Istruzione
Con Mus-e a Torino sculture di carta e origami dei bambini di Lido San Tommaso, Torre San Patrizio e Monte Urano

I lavori saranno esposti fino a domenica nella Fondazione “Sandretto Re Rebaudengo” di Torino, il più prestigioso centro italiano per l’arte contemporanea

Con Mus-e a Torino sculture di carta e origami dei bambini di Lido San Tommaso, Torre San Patrizio e Monte Urano

Rimarrà aperta fino a domenica prossima, alla Fondazione “Sandretto Re Rebaudengo” di Torino, la mostra “Carta in-canta”, organizzata da Mus-e Italia e Mus-e Torino con la partecipazione di diverse scuole Mus-e di tutta Italia. Tra queste, due classi della scuola “Salvadori” di Lido San Tommaso, una della scuola “Collodi” di Torre San Patrizio e una della scuola “Don Milani” di Monte Urano che fanno parte del circuito di Mus-e del Fermano. Mus-e è l’associazione onlus che, in Italia e nel mondo, si batte per promuovere l’integrazione a scuola attraverso l’arte. Fondata nel 1993 da Yehudi Menuhin, violinista tra i più grandi del XX secolo di cui ricorre quest’anno il centenario della nascita, Mus-e organizza laboratori multidisciplinari artistici che vengono offerti gratuitamente nelle scuole dove vi è una forte presenza di bambini stranieri.

 

A Lido San Tommaso, Torre San Patrizio e Monte Urano i bambini delle classi Mus-e coinvolti nel progetto “Carta in-canta” hanno realizzato bellissime sculture di carta e fantasiosi origami partendo da semplici fogli di pentagramma. Il risultato è stato particolarmente apprezzato tanto che l’artista Mario Airò, coinvolto dalla Fondazione “Sandretto Re Rebaudengo” nella predisposizione dell’ambiente espositivo, li ha scelti e posizionati insieme ad altri elaborati altrettanto significativi. Fogli in cui si aprono bocche parlanti, cuori legati da fili di carta, strani animali pieghettati, vecchi spartiti sovrimpressi con altre figure e disegni, note giganti animate, riflessioni poetiche e tanto altro è ciò che compone l’originale mostra che, insieme all’evento celebrativo di Brescia tenutosi il 22 aprile, giorno della nascita di Menuhin, con un concerto a lui dedicato che ha visto Uto Ughi protagonista, rappresenta il secondo appuntamento clou di Mus-e in Italia per il centenario della nascita del suo fondatore. Ricordiamo che la Fondazione “Sandretto Re Rebaudengo” è una delle istituzioni più importanti per l’arte contemporanea a livello nazionale e internazionale.

 

A rappresentare Mus-e del Fermano a Torino e, idealmente, le classi partecipanti, il coordinatore Carlo Pagliacci che, sin dall’inizio, segue il progetto nella nostra provincia. “Tra le varie sedi, Mus-e del Fermano risulta tra le più attive e questo” sottolinea Pagliacci “si deve all’incessante lavoro che il consiglio direttivo e in primis il nostro presidente, Enrico Paniccià, portano avanti con dedizione, impegno e coraggio. Integrazione è sempre più una parola chiave per il futuro di tutti noi, l’alternativa alla paura, al filo spinato, ai muri rialzati. Ma la vera integrazione è un passaggio maturo, consapevole, spesso sofferto nel rapporto con l’altro. È un conoscersi e riconoscersi reciproco, che va coltivato da piccoli, a scuola, dove si pongono le basi, oltre che nella famiglia, del vivere civile e del vivere insieme.”

 

In questo percorso un posto di primo piano lo ricopre proprio Mus-e che coinvolge oltre 12.000 bambini in tutt’Italia, 160 scuole, da Napoli a Torino, e 500 classi. A Fermo le classi del circuito sono 14 per un totale di circa 300 bambini che possono usufruire di un percorso triennale gratuito, nelle scuole primarie, con laboratori artistici multidisciplinari.

 

“La forza di Mus-e” conclude Pagliacci “sta soprattutto negli artisti, capaci di creare quella straordinarietà che consente ai bambini di esprimersi in modo creativo. Per questo li voglio ringraziare uno ad uno: Giampiero Catalini, Maria Rosaria Ferrara, Carla Rossetti, Roberta Rosati, Stefania Pietrani, Corrado Virgili, Roberto Paoletti, Amedeo Angelozzi, Valeria Colonnella, Lucia De Angelis, Debora Marino, Oberdan Cesanelli”.

Letture:3045
Data pubblicazione : 27/05/2016 14:16
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications