Politica
Fermo. Urbanistica. Nota congiunta della minoranza: “Sulle zone B gravi disattenzioni e ritardi, imputabili a disaccordi interni alla maggioranza”

“Il 28 gennaio 2014 – esordisce la nota congiunta di Forza Italia, Fermo Libera, Alleanza di destra - il consiglio comunale di Fermo ha approvato la variante relativa alle zone B. Approvazione resa possibile, visto il voto contrario di Sel, dal comportamento responsabile della minoranza che non si è opposta, ritenendo vi fossero legittime aspettative nella cittadinanza”.

Fermo. Urbanistica. Nota congiunta della minoranza: “Sulle zone B gravi disattenzioni e ritardi, imputabili a disaccordi interni alla maggioranza”

Minoranza fermana che aggiunge: “Come spesso è accaduto in questi tre anni di giunta di sinistra, per le proposte di delibera riguardanti l’urbanistica, il provvedimento è stato portato in consiglio all’ultimo minuto. Malgrado tutto, l’amministrazione ha esultato, pur non avendo i numeri per governare. Il sindaco Brambatti e l’assessore Rossi auspicarono che “l’iter in provincia fosse breve e si potesse procedere presto all’approvazione definitiva”. C’è un però. La normativa regionale in materia ( L.R. 34/92 e successive modificazioni) prevede che nei 30 giorni successivi all’adozione definitiva, la variante venga trasmessa alla Giunta provinciale per un parere di conformità da esprimere entro 180 giorni. Il termine è decorso invano, l’atto non è stato ancora inviato alla provincia di Fermo”.

Da qui una serie d'interrogativi: “Che cosa comporterà ciò per i cittadini in attesa? C’è il rischio di dover iniziare l’iter daccapo o si tratta solo di un inutile dilazione dei tempi amministrativi? Abbiamo più volte chiesto a questa amministrazione un cambio di marcia soprattutto in un settore strategico come l’urbanistica. Purtroppo non ci sono segni in tal senso. Pure su argomenti che costituiscono priorità programmatiche, come le zone B, verifichiamo gravi disattenzioni e ritardi, imputabili a disaccordi interni alla maggioranza. Tale disagio è stato confermato dal voto favorevole e unanime di maggioranza (escluso Morroni, FdS ) e minoranza, alla mozione per la costituzione di una commissione di controllo e garanzia riguardante l’urbanistica, che di fatto sfiducia l’assessore Rossi”.

Letture:2428
Data pubblicazione : 06/03/2014 08:55
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
11 commenti presenti
  • mendicante

    06-03-2014 19:11 - #11
    Morroni entra da tesserato di Rifondazione. La FdS non esiste più a livello nazionale, non ha segretari né rappresentanti (in realtà non è mai nata). Il PRC nel suo ultimo Congresso ha consacrato la fine dell'esperienza della FdS. Quindi la FdS non esiste più, e questo è un fatto. Detto questo, io non volevo né voglio fare l'assessore in assoluto, men che meno lo farei in una coalizione come questa, inconcludente e allo sbando.
  • Gaetano

    06-03-2014 17:59 - #10
    Anche se molto in ritardo siamo arrivati a una conclusione banale ma da sottolineare: la federazione della sinistra non esiste. Nel senso che è un paravento ipocrita dove si rifugiano personaggi che sono sempre stati integrali al neoliberismo e dentro la nato. Ciò è stato dimostrato dalla loro storia fallimentare e dalle loro scelte orribili di votare la peggiore immondizia prodiana: dai lager della turco-napolitano alla precarietà sul lavoro del pacchetto Treu benedetta dalla cgil ( tutta robba sinistra ) I sopravvissuti di rifondazione e pdci si danno una mano di vernice diversamente piddina ma sono sempre gravitati nella nebulosa del pd servendolo. Il comunismo è un ideale lontano anni luce da certi aspiranti a poltroncine varie buoni solo a combinare i danni che vediamo e a restare aggrappati alle poltrone come dei perfetti opportunisti berlusconiani. Son rimasti solo amici e parenti a votarli. Ora ci riprovano con tzipras: ammucchiata locale di comodo che vede elementi di rifondazione e pdci fare da reggicoda a Buondonno e poi sel.. insomma il meglio del peggio! the end! :)
  • X Rastelli

    06-03-2014 17:06 - #9
    Perchè parla di tempi oggi invece di ricordarsi che 8 anni fa con le controdeduzioni quelle aree b che erano presenti nel PRG e non verificavano con le dovute modiche sarebbero state approvate nel 2006. Questa variante è servita per fare le elezioni provinciali del 2009 non per chi ne aveva bisogno e cioè i cittadini. NON TUTTI DIMENTICANO!!!!!
  • Baghetti Giangiacomo

    06-03-2014 16:20 - #8
    Dare a Cesare quello che è di Cesere..Questo insegna la storia. Ora dai giornali, salvo smentite dalla commissione urbanistica presieduta da Rastelli, apprendiamo che su Via Respighi si va verso l'annullamento dei Permessi di Costruire a partire dal 2011..(perché proprio quello...e non quello del 2012??? Forse perché rilasciato nell'era Di Ruscio???)...Con questa notizia, se confermata, si va verso quella che alcuni tecnici-politici, avevano prospettato mesi or sono (Ferracuti, Benni,Traini,Mancinelli...)...proposta mai tenuta da conto dall'amministrazione comunale che, invece, continuava a trattare con le ditte..Cosmo..Coop Adritica ecc.ecc. segno della poca consapevolezza della gravità del problema....o forse per trovare l'alibi di essere stati loro, (Rossi-Rongoni), i salvatori della patria, cosa che a quanto pare non è...!!! Sicuramente, oggi, più di ieri ci troviamo nella consapevolezza che l'urbanistica a Fermo è, non assessorato ma una sorta di fai da te....!!!Più un parco giochi che una reale e concreta risposta alle tematiche urbanistiche...una continua improvvisazione su temi che hanno risvolti anche sulla credibilità delle istituzioni.... E' del tutto evidente che esiste, per l'amministrazione, un tema oggi centrale, sul che fare di questo settore e sul continuare a credere a chi ha gestito questo settore per ben tre anni sia dal punti di vista tecnico che politico.....!!! Sia il primo che il secondo,(Rossi-Rongoni), sono scelte volute e, non subite, della attuale amministrazione, quindi, su tale tema Di Ruscio non è responsabile di nulla, anzi...!!! Ora, le strade della Brambatti dopo il quasi abbandono di Trasatti sono ancora più ristrette e accidentate...!!! Che fare??? O cambiare o.... chiudere...per buona pace di questa città che per ben tredici anni e più anni ha subito l'onta di non avere degni e competenti rappresentanti politici. Un consiglio a Mendicante...Morroni è... Morroni come Rossi è...Rossi..come la Brambatti è...la Brambatti...!!! Non occorre nessun comento su di loro è, e sarà, la storia a dire quanto questi personaggi hanno pesato ed influito per rinnovare e migliorare questa città...!! Qualcuno dice nulla, qualcuno niente, qualcuno affatto... basta fare la somma di queste tre ipotesi e dividere per tre per rendersi conto del...NULLA....tutto il resto è...FUFFA...!!!
  • RUSTICHELLO

    06-03-2014 13:21 - #7
    Tranquilli, non succede nulla..tutto regolare!!! Ma la domanda..sorge spontanea..Perchè Rastelli, visto che è, o presumo tale, in base alle notizie di stampa, presidente della "famigerata" commissione di indagine sull'urbanistica fortemente voluta da TUTTI,(...)in tanti anni di mala urbanistica, invece di andare sulla stampa per marcare una "presenza" non fa lavorare la commissione a pieno regime ed entro un mese ci illustra i risultati? A proposito quando avremo l'onore di conoscere i "membri" di detta commissione? Penso che saranno i più bei giorni di...Carnevale...Altro che Porto San Giorgio!!!
  • rosicante

    06-03-2014 12:07 - #6
    morroni fa parte ed entra in consiglio con la lista nella quale eri anche tu mendicante, poi si è ormai ben capito da tre anni che volevi fare l'assessore, da quando la federazione della sinistra ha proposto altri.. fatti proporre dalla tua lista e cosi sostituisci rossi, potrai dare perle di saggezza alla città e al mondo e guiderai questa città verso il futuro
  • alberto

    06-03-2014 11:51 - #5
    L'assessore all'urbanistica Paolo Rossi è stato sfiduciato da tutto il consiglio comunale tranne dal consigliere Andrea Morroni eletto come Rossi nella stessa lista federazione della sinistra, sono rimasti solo loro due, anche la sindaca ha votato con gli altri. Un messaggio forte e chiaro recapitato dal consiglio comunale a Rossi, da cui mi sarei aspettato immediate dimissioni, ma questo non è accaduto. Quello che scrive la minoranza sulle zone B mi lascia indifferente, perchè ci sono abituato ai comportamenti umanamente incomprensibili della maggioranza e questo è solo l'ultimo di una lunga serie. Un saluto all'assessore Francesco Trasatti, l'unico che canta fuori dal coro che stecca sempre, con la prima voce Brambatti senza commento.
  • ha ragione Massimo, purtroppo

    06-03-2014 11:28 - #4
    perché l'assessore all'urbanistica di Fermo, già più volte sfiduciato con la nomina di una commissione di indagine, non si dimette?
  • mendicante

    06-03-2014 11:03 - #3
    La FdS non esiste. Morroni è battitore libero, o gruppo misto.
  • Massimo

    06-03-2014 10:53 - #2
    Al sindaco Nella Brambatti si possono imputare tante manchevolezze, la prima e più grave che non ha saputo amministrare la città, lasciata in balia degli eventi, per l'assessore Rossi non capisco perchè non si è dimesso, in quanto ha tutti contro e continua a far finta di niente, ma.La minoranza è robetta, con il malcontento generalizzato che c'è per Fermo contro l'amministrazione basterebbe poco per costringerli a dimettersi, datevi una svegliata.
  • fatela finita Brambatti

    06-03-2014 10:23 - #1
    L'opposizione ha ragione, la sinistra è da 3 anni che ci porta in giro, ma il loro limite è quello di non averli rispediti ancora a casa. Il fatto che l'assessore Rossi sfiduciato da tutti continui a stare al suo posto è colpa della Brambatti che avrebbe dovuto ritirare la delega e della maggioranza che non conta un tubo. Ma la domanda delle domande è "chi comanda in comune ??????????". Un saluto all'assessore alla cultura Trasatti, in conflitto con la Brambatti che sembra controllare ogni sua mossa, ma perchè non li abbandoni e ti dimetti, faresti bella figura e li lasceresti al loro destino chè è di ................, tutt'altro che roseo.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications