Istruzione
TCO di Fermo. Filippo Petracci si aggiudica il secondo posto al Certamen Latinum di Macerata: “Una lingua sinonimo di humanitas e conoscenza”

Filippo Petracci, del 4C Liceo Scientifico “Temistocle Calzecchi Onesti” di Fermo, ha portato a casa il secondo posto al Certamen Latinum organizzato dal Liceo Classico “Leopardi” di Macerata. Prima classificata una studentessa del quinto del Liceo “Leopardi”. Questa mattina la Preside del TCO Marzia Ripari, la Professoressa Micaela Borraccini e il vincitore, insieme a sua madre, hanno parlato di questo importante traguardo per l’Istituto Fermano e per Filippo.

TCO di Fermo. Filippo Petracci si aggiudica il secondo posto al Certamen Latinum di Macerata: “Una lingua sinonimo di humanitas e conoscenza”

Sabato 24 marzo, 44 studenti provenienti da Marche, Abruzzo e Umbria si sono seduti sui banchi dell’Università di Macerata e hanno affrontato la versione di Sallustio del De Bellum Iugurthinum, una digressione sull’Africa di 25 righe molto complessa. Una prova corretta poi da un’illustre Commissione Universitaria di Macerata e da una docente del Liceo Leopardi.

“Non era un facile autore – ha spiegato il bravissimo Filippo. L’abbiamo affrontato a inizio anno in letteratura, insieme a Cicerone. Due autori molto complessi nella loro diversità. Ho consegnato la prova all’ultimo, mi sono preso tutte le cinque ore disponibili, perché dei dubbi ci sono sempre, ma sapevo di aver fatto una buona traduzione ed ero molto soddisfatto del lavoro.”

Come spiega la Preside Marzia Ripari, “il Certamen caratterizza principalmente i Licei Classici ma spesso vengono coinvolti anche gli Scientifici. Questa vittoria conferma la preparazione degli studenti ed è un risultato che ci inorgoglisce.”

Le fa eco la Professoressa Micaela Borraccini parlando di “una vittoria che conferma la preparazione e soprattutto la passione dei nostri studenti. Nonostante le ore destinate alla lingua latina siano tre, meno rispetto a un Liceo Classico, questa è la conferma che lo Scientifico è una scuola completa, un’eccellenza.”

La parola poi al vincitore. “Quello che mi piace della lingua latina, per cui c’è una forte passione, è soprattutto la valorizzazione della cultura, l’humanitas, la civilizzazione – ha spiegato Filippo. La cultura civilizza le persone e innalza l’uomo, la nostra natura animale è raffinata appunto dalla conoscenza. Per questo penso sia importante rivalutare il latino perché trasmette dei valori che si stanno perdendo.”

“Mi piacciono molto di più le materie umanistiche – ha continuato Filippo. Con il latino e con l’italiano mi sforzo molto meno, mentre con le scientifiche spesso passo molto più tempo sui libri. Il latino però mi aiuta nella matematica e nella fisica, mi dà il metodo per affrontarle, penso sia fondamentale.”

Per quanto riguarda il futuro Filippo sembra avere le idee ben chiare “Mi attrae la giurisprudenza. Durante il periodo di alternanza scuola lavoro ho fatto la pratica nello Studio Legale di Andrea Agostini, a Porto San Giorgio: mi ha portato con sé in Tribunale, al Tar e alla Corte di Appello di Ancona. Ho assistito a un procedimento in Tribunale e spesso il Giudice utilizzava il latino durante l’esposizione giuridica e questa è una cosa che mi piace, posso non perdere il latino facendo legge.”

Un 17enne sveglio e acuto come conferma la Professoressa Borraccini: “Durante le lezioni Filippo, come molti altri alunni, ha sempre dimostrato la sua attenzione e la sua concentrazione senza mai perdere un passaggio delle lezioni e intervenendo con osservazioni acute. Stiamo stimolando una corda del ragazzo che è già tesa e questo di lui mi ha sempre colpito.”

Insieme a Filippo hanno partecipato al Certamen anche Michele Mignano e Lucrezia Palmieri della stessa classe e Francesco Marziali del 4BS.

“La cosa che mi ha fatto piacere – continua la Professoressa - è che spesso si fa fatica a coinvolgere i ragazzi in questo tipo di esperienze invece loro mi hanno subito detto “sì, andiamo”. C’è un rapporto in termini educativi che funziona, loro si affidano a noi e provano, c’è una grande competenza acquisita.”

“Andare indipendentemente dai risultati – continua la Borraccini - perché per gli studenti è comunque un percorso formativo, un’esperienza importante. La grande disponibilità: è questa la bellezza della giovinezza dei ragazzi. Per me è stata una conferma il sapere che altri colleghi, in particolare docenti universitari, hanno dato questa valutazione.”

“Anche se siamo un Liceo Scientifico ci siamo anche noi” sono concordi la Preside e la Professoressa nel “valore aggiunto e nella capacità di adattarsi che un profilo liceale, e soprattutto scientifico, anche attraverso la logica e il ragionamento, conferisce allo studente.”

“Un lavoro in team tra colleghi mirato ad affrontare il percorso universitario” questo l’obiettivo del corpo docente del Liceo Scientifico come ribadisce la Preside Ripari. “È importante per gli studenti – continua la Dirigente – affrontare insieme ad altri studenti questa prova, un momento condiviso che si diversifica da quello contestualizzato e ordinario della scuola”, una scuola che si è confermata ancora una volta eccellenza del nostro territorio.

Per Filippo oltre all’attestato, anche un premio in denaro di 300 euro.

Letture:4156
Data pubblicazione : 26/03/2018 13:23
Scritto da : Alessandra Bastarè
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications