Istruzione
Sant'Elpidio a Mare. Presentato ieri il progetto "SEMAPP - guida interattiva e multisensoriale" realizzato dagli alunni delle classi terze nell'anno scolastico 2016/2017

Il progetto, che vanta il patrocinio dell'Amministrazione Comunale, è stato coordinato dai docenti Rossi, Tofoni, Marziali, Pochi e Monti ed è stato sostenuto da Enzo e Lorenzo Benigni con la consulenza storica di Giovanni Martinelli. La presentazione al pubblico avverrà il 2 dicembre p.v. al Teatro Cicconi, dalle ore 16.00.

 

Sant'Elpidio a Mare. Presentato ieri il progetto

Il progetto “SEMAPP: una guida interattiva e multisensoriale”, si è svolto nell’anno scolastico 2016/2017 ed ha visto coinvolti gli alunni delle classi 3A 3B 3C e 3D della scuola secondaria di primo grado di Sant’Elpidio A Mare.

Descrizione del progetto

L’idea nasce dall’entusiasmo che gli studenti delle classi 3A, 3B e 3C hanno dimostrato per il progetto FAI Marathon svoltosi ad Ottobre 2016 a Sant’Elpidio a Mare.

Vedere i nostri alunni tanto coinvolti, attivi e motivati a studiare gli argomenti proposti in italiano ed inglese hanno portato la collega Bernardina Rossi (insegnante di Arte e immagine e responsabile del progetto FAI) e me a pensare di poter trasformare il progetto ed ampliarlo coinvolgendo un’altra classe, la 3D.

L’idea è stata di coinvolgere maggiormente i ragazzi chiedendo loro di raccontare quanto hanno appreso del loro paese attraverso i mezzi che meglio conoscono e che più gradiscono: PC, tablet, cellulare.

Come membro del team digitale, propongo quindi ai colleghi di trasformare i materiali prodotti in formato digitale e sfruttare l’esperienza acquisita dagli studenti per creare dei prodotti multimediali a supporto dello sviluppo turistico di Sant’Elpidio a Mare.

Nel perseguire tale finalità l’idea è condivisa, oltre che con i membri del team digitale, anche con altri docenti esperti di informatica e grafica presenti nella scuola.

Da qui la collaborazione con la prof.ssa Lucia Marziali (Arte/Tecnologia/Sostegno), il prof. Gianni Monti (Matematica e Scienze / Animatore Digitale) e la prof.ssa Serena Pochi (Tecnologia) che da subito si mostrano interessati all’esperienza.

A partire dall’Ottobre 2016 i ragazzi delle varie classi hanno studiato i monumenti e la storia del centro storico di Sant’Elpidio a Mare in italiano e in lingua inglese. Hanno svolto la funzione di piccoli ciceroni in lingua italiana ed inglese durante la FAI Marathon del 6 ottobre 2016, hanno prodotto diversi materiali descrittivi dell’esperienza (disegni, cartelloni, padlet, video ed articoli sul Resto del Carlino per il concorso “Cronisti in classe”) nell’idea di creare una sorta di Storytelling che si basasse su un compito di realtà e sfruttasse diversi canali mediali oltre che le tecnologie informatiche. La partecipazione al concorso AICA/USR Marche “PROGETTI DIGITALI 2016/17” è stata ulteriore fonte di forte motivazione e stimolo per gli studenti.

 

Tipologia prodotto realizzato

Il prodotto finale è una guida ai monumenti del centro storico di Sant’Elpidio a Mare che si declina in diverse tipologie di materiale multimediale:

1) Una brochure 3D rappresentante la Torre Gerosolomitana. All’interno della brochure le pagine informative in italiano e in inglese con i disegni dei monumenti fatti dai ragazzi e il QRCode che collega la brochure alla mappa interattiva del centro storico. La brochure è realizzata con un carattere ad alta leggibilità per favorire gli utenti con problemi di DSA.

2) Una audio-guida del centro storico di Sant’Elpidio a Mare. L’audio-guida consiste in una mappa interattiva del centro storico di Sant’Elpidio a Mare realizzata con ThingLink con parte dei materiali utilizzati per la brochure e altro materiale appositamente preparato (parte dei testi e le registrazioni audio) a questo scopo; anche i testi fruibili attraverso la mappa interattiva sono in carattere che rientra tra quelli ad alta leggibilità.

3) QRCode di collegamento tra la brochure e l’audio-guida.

 

L’idea chiave

L’idea chiave è che i ragazzi della scuola secondaria di primo grado, opportunamente guidati, possono costruire dei prodotti di valore, fruibili all’esterno delle aule scolastiche.

Uno dei pensieri alla base del nostro progetto è che la didattica quotidiana deve potersi avvalere e potenziare ciò che lo studente vive e utilizza al di fuori dell’ambiente scolastico, nella sua quotidianità.

 

Metodologie utilizzate

Nello strutturare il progetto abbiamo voluto:

– ripensare gli spazi a disposizione in modo che le azioni educative e formative attuate potessero garantire il massimo accesso a tutti, una buona inclusione e alti livelli di competenze per ciascuno;

– promuovere la didattica laboratoriale e nuovi ambienti per l’apprendimento che potessero avvicinare sempre più la scuola alle esigenze degli alunni e motivarli attraverso l’uso di linguaggi e strumenti a loro familiari;

– trasformare lo scenario del “fare lezione” arricchendolo e potenziandolo di nuove e molteplici “didattiche” laboratoriali per l’acquisizione di conoscenze e competenze;

– permettere agli studenti di fruire di risorse digitali nella didattica in classe.

 

Risorse e strumenti digitali utilizzati nel corso dell’attività

La strumentazione utilizzata è stata varia e molteplice. Abbiamo fatto sfruttato e testato qualsiasi strumento ci offrisse gratuitamente la rete, fosse già a disposizione a scuola, e/o avessimo a casa noi o i ragazzi: …. PC, telefono cellulare, rete Internet, posta elettronica, Youtube, WordPress, software di elaborazione audio, editor di testo, Classi virtuali di Edmodo, Google slides, Google Drive, Camtasia, Youtube, Padlet, Thinglink, QRcode generator, software di grafica vettoriale…

 

Ricadute del progetto

Attraverso la realizzazione di questa attività progettuale gli studenti hanno acquisito capacità operative spendibili per progettare e realizzare strumenti che non sono solo mere esercitazioni scolastiche. Un cambiamento nel modo di fare didattica che rende gli studenti reali protagonisti del loro apprendimento.

 

Possibili sviluppi

Il progetto non è terminato. Abbiamo già pensato come ampliarlo e portarlo avanti. Se siete curiosi potete trovarne la descrizione all’interno del POF della scuola.

A conclusione di questa relazione un ringraziamento a tutti quelli che hanno collaborato e soprattutto loro, i nostri ragazzi, con l’augurio che il percorso fatto insieme sia il trampolino di lancio per tante altre esperienze stimolanti e soddisfacenti.

Letture:2056
Data pubblicazione : 28/11/2017 11:33
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications