Lavoro
L'Italia che va. Innovare nella tradizione

Un nuovo complesso immobiliare è stato inaugurato a Porto San Giorgio. Sorge in piazza Manzoni e può definirsi a tutti gli effetti eco sostenibile. E' stato costruito con materiali d'avanguardia e secondo gli ultimi criteri di rispetto ambientale e risparmio energetico.

L'Italia che va. Innovare nella tradizione

Il taglio virtuale del nastro c'è stato sabato 17 novembre alla presenza di autorità, maestranze, cittadini e imprenditori del settore edile.
Dopo l'inaugurazione, al David Palace Hotel si è svolto un interessante convegno sul tema “Le nuove frontiere della casa eco sostenibile” con la
relazione del professor Costanzo Di Perna, docente presso la facoltà di Ingegneria di Ancona, che ha parlato del “Contesto tecnico e normativo della casa eco sostenibile”.
L'incontro è stato anche l'occasione per un giudizio sul settore edilizio che risente pesantemente della crisi economica. Una crisi, ha spiegato  l'amministratore unico della Lungomare Srl, Massimo Valentini, figlia di tanti errori, primo tra tutti il fortissimo indebitamento, e poi l'assenza da parte delle pubbliche amministrazioni di una pianificazione di area vasta che ha incentivato la speculazione fondiaria, il terrorismo fiscale che ha penalizzato l'investimento immobiliare. Errori che hanno portato come conseguenza un eccesso di offerta, la presenza di tanti soggetti speculativi, il consumo incontrollato del territorio, infine la bassa qualità edificatoria.
Oggi, ha fatto osservare Valentini, la contrazione è clamorosa: dalle ottocentomila compravendite annuali si è passati alle 400 mila.
Dalla crisi però emerge anche una nuova domanda abitativa. Una domanda con la quale le imprese dovranno confrontarsi. Riguarda la sensibilità ambientale, l'inserimento armonico in un contesto, la bellezza del manufatto, la ricerca del risparmio energetico. La scelta attuale va a favore di una abitazione sostenibile e “intelligente”. La richiesta è anche quella, se non soprattutto, di adeguata sicurezza sismica.
Ma come si è mossa la Lungomare Srl?
“Per rispondere alle nuove esigenze – spiega Massimo Valentini- abbiamo bisogno di uno scambio di intelligenze. Questo vuol dire creare team e reti di imprese su progetti specifici. Creare collaborazione per dare sempre maggiore qualità”.
L'architetto Andrea Valentini, che è stato anche il progettista del nuovo complesso, usa uno slogan che bene sintetizza il modo di costruire della Lungomare Srl: Innovazione nella Tradizione.
“L'innovazione, dice, è necessaria. Specie nel campo dell'eco sostenibilità e risparmio energetico. Tra l'altro esistono direttive europee che impongono adeguamenti per le nuove costruzioni entro il 2020, per gli edifici pubblici sarà il 2018”.
La Tradizione è data invece dal ricorso ai prodotti come il laterizio, al riutilizzo della calce idraulica naturale, che è il prodotto più sano per eccellenza, e della tinteggiatura ai silicati, che è inodore.
Insomma, costruire bene si può. Eco sostenibile, si deve.
Gli esempi non mancano.



 

Letture:1378
Data pubblicazione : 04/12/2012 11:02
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications