Lavoro
Arriva l'ok da Bruxelles per il Piano di sviluppo rurale delle Marche

Il rapido via libera giunto da Bruxelles per il Piano di sviluppo rurale delle Marche è positivo ma ora occorre attivare da subito il Tavolo verde per concertare i bandi per le imprese e consentire di far partire gli investimenti, creando reddito e lavoro. Ad affermarlo è la Coldiretti Marche dopo l'approvazione da parte della Commissione Europea del nuovo Psr che prevede fondi per 538 milioni di euro.

Arriva l'ok da Bruxelles per il Piano di sviluppo rurale delle Marche

"Uno strumento importante per sostenere gli sforzi delle nostre imprese verso un'agricoltura multifunzionale e innovativa – sottolinea Tommaso Di Sante , presidente di Coldiretti Marche –, nella consapevolezza che il settore primario è forse l'unico dove ancora si investe nonostante la crisi". "A tale proposito abbiamo già chiesto all'assessore regionale all'Agricoltura, Anna Casini l'attivazione del Tavolo Verde – aggiunge Enzo Bottos, direttore regionale della Coldiretti – sul quale andranno concertati i bandi per le imprese agricole vere in modo da garantire una piena efficacia della spesa e, con essa, la possibilità di creare ricchezza sull'intero territorio".

Secondo un'analisi Coldiretti su dati Istat, l'agricoltura marchigiana che può contare oggi su una superficie agricola utilizzata di 472.000 ettari, mentre la superficie totale agricola ammonta a 616.000 ettari, il 66 per cento della superficie complessiva della regione (936mila ettari), che resta così una delle più rurali d'Italia. A gestire questo patrimonio sono 45mila aziende agricole registrate all'Istat sono 45.000, di cui 29.000 iscritte alla Camera di Commercio.

Letture:3129
Data pubblicazione : 31/07/2015 09:22
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
0 commenti presenti
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications