Politica
Fermo al voto. Piazza Pulita annuncia nuove adesioni di cittadini. Nuovo video in rete con Francesco Trasatti. GUARDA IL VIDEO E LEGGI I NOMI

Continuano le adesioni al movimento civico Piazza Pulita: “Con altri fermani ben pronti a candidarsi alle prossime elezioni comunali – scrive il movimento civico - proprio per dimostrare che la politica fermana è dei cittadini e non è riservata ai soliti noti che già si stanno annidando in ammucchiate che fino a due mesi fa sembravano improponibili soluzioni di fantapolitica”.

Fermo al voto. Piazza Pulita annuncia nuove adesioni di cittadini. Nuovo video in rete con Francesco Trasatti. GUARDA IL VIDEO E LEGGI I NOMI

Piazza Pulita che presenta le nuove adesioni: “L’amministrazione di questa città che coinvolge chi ama Fermo, senza passati politici o interessi: pronti ad intraprendere questa battaglia saranno anche Emanuela Luciani, titolare di un noto esercizio fermano e ben consapevole delle problematiche affliggenti il settore commercio in Città, Gionata Borraccini, avvocato impegnato anche nello sport giovanile, Ingrid Luciani, ingegnere con molteplici esperienze anche internazionali, Fausto Stefani, operatore di cooperativa presente nelle scuole fermane, Sandro Ermini, ingegnere residente a Campiglione. Alcuni esempi ma altri verranno indicati nei prossimi giorni con provenienza da ogni quartiere o frazione di Fermo. Come detto, di fronte a fermani che decidono di mettersi in campo per la propria città, in questi giorni si legge di partiti pronti a riposizionarsi, magari dietro al candidato “nuovo di zecca”, con gli stessi personaggi che da decenni sono nella politica fermana o magari all’insegna del “tutti insieme appassionatamente” anche in presenza di elementi o forze politiche che fino a due mesi fa si urlavano contro tramite i mezzi di stampa. Sarà ai fermani fare “tana” a questi personaggi ed a queste vecchie logiche nascoste dietro i volti dei candidati a sindaco.”
Da qui la campagna web: “In questi giorni sia il candidato Sindaco di Piazza Pulita, Paolo Calcinaro, che Francesco Trasatti hanno iniziato ad indicare, anche tramite la rete web, alcune idee programmatiche tese a rivitalizzare il rapporto tra la città ed i Fermani, tra Fermo e le proprie realtà associative: i primi punti cardine di questo legame che, dopo la negativa esperienza Brambatti, può e deve essere ripristinato sono rappresentati dagli affidamenti, con contributo, del verde di quartiere a realtà associative o centri sociali di riferimento nelle stesse zone interessate o la apertura degli spazi culturali a gestione private che possono portare, come già accaduto al teatro di Capodarco, una vivacità creativa proprio in strutture che altrimenti rimarrebbero inutilizzate: queste idee furono già abbondantemente proposte dai due ex assessori alla precedente giunta ma lì rimasero arenate per la non condivisione di sindaco od altri componenti della stessa. Ora devono essere proposte e soprattutto applicate alla nostra Città per rendere Fermo di tutti i fermani, non a parole ma con fatti concreti”.

Letture:3298
Data pubblicazione : 27/03/2015 17:19
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • Carlo

    30-03-2015 15:53 - #3
    San Filippo potrebbe rientrare benissimo nel percorso museale fermano... Pinacoteca - Cisterne (con annesso progettato museo archeologico) - San Filippo (con ricontestualizazione tele e/o copie)... Ma farlo tenere aperto gratuitamente è anche un modo per levare lavoro,,, se c'è bisogno di custodi si paga (ci sono centinaia di laureati in beni culturali, che non servono solo a tenere aperta la porta, ma a controllare lo stato del bene sotto la loro tutela. Il lavoro si paga e se qualcuno lavora gratis leva un posto di lavoro... Comunque aspettiamo questa lista... PS una corale può starci... ma non h24... la chiesa di San Filippo deve rientrare nel biglietto della Pinacoteca :-) unica chiesa barocca senza rimaneggiamenti settecenteschi, dove si potrebbero ricollgcare molte tele adesso in Pinacoteca...
  • Giorgio

    29-03-2015 19:17 - #2
    Certo il commento di Carlo è condivisibile, ma ad esempio a Milano un mio amico fa parte di una associazione e dedica parte del suo tempo libero a tenere aperta al pubblico o dei palazzi storici o piccoli musei. San Filippo una volta restaurata potrebbe essere data ad associazioni di cori e di musica sacra per i concerti oppure a persone ben selezionate per tenerla aperta e così via. Secondo me bisogna selezionare prima i beni e poi con ancor più serietà gli scopi e le persone.
  • Carlo

    27-03-2015 19:31 - #1
    Quali beni? Potete essere precisi... Mi preoccupo quali beni volete dare a privati (che siano associazioni, cooperative o altro, sempre privato è). Non vorrei veder dare il teatro dell'Aquila a un privato o anche la chiesa di San Filippo quando è finito il restauro. Fate un elenco preciso di questi beni, se sono scantinati, case o beni di interesse storico-artistico (almeno so se devo preoccuparmi o no). Poi la prima regola è la conservazione del bene, non la valorizzazione (il teatrino di Capodarco era una chiesa... ma va bene... c'era rimasto poco... la Sala degli artisti ha affreschi settecenteschi, era una chiesetta... ma anche lì passiamoci sopra... comunque stravolgere l'uso di un bene culturale non è una bella idea (un bene culturale è molto fragile e decontestualizzarlo cambiandone l'uso provoca una perdita grave per il suo "valore" storico artistico. Fate un elenco di quelli che volete dare in gestione a privati (che non ho capito se pagano affitto o no e se pagano le spese)...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications