Politica
Porto San Giorgio. Dibattito sul testamento biologico. Fratelli d'Italia: “ La caccia ai voti per le regionali è aperta e SEL ha deciso di portare di nuovo in scena il testamento biologico”

“La caccia ai voti per le regionali è aperta e SEL ha deciso di portare di nuovo in scena il testamento biologico per raggranellare qualche crocetta e dimostrare che esiste a Porto San Giorgio” – questo il primo commento del coordinatore di Fratelli d’Italia, Emanuele Morese.

Porto San Giorgio. Dibattito sul testamento biologico. Fratelli d'Italia: “ La caccia ai voti per le regionali è aperta e SEL ha deciso di portare di nuovo in scena il testamento biologico”

“Il diavolo e l’acqua santa - spiega Morese facendo riferimento anche la primo cittadino -  uniti per prendere voti, ma la cosa non ci stupisce. Ci sorprende invece come un sindaco, esperto in diritto, non riesca a spiegare alla sua maggioranza come tale provvedimento sia legalmente impossibile, semplicemente perché il Consiglio Comunale non ha le competenze per decidere sulla materia".

Morese che rincara: "Il resto è spot pubblicitario che si gioca sulle coscienze dei sangiorgesi. Bisogna spiegare ai cittadini che la DAT, non solo non ha un fondamento giuridico e può essere disattesa dal medico curante, ma oltretutto l’esperienza di altri comuni, in cui in pochissimi hanno sottoscritto la DAT, si è dimostrata fallimentare. Cosa rimane? Solo pubblicità ideologica a cui Fratelli d’Italia si oppone con forza. Anzi ci chiediamo dove siano finiti i cattolicissimi assessori della Giunta e dove siano gli altrettanto cattolici consiglieri. Ai capricci di SEL siamo abituati, ma non ci abitueremo mai al silenzio di quei politici che, per tornaconto elettorale, mettono sotto i loro piedi le proprie idee, i propri valori e le proprie coscienze”.

Letture:1864
Data pubblicazione : 12/12/2014 09:22
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
4 commenti presenti
  • francesco

    12-12-2014 14:47 - #4
    mario ." partole.parole,parole,parole,parole,paaarrrooollle........chiarisci le tue proposte
  • Morese

    12-12-2014 14:47 - #3
    Bisogna tranquillizzare Mario: nessuno va a finire nelle braccia di nessuno! Sull'intraprendente nulla da dire, sull'ambiziosissimo qualcosa. E' ambizione rappresentare delle idee diverse da quelle della maggioranza? E' ambizione lottare per la legalità dei provvedimenti? E' ambizione poter dire la propria? Concentrarsi di meno su Morese e di più sulle idee di un gruppo cittadino sarebbe un bell'inizio. Per quanto riguarda la foto, la redazione l'ha presa su facebook mentre per quanto riguarda il mio "humus culturale" vi do una notizia flash: il primo cittadino sangiorgese ha bloccato la mozione sul testamento biologico, indovinate, proprio perchè viene considerato illegittimo (così come sostiene anche il ministero con circolari). Avrò lo stesso "humus culturale" del sindaco Loira o si tratta di buon senso?
  • mario

    12-12-2014 11:55 - #2
    Era stato sempre chiaro, dal suo primo affacciarsi alla 'ribaltina' della politica sangiorgese, quale fosse l'humus "culturale" in cui questo giovanotto era immerso. Eccolo allora farsi fotografare accanto a quel gigante della politica nazionale che, evidentemente, sembra ispirare il pensiero del nostro intraprendente e ambiziosissimo ex rappresentante dei tanti civici "de noatri". Che classe, ragazzi!!!! Comunque Agostini è pronto ad accoglierlo nelle sue misericordiose braccia. Coraggio, un altro piccolo sforzo, Morese!
  • Sfroos

    12-12-2014 11:30 - #1
    cari ex-post-neo-newage camerati, potreste farci un volume sulle tecniche per raggranellare voti...mi domando come quella fiamma abbia ancora voglia di ardere...dibattito comunque utile ed interessante ma sarà sempre, purtroppo, inutile...questo non è un paese civile e la questione morale ne è solo una delle tante dimostrazioni.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications