Istruzione
Boom di iscritti, la facoltà di ingegneria gestionale cerca nuovi spazi. Due idee al vaglio, Calcinaro: "Riportare l'università in centro storico"

L'università a Fermo è una realtà in costante espansione. In particolare, i numeri della facoltà di Ingegneria gestionale continuano a crescere in maniera esponenziale anno dopo anno.

Dal 2013 ad oggi le nuove immatricolazioni alla triennale sono cresciute di oltre il 130%: si è passati infatti dai 63 iscritti dell'anno accademico 2013-2014 ai 146 dell'anno accademico 2017-2018. Un trend espansivo che non accenna assolutamente a fermarsi, anzi. Se nel 2015-2016 l'incremento di iscritti al primo anno era stato di quasi il 17% e nel 2016-2017 di poco più del 13%, l'anno accademico in corso ha fatto registrare un autentico boom, un +32,72% che ha portato le iscrizioni da 110 a 146.

Il tutto per una popolazione complessiva, considerando gli studenti di tutti gli anni della triennale e della magistrale, che sfiora ormai le 500 unità.

Boom di iscritti, la facoltà di ingegneria gestionale cerca nuovi spazi. Due idee al vaglio, Calcinaro:
La sede della facoltà di ingegneria gestionale in via Brunforte

“Quello di ingegneria gestionale è un trend di crescita ormai consolidato – commenta il sindaco di Fermo e Presidente dell'Ente Universitario del Fermano Paolo Calcinaro – dettato anche dalle percentuali molto alte di impiego che questo corso di studi assicura agli studenti (il 91,3% dei laureati magistrali in Ingegneria Gestionale è occupato a tre anni dal conseguimento del titolo, con una retribuzione netta mensile pari a 1.323,00 € rispetto ai 1.268,00€ della media nazionale - dati UNIVPM), quindi stiamo valutando alcune soluzioni per arrivare ad un ampliamento degli spazi a disposizione della facoltà”.

Una necessità ormai impellente, anche considerando la decisione già presa e ufficializzata dall'Università Politecnica delle Marche di sdoppiare il corso di laurea a partire dall'anno prossimo, dividendo gli studenti in base alla lettera iniziale del proprio cognome (AL/LZ). “Abbiamo già un paio di idee, che presuppongono l'impiego di immobili che oggi non sono più usati in seguito al sisma, come per esempio quello della scuola Ugo Betti – spiega Calcinaro, che preferisce invece glissare sull'altra possibile opzione – in ogni caso, se ci sarà effettivamente un'espansione, l'obiettivo dovrà essere quello di riportare l'università nel centro storico”.

 

A breve, annuncia il sindaco, ci sarà un incontro ufficiale con l'Univpm per affrontare in concreto la questione. “Quello di ingegneria gestionale è un corso che sta avendo un successo che non ci immaginavamo – commenta soddisfatto il Preside della Facoltà di ingegneria di Ancona, il prof. Dario Amodio -. Ci siamo impegnati molto e abbiamo sempre creduto in questo progetto, ma il riscontro che abbiamo avuto ha superato ogni più rosea aspettativa. La cosa più importante, poi, è il riscontro delle aziende, che sono molto contente dei nostri laureati e continuano a richiedercene altri. Per il momento quello che siamo riusciti a mettere in moto è senza dubbio un processo virtuoso”.

Un processo virtuoso che, sottolinea sempre il prof. Amadio, sta riguardando tutta Fermo, anche con iniziative come quella delle “Lauree in Piazza” che hanno avvicinato la facoltà alla vita della città, coinvolgendo persone che magari non sapevano nemmeno dell'esistenza nel capoluogo di questo corso di studi.

Amodio poi cita anche un piccolo “esperimento” proposto dal Rettore dell'Univpm Sauro Longhi che, in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico in corso, domandò ai ragazzi presenti quanti provenissero da Fermo e dintorni e quanti fossero invece studenti fuorisede: “La grande maggioranza di loro alzò la mano per indicare la seconda opzione  – ricorda il preside – e questo elemento sta facendo sì che si crei sempre di più la connotazione di Fermo come città universitaria: un risultato di cui l'Euf è molto contento e che gli sta dando la volontà di continuare a investire”.

Anche perché, è bene sottolinearlo, tra gli studenti del corso di laurea in ingegneria gestionale, quelli di infermieristica e quelli del Conservatorio, la popolazione universitaria del capoluogo si aggira ormai intorno ai 1000 ragazzi, che rappresentano un patrimonio fondamentale per l'economia e la vitalità dell'intera città.

Letture:1930
Data pubblicazione : 18/04/2018 15:38
Scritto da : Andrea Pedonesi
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications