo - scrive la Canigola -. Per trasformare la misura varata dal Governo in un vero volano è fondamentale la coesione tra le istituzioni. Le imprese hanno bisogno di strumenti adeguati alle esigenze di un territorio frammentato ma laborioso. Chiaro che di fronte a questo quadro imprenditoriale sarà fondamentale la modifica di alcuni pilastri della legge 181/89".


"Siamo consci, e parlo a nome del Tavolo in cui sono seduti associazioni di categoria e sindacali, che le reti non si costruiscono a parole, ma che serve una volontà reale, anche da parte del mondo produttivo - continua la numero uno della Provincia -. Ora che abbiamo la firma, sarà mio impegno convocare il Tavolo nei primi giorni del 2019 in modo da definire le azioni e mandare gli input necessari per riempire il documento firmato al Ministero dello Sviluppo Economico".


"Sono soddisfatta anche perché il Tavolo ha dimostrato che si può agire insieme - si legge ancora nella nota -. Abbiamo superato lo scetticismo reciproco e ringrazio la Regione che dopo la nostra pressione ha lavorato, insieme al precedente Governo e al senatore Francesco Verducci, per preparare nel modo più completo l’istanza che il ministro Luigi Di Maio ha oggi trasformato in area di crisi complessa. Questo territorio ha saputo per una volta dimostrare che di fronte a un’emergenza non esistono colori politici: ognuno ha fatto la sua parte.
Ora bisogna impegnarsi, il tempo della soddisfazione domani sarà già finito. Abbiamo voluto e ottenuto questo risultato, ma sarà nulla se non si trasformerà in posti di lavoro e rilancio dell’economia locale. Attendiamo di conoscere il decreto e poterlo così implementare e adattare al meglio come fosse la scarpa più comoda".

Letture:2336
Data pubblicazione : 21/12/2018 09:20
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications