Politica
I giovani amministratori. L'esempio degli eletti ad Amandola.

I giovani tornano ad occuparsi della res publica. Ne vediamo finalmente alcuni ad amministrare paesi e città. Questa generazione tanto criticata mostra i suoi lati migliori. Amandola ad esempio, dopo il voto del 25 Maggio scorso, non ha solo una nuova amministrazione comunale ma ha anche ben due giovanotti di belle speranze, tra gli amministratori: Giacomo Piccinini e Piergiorgio Lupi, 22 e 21 anni rispettivamente.

I giovani amministratori. L'esempio degli eletti ad Amandola.

Li abbiamo invitati a rispondere a qualche nostra domanda per sapere cosa li avesse motivati ad impegnarsi in un momento così difficile nella gestione dei comuni in genere.

1) A pochi giorni dalle elezioni appena avvenute, qual è lo stato d'animo che vi rappresenta?

Siamo determinati, entusiasti e fiduciosi. Anche se ancora non ci rendiamo del tutto conto della grande responsabilità che ci è stata data, ci siamo già messi al lavoro per realizzare sin da subito il nostro programma e le nostre idee per Amandola.

2) Cosa vi ha spinto a mettervi in gioco in un'età sicuramente, "inesperta" per la politica, anche se locale?

Ci ha spinto la comune volontà di cambiare le cose, di cambiare il modo di fare politica, di cambiare il modo di amministrare questa città. E chi meglio di noi giovani può portare nuove idee e voglia di fare?

3) Vi aspettavate un risultato personale con tali numeri? 132 e 120 preferenze personali.

Non ci aspettavamo un exploit del genere, sapevamo di essere appoggiati dalla maggioranza dei giovani amandolesi, ma questo risultato è stato al di sopra di ogni più ottimistica aspettativa.

4) Ora avete il compito di rappresentare tanti giovani amandolesi, quali i vostri presupposti, i vostri obiettivi in sintonia con la giunta tutta in tale direzione?

Uno dei pilastri fondamentali del nostro programma è stato, è e sarà la partecipazione attiva alla gestione della cosa pubblica. In questa direzione va la costituzione delle varie consulte, in particolare quella dei giovani, e l’istituzione del consiglio dei ragazzi per coinvolgere anche i teenager non ancora maggiorenni. Oltre alla partecipazione siamo già attivi per l’apertura della biblioteca comunale dotata di wi-fi free e dello sportello Europa per sfruttare tutte le opportunità che l’Europa dà ai giovani e ai cittadini in generale (stage, scambi e finanziamenti) e per la rivalutazione di Piazza Alta da troppi anni trascurata e lasciata al degrado più completo.

5) Quali pensate siano i pregi che Amandola ha, ma che ancora non è stata in grado di sfruttare appieno?

Tutto ciò che è stato sottovalutato in questi anni. Il paesaggio, le bellezze storico artistiche e le tante diverse associazioni.

6) Cosa chiedete ai vostri concittadini ora che siete pienamente attivi per la vostra città?

Continuiamo a chiedere quello che abbiamo chiesto in campagna elettorale. Partecipazione continua e collaborazione totale, con l’amministrazione e tra i cittadini tutti.

7) Come ci si sente Piergiorgio ad essere assessore all'Europa e alle politiche giovanili? Questa divisione di 2,5 anni a testa, era obbligatoria?

Lupi: Carico di responsabilità, ma felice dell’opportunità che mi è stata data, sicuro di una stretta collaborazione con Giacomo, con tutto il consiglio comunale e con i cittadini amandolesi. La divisione di 2,5 anni a testa non ci è stata imposta da nessuno ed è puramente formale. Non ci interessano le cariche, non ci interessa il titolo di assessore, ci interessa di lavorare per il futuro della nostra città! Noi siamo una squadra e lavoriamo insieme. Cambiamo insieme Amandola!

 

Letture:2314
Data pubblicazione : 11/06/2014 07:56
Scritto da : Marco Squarcia
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • Aragorn

    11-06-2014 13:01 - #1
    res publica...una "B" sola... A proposito della biblioteca comunale...per apertura s'intende anche il recupero e la catalogazione di tutto il patrimonio librario lasciato marcire chissà dove per tutti questi anni?
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications