Istruzione
L'ITE e il Comune di Amandola si preparano ad accogliere i nuovi iscritti e ad ampliare la base formativa

A pochi giorni dalle iscrizioni, l’Omnicomprensivo di Amandola e l’Amministrazione Comunale si preparano ad accogliere al meglio i nuovi iscritti alle classi prime dell’Istituto Tecnico ECONOMICO e ad ampliare la già ricca base formativa offerta da anni dall'istituto, da sempre, uno dei plessi più apprezzati della zona.

 

L'ITE e il Comune di Amandola si preparano ad accogliere i nuovi iscritti e ad ampliare la base formativa

L’Omnicomprensivo infatti ha appena ricevuto comunicazione dal MIUR dell’avvenuto finanziamento di tre PON (Programma Operativo Nazionale finanziato dai Fondi Strutturali Europei) di cui due riguardano direttamente gli studenti dell’ITE.

Grazie a tali finanziamenti, gli studenti dell’ITE godranno di un potenziamento delle attività di Alternanza scuola-lavoro e di un rafforzamento delle competenze di base per quanto riguarda l’italiano, con un corso di giornalismo, con la lingua straniera, con un corso di lingua russa e con una convenzione formativa innovativa con il comune di Amandola sede di alcuni stage.

Tali iniziative avranno una benefica ricaduta non solo sulla scuola, ma su tutto il territorio montano.

Le novità non sono finite, infatti, per coloro che decideranno di iscriversi al primo anno dell’Istituto Tecnico Economico, ci sarà anche un forte aiuto economico per sostenere le famiglie nelle spese scolastiche.

L’Amministrazione Comunale di Amandola, sempre attenta alle problematiche dell'istituto e disponibile a fornire un aiuto concreto alla scuola ed alle famiglie per il miglioramento dell’offerta formativa, nella persona del Sindaco, Marinangeli, si è impegnata ad erogare un contributo di circa € 200 ad ogni nuovo iscritto alle classi prime dell’ITE oltre al pagamento delle tasse di iscrizione al nuovo anno scolastico pari a circa altri 65 euro.

Tale contributo di sostegno alle famiglie verrà direttamente consegnato agli studenti sotto forma di aiuto allo studio per un parziale rimborso delle spese di trasporto o di acquisto libri

Al tempo stesso, l’lstituto Omnicomprensivo rimborserà agli iscritti al primo anno, le spese sostenute per effettuare due esami ECDL (la patente europea del computer).

Ancora una volta, quindi, Scuola e Amministrazione comunale uniscono i loro sforzi per soddisfare le esigenze del territorio e per aiutare i giovani a crescere ed a diventare cittadini europei competenti in un momento particolarmente difficile per la vita delle famiglie e dell'area del cratere .

Inoltre l'istituto verrà completamente ristrutturato ed adeguato dalla Provincia di Fermo con un grande finanziamento della Regione di quasi 2 milioni di euro per garantire una sempre maggiore sicurezza dell'immobile, aumentare la qualità dei servizi e la funzionalità interna ma soprattutto potenziandone le disponibilità di nuovi spazi innovativi.

Una crescita strutturale unita a quella funzionale e didattica che farà dell'istituto uno dei centri maggiormente qualificati dell'entroterra marchigiano aperto ad accogliere fino d'ora nuovi indirizzi e nuove funzioni che la rete scolastica regionale vorrà assegnarle.

 

 

Letture:805
Data pubblicazione : 13/01/2018 16:31
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • roba da matti 16/07/2018 21:01 - #3
    Il classico non è vecchio, è antico ! Il classico è antico come Fermo, come i palazzi più belli che ci sono in Italia ! Ed è situato in un palazzo bellissimo, nobile, solido, con un significato, sia come costruzione, sia come posizione, al centro della vita cittadina. Ci sono molte aule luminose , molte a misura di una classe con numeri umani, ma sempre, sempre, sempre migliori di quelli di qualsiasi nuova scuola, che in pochi anni si degrada, vedi ragioneria e scientifico, edifici di una bruttezza e trascuratezza uniche. Per non parlare della bellissima biblioteca, con volumi rari e antichissimi, degli spazi comuni a misura d'uomo, in cui ci si incontra, non ci isola in anonimi corridoi. Bisognerà fare un corso a certi genitori, che capiscano a che tipo di scuola iscrivono i loro figli ! Anche Fermo è antica, la vogliamo abbattere o tenerla come museo ? Aspirazione di gente incolta e con scarsa sensibilità etica, estetica e sociale, in genere gente molto egoista. Certo, dal sindaco tutti si aspettavano di rimettere presto e bene in piedi l'edificio storico dell' Ugo Betti, impareggiabile e unica scuola media, che sarà rimpianta per generazioni, come è già rimpianta da alunni e insegnanti, e che difendesse a spada tratta il liceo classico nel cuore di Fermo: così non è stato, la storia darà il suo giudizio sui piccoli personaggi che, purtroppo, hanno avuto in mano il futuro di Fermo e il futuro dei nostri giovani.
  • franco 05/07/2018 20:11 - #2
    ILOCALI DEL CLASSICO NON SONO IDONEI DA TEMPO PER UNA ISTITUZIONE SCOLASTICA, NON TAPPIAMOCI GLI OCCHI.AULE SEMI INTERRATE, FORTE UMIDITA', MANCANZA LABORATORI E PALESTRA IDONEI. ORAMAI E' UN FABBRICATO VECCHIO DA DISMETTERE. INUTILE INSISTERE
  • un fermano 28/05/2018 22:13 - #1
    Non riesco a capire quei genitori che , pur credendo che i loro figli siano in pericolo di vita andando al liceo classico di Fermo, hanno continuato a mandarli l'anno scorso e quest'anno, in massa, persino i più scalmanati e terrorizzati: nessuno si è ritirato, nessuno. Si vede che poi, alla fine, tutta questa paura è solo strumentale, a che cosa , si vedrà, forse mania di protagonismo, delirio di onnipotenza, disagi psicologici. Non è gente che ama Fermo, di sicuro.
Aggiungi il tuo commento

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications