Politica
Fermo al voto. Lunedì con sorpresa! Saturnino Di Ruscio verso l'ufficializzazione della candidatura. Gli equilibri nel centro destra traballano. Ed è solo l'inizio

Sabato, la notizia data in anteprima dal nostro sito informazione.tv. Poi, un fine settimana di riunioni ed oggi  la decisione che sarebbe ormai ufficiale. Saturnino Di Ruscio sarebbe il settimo candidato sindaco di Fermo. Al suo fianco si è formato già un nucleo che sta lavorando per la preparazione delle liste: Mariantonietta Di Felice, Carlo Labbrozzi, Gianluca Tulli, Edgardo Romagnoli. Di Ruscio che avrebbe incontrato ieri il candidato Catalini ed anche Mauro Torresi. Quest'ultimo, a differenza delle voci che sono circolate, ha scelto di andare avanti da solo per un progetto di centro destra già avviato: “Che abbia come unico obiettivo l'amore per Fermo e niente altro” ha spiegato Torresi.

Fermo al voto. Lunedì con sorpresa! Saturnino Di Ruscio verso l'ufficializzazione della candidatura. Gli equilibri nel centro destra traballano. Ed è solo l'inizio

Con la candidatura di Di Ruscio, si crea un vero e proprio terremoto politico nel centro destra e non solo. A spaccarsi sarebbero anche i civici di Fermo Libera con una parte favorevole all'appoggio a Catalini ed un'altra invece che vorrebbe tornare alle origini con Saturnino Di Ruscio.
Bocche cucite sull'incontro Di Ruscio – Catalini, ma sembra che quest'ultimo non abbia affatto gradito l'entrata in campo dell'ex primo cittadino.
A smentire le voci di una possibile alleanza con Di Ruscio è invece  Luciano Romanella: “Per quel che mi riguarda sono con Catalini fino alla fine, a costo di rimanere da soli. Non è cambiato nulla. Porterò avanti la mia scelta fine”. Gli chiadiamo cosa pensi della candidatura dell'ex sindaco di Fermo ma la risposta di Romanella è un secco: “No comment” 

Letture:4502
Data pubblicazione : 20/04/2015 09:49
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
42 commenti presenti
  • maurotorresi

    22-04-2015 07:21 - #42
    Scusa Palmense di Marina.......hai perfettamente ragione, mi sono espresso molto male, e' logico che nel momento che una persona si candida diventa un politico, come e' assolutamente vero che non avendo politici in lista non si guadagna in consensi.Volevo solo rispondere a Novacula che in modo un po' dispregiativo ha detto che in lista ci sono dei personaggi che definirli passato remoto sarebbe un complimento.
  • antonio

    21-04-2015 20:15 - #41
    X troppo comodo:ma che ti sei fumato!Cerolini non lo ha voluto Ceroni perchè con lui il centro destra a fermo avrebbe vinto!e per Ceroni le vittorie degli altri sono sue sconfitte!lui fa terra bruciata intorno pur di rimanere solo lui o al max la Jessica!
  • Stavolta no

    21-04-2015 19:08 - #40
    Ti ho votato e apprezzato ma stavolta no, non puoi anteporre i tuoi interessi a quelli dei cittadini fermani, sai che non saresti eletto sindaco ma faresti sindaco Zacheo o Calcinaro. Un passo indietro a volte è necessario.
  • mettete lu core in pace Saturnì

    21-04-2015 18:33 - #39
    Poteva esse ma non è stato caro Saturnì, a mò dimettete da lu cummune e poi se voi canidate a sinnucu, le chiappe ce le devi mette tu e no nuia fermà, si capitu?
  • Una semplice riflessione

    21-04-2015 17:35 - #38
    Il senatore Ceroni ha distrutto Forza Italia Fermo, non ha mai amato Fermo e Di Ruscio; Di Ruscio ha amato Fermo e mai Ceroni, ma con questa sua scelta di candidarsi a sindaco della città dimostra di volerla far pagare a Ceroni e Spacca ma non ama Fermo, riconsegnado la città ai figli della Brambatti e al loro candidato Zaccheo. Semplice e lineare come ragionamento o no?
  • Palmense di Marina

    21-04-2015 16:56 - #37
    Scusa Torresi ma se nella tua lista non c'è un politico perché hanno deciso di fare politica ? Forse gli hai fatto credere che in caso di elezione a consigliere comunale i tuoi candidati potranno fare a meno di partecipare alle riunioni e magari andare al bar a fare una partita a scacchi ? Per favore fate le persone serie. Dopo l'autogol del sindaco a tempo di Catalini ora ti ci metti pure Tu a raccontare barzellette. Chi è in lista Torresi fa politica. Non è che dicendo che non ci sono politici poi si guadagna in consensi.
  • Troppo comodo !!!!!!!!!!!!!

    21-04-2015 16:46 - #36
    Braviiiiiiiiiii, Di Ruscio è fuori dalle regionali per Ceroni e Spaccae la città di Fermo deve subire le ire del prode Di Ruscio e far vincere le elezioni comunali al PD e Zacheo? Bravi, avete il senso della giustizia alla massima potenza, Di Ruscio la deve far scontare ai fermani????? Vi ricordo che il candidato di Di Ruscio era il Cerolini e lui l'ha ritirato per essere candidato alle regionali, questo ve lo siete scordato???????
  • ...attenti....

    21-04-2015 16:39 - #35
    dai post sembra che la responsabilità di tutta questa vicenda sia di Di Ruscio, così non è: Spacca ha rotto i patti per accontentare Ceroni, Ciccanti, Malaspina e Cencetti e togliere a Fermo un candidato che poteva riuscire!!!!! Ora non bisogna votare chi vuole distruggere Fermo, Di Ruscio e anche Catalini sono le vittime, Di Ruscio lo ha capito e ne vedremo delle belle !!! Catalini no !!! Sbaglia a non tirarsi indietrio.
  • ignorante!

    21-04-2015 16:35 - #34
    Io sarò ignorante ma tutti questi che scrivono commenti contro di ruscio è ignoranti e faziosi! se Di Ruscio poteva decidere senza che Ceroni con i suoi giochetti per non perde la poltrona ce mettesse bocca a Fermo per il centro sinistra voi de Zacheo-brambatti voi de Calcinaro non c era storia!
  • Luciano

    21-04-2015 15:52 - #33
    Neanche il fedelissimo Rastelli ti ha seguito nella tua voglia di vendetta, perchè di questo si tratta, sulla pelle dei fermani che si sono stancati. Non confondere il consenso che potevi ottenere alle elezzioni regionali, la scelta di candidarti sindaco di Fermo è un autogol, ci rimetti solo la faccia.
  • giacomo

    21-04-2015 15:01 - #32
    Bravo fai vincere la sinistra quando si potevano vincere le elezioni. (.) far vincere Ceroni due volte e' autolesionismo e far del male a Fermo.
  • GIULIA M

    21-04-2015 14:25 - #31
    Di Ruscio, forse è il caso che decidi veramente cosa fare. Non è pensabile che un dirigente comunale ciclicamente si candidi a sindaco, andando in aspettativa e poi ripresentandosi a lavoro come se nulla fosse. Non si può essere a volte alterne controllore e controllato, dirigente e politico, cittadino e sindaco. Insomma se credi in te stesso e pensi che sia la politica la tua strada lascia il bel posto che occupi a Fermo e fai quello che vuoi.
  • Saturnino Di Ruscio the end

    21-04-2015 11:51 - #30
    Questa è la fine di una persona che ha voluto farsi RE, che continua ad illuidersi ed illudere gli altri che dopo di lui il diluvio. Ritorna sulla terra e un bagno di umiltà non ti farebbe male.
  • Luca

    21-04-2015 11:32 - #29
    Sei stato un buon sindaco di Fermo ma sei un EX SINDACO e tale rimarrai, staiserenodiruscio, che prima o dopo la rabbia di essere stato fregato per una poltrona in regione la smaltirai.
  • sandro

    21-04-2015 10:51 - #28
    Egregio Di Ruscio se ti candidi devi vincerle le elezioni a Fermo perche' altrimenti ti conviene prendere un barcone e sbarcare in Africa.
  • non ci siamo caro Di Ruscio

    21-04-2015 10:19 - #27
    Non trovando il posto in Regione ripiega a candidarsi sindaco di Fermo, questo è chiaro visti i tempi. Se ci tenevi così tanto al comune di Fermo ti eri già candidato, ora è troppo tardi e non sei credibile. Forse sarebbe opportuno che rimanessi a casa, perchè le elezioni non le vinceresti ma ti addebiterebbero la sconfitta di Catalini, quindi vedi tu .......
  • stefano

    21-04-2015 08:47 - #26
    Se devo scegliere tra Di Ruscio e Ceroni mille volte Di Ruscio, almeno ha fatto cose importanti per la città l'altro cosa ha fatto? Nulla. Quindi avanti Saturnino che il cittadino è con te contro chi ha governato malissimo negli ultimi quattro anni, anche se tentano di camuffarsi. Non poteva essere Catalini il candidato a sindaco del centrodestra, con Fermo cosa c'entra? In città c'era rassegnazione ora c'è la voglia di confrontarsi e di sconfiggere il Partito Democratico e il suo candidato.
  • solo una persona civile

    21-04-2015 06:10 - #25
    Pensate forse che gli elettori vogliono tutta questa confusione? Chi prima era da una parte ora è dall'altra, chi andava a braccetto con uno, ora va a braccetto con un altro. Fermo scopre i suoi paladini: tutti corrono per farle del bene. Se vi fermate un istante, forse è questo il bene. Fermatevi! Avete bisogno di una boccata di ossigeno di verità e noi non abbiamo bisogno di lotte tra di voi. Lotte solo di voglia di potere in sé e per sé. Quanta scuola politica hanno fatto tutti questi concorrenti, quanti sacrifici hanno fatto per realizzarsi, per capire, per crescere e far crescere. Come facciamo a fidarci di tutti loro? Un po' di senso del limite non guasta.
  • UMILTA' E UNITA'

    21-04-2015 03:55 - #24
    La candidatura di Di Ruscio,ex Sindaco fattivo ed apprezzabile,sovverte completamente gli schieramenti del centro destra col risultato scontato di regalare su di un piatto d'argento la vittoria a chi ,uscito dalla porta (di servizio)vuole rientrare dalla finestra!E ci riusciranno a meno che lo stesso Di Ruscio e Catalini non decidano di correre insieme ,per cui uno dei due dovrebbe accontentarsi di un ruolo di primo piano ma non di Primo cittadino.In questo caso e,sottolineo,solo in questo caso,non ce ne sarebbe per nessuno.Neanche il ballottaggio! Nessuno schieramento potrebbe vantare due personalita' di questo spessore,al confronto Trasarti e Calcinaro,due scolaretti ambiziosi,e Zacheo,pace all'anima sua,si accorgera' di aver commesso una grossa ingenuita' nel fare lo specchio per le allodole.Abbiamo bisogno di un buon Sindaco e di un buon Vice! Per il bene di Fermo,un buon confronto e un accordo di programma comune ma,soprattutto unita'.
  • tiraemolla

    21-04-2015 00:07 - #23
    Bentornato Di Ruscio! Fermo si merita un sindaco a tempo pieno, che conosca i problemi della città ed abbia l'esperienza per risolverli. Si dice che Ceroni si sia accanito ancora contro di lei. Non molli però. La sinistra a guida PD è stata mandata a casa anzitempo per manifesta incapacità. Adesso riprenda la palla e giochi la partita. I fermani le saranno riconoscenti.
  • DI RUSCIO A FERMO. 5 STELE IN REGIOE

    20-04-2015 22:17 - #22
    Di Ruscio alle comunali e 5 Stelle alle regionali. E' la scelta migliore. In regione serve la novità che scardini i poteri precostituiti. A Fermo serve Di Ruscio che non solo ama la città, ma è anche uno dei pochissimi che possono risollevarla. E' stato fantastico nei suoi mandati, ha prodotto risultati positivi trasformando un paesotto in una cittadina. Il capitano invece nasconde il PD disaatroso quindi è invotabile e gli altri non possono essere all'altezza della preparazione di Di Ruscio.
  • maurotorresi

    20-04-2015 19:33 - #21
    per Novacula.......non importa molto e forse a nessuno ma nella mia lista non c'e' un politico................
  • FINALMENTE

    20-04-2015 19:18 - #20
    piscine coperte da 2000 mt in zona agricola, aree di completamento per tutta Fermo, auto elettriche per la raccolta differenziata, stagioni teatrali con cartelloni super, finanza avveniristica, ruzzodromi, motodromi, deviazione dell' autostrada prima di Fermo e molto altro.
  • mhaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    20-04-2015 18:29 - #19
    Possono le mele stare insieme alle pere ? NOOOOOOOOOOOO, così si presenta l'accozzaglia che sostiene il candidato Catalini, venuto fuori dal cilindro di chi ?????????? Ma se non si presentassero non sarebbe meglio. Di Ruscio è alla fine della sua pur breve carriera politica, non era meglio se se ne stava a casa???????????
  • sono scoppiati

    20-04-2015 18:15 - #18
    I due demolitori Ceroni e Di Ruscio hanno colpito ancora, ma perchè affrontare le comunali con una coalizione che sulla carta se la poteva giocare con Zacheo, anche con un candidato che c'entra poco con il centrodestra ma tantè, ci pensaimo noi a far scoppiare la coalizione, Di Ruscio che sognava la candidatura alle regionali cancellato, reazione Di Ruscio si candida sindaco. ahahahahahahahahahahahahaha sono una favola, un'impresa di demolizioni potrebbero fondare e sarebbero numeri uno. Risultato, Zacheo con i compagni del PD che torneranno a governare Fermo, dopo averci ridotti in mutande con la Brambatti. Bravi, bis, Ceroni e Di Ruscio una coppia fantastica.
  • Giancarlo

    20-04-2015 17:46 - #17
    Il ritorno di mister derivati e partecipate, il seguito di un film di terza categoria. PS per la redazione: pubblicate tutti i commenti se volete una informazione democratica, filtrando solo quelli con insulti. :
  • Toni

    20-04-2015 17:41 - #16
    Catalini era il frutto avvelenato di un accordo elettorale che portava Di Ruscio candidato alle elezioni regionali. Per questo motivo aveva rinunciato a proporre il suo candidato sindaco, ma questo non è bastato per farlo fuori dalle liste di Spacca; risultato, il caos, liste innaturalmente tenute insieme solo per ricompattare un finto centro destra che oggi non si capisce come possano stare insieme, spezzoni di ex maggioranza con ex minoranza e battitori liberi a tutto campo, con un candidato Catalini non certo di provenienza di centro destra, con forza italia svuotata e irrilevante. Prima tutti insieme per un compromesso, oggi con Di Ruscio che si candida a sindaco per tigna ma con una forte acclamazione popolare, che poi è l'unico credibile avversario della sinistra in toto, si andrà in ordine sparso????????? Ma Rastelli come può stare con Fortuna, me lo debbono spiegare ma mi sembra impossibile da fare.
  • Novacula Occami

    20-04-2015 16:19 - #15
    A volte ritornano. Un grazie anche a chi, oggi, è all'ultimo posto della classifica del Sole 24 ore. La sig.ra Brambatti, la stessa che si vantava di non volersi dimettere perché amata dai cittadini (sic.!). Siamo al Fellinismo puro. L "AMARCORD" in salsa nostrana che non meriterebbe neppure commento se non fosse per la protervia con la quale viene rappresentata la politica. In questa campagna elettorale Fermica, vince l'ipocrisia. Tutti sanno che il popolo bue ha memoria corta, anzi cortissima e che nel giro di pochissimo tempo dimentica tutto, (amnesia opportunismo o peggio menefreghismo?). Ora nei vari schieramenti politici, da destra alla sinistra estrema (arisic.!) assistiamo al famoso gioco delle tre e più carte. Tutti pensano che cambiando il candidato, ma lasciando inalterato l'apparato politico che li sostiene, la gente abbocchi all'amo del qualunquismo. Zacheo, voluto dai Brambattiani, ha dietro tutto lo schieramento PD vecchio stile. Da Montanini a Vallasciani, per finire alla Alidori. Catalini e Torresi hanno un bagaglio di personaggi che definirli passato remoto sarebbe un complimento (Fortuna, Laurenzi ecc.ecc.). La sinistra, quella giovane e dai modi gentili ed affabili, quella del rinnovamento, reale, ha invece dato il massimo, non Rossi ma Buondonno e la Torresi che fuoriuscita dal PD,non ha trovato di meglio che sacrificarsi per la causa di una pianificazione migliore, insomma un armamentario obsoleto e da archiviare che anche in quel di Grottammare non ha prodotto i fiori sperati (..). Mentre a sinistra si riflette i giovani virgulti della nuova politica locale Calcinaro e Trasatti, hanno cambiato vestito ma non sostanza. Sembrano più Noè che veri leader. Imbarcando, tutte le specie politiche possibili ed immaginabili hanno dimostrato che per loro l'importante è esserci. Un ripicca-Rivincita che con uno schieramento così eterogeneo rischia il fallimento prima di avviare i lavori. La novità reale è il M5S che, coerente con il suo credo politico, si presenta alla prossime elezioni come la novità assoluta e che merita,sicuramente, attenzione. Ed infine abbiamo il campione di salto triplo o quadruplo. Quel Di Ruscio che dopo le varie "Trombature o Timbrature" cerca il riscatto politico con gente del tutto nuova e che per la prima volta si affaccia alla politica, basta solo prenderli per meno e farli ubbidire come bravi scolaretti. La Di Felice, Romagnoli, Tulli e Labbrozzi sono una novità assoluta nel panorama locale. Giovani che faranno parlare di loro a breve. Insomma una sfida nella sfida. Si sa per sicuro che per le amministrative a Fermo è già pronta una edizione straordinaria di porta a porta (non organizzata dall'ASITE) ma da Bruno Vespa in persona che ha visto in questa campagna elettorale Fermana un vero laboratorio ed incubatore di idee, per un nuovo pensiero politico che può avere respiro, internazionale. Titolo della puntata. Il Riciclamus. Buona visione a tutti.
  • simone

    20-04-2015 15:55 - #14
    ora è di nuovo tutto in gioco! la tua pochezza politica Joe si capisce : senza Di ruscio la vittoria della sinistra era netta tra Zacheo ( Brambatti) e Calcinaro , con un candidato Catalini, che è ben poca cosa per il centro destra! Candidato voluto sembra da Ceroni proprio per perdere le comunali! chissà quali giochi tra lui e la sinistra fermana!
  • alex

    20-04-2015 15:30 - #13
    Per joe:ma se non lo voti che cavolo ti scaldi tanto?e poi ma chi cavolo sei per dare certi giudizi"politici"? Di Ruscio ha portato molto a questa città, tu ?solo palate di m.....
  • saverio

    20-04-2015 15:08 - #12
    Se davvero Di Ruscio voleva fare il bene di Fermo doveva appoggiare un candidato già presente e non spaccare ulteriormente. Per me Mauro Torresi resta l'unica alternativa credibile al centro sinistra
  • Simone2

    20-04-2015 14:21 - #11
    Fermani ,svegliamoci ,alle regionali ,votiamo 5 stelle a Fermo Di Ruscio cosi ,i giochetti dei soliti ,oscuri personaggi scompariranno finalmante ,altrimenti ,siamo solo dei pecoroni
  • marione

    20-04-2015 14:06 - #10
    o Nino, ma non l'avevi fiutata la fregatura? Ceroni poteva dare l'appoggio a Spacca senza mettere la taglia sulla tua testa? e Spacca poteva fare la guerra per te? e tu in mano avevi solo la tua promessa di dare una mano a Catalini... solo che come ben sai a Ceroni non gliene può fregar di meno di vincere le elezioni. Bastava fare due più due. sei capace come amministratore, ma politicamente ....
  • Il Vecchio Oligarca

    20-04-2015 14:02 - #9
    Una buona notizia! In molti aspettavamo questa decisione di Nino Di Ruscio di tornare alla guida di Fermo. Una buona notizia per tutto il centro destra, che trova finalmente un candidato credibile e competitivo. Un'ottima notizia per Fermo, che può tornare a crescere dopo quattro anni di malgoverno del partito democratico.
  • Carlo

    20-04-2015 13:15 - #8
    Dopo il disastro del Pd... come fa il centrodestra a dividersi e andare a perdere al 90%? Vi fa proprio schifo governare? Avete la sindrome di Bertinotti?
  • CERONI - DI RUSCIO - Continuano a fare danni!

    20-04-2015 12:06 - #7
    Fino a quando ci saranno "Attila Ceroni" e "Capa Tosta Di Ruscio" a Fermo e nel fermano la sinistra avrà sempre la strada spianata. Bisogna rottamarli entrambi!
  • Claudio

    20-04-2015 11:37 - #6
    Non credo che Rastelli sia contro Saturnino Di Ruscio, perchè non credo che possa appoggiare Catalini che non è di centrodestra ma di area PD se ho letto bene alcuni articoli di giornale. Che poi Romanella appoggi Catalini ci può stare, ma si scordino di arrivare al ballottaggio perchè sono daccordo con il post n 1, il confronto è Zacheo contro Di Ruscio.
  • salta il centrodestra

    20-04-2015 11:24 - #5
    se rimane così sembra una lotta fratricida, persone di centrodestra le une contro le altre per colpa delle follie di certi personaggi chiamati i soliti noti. per me salterà il banco, tra pochi giorni vedremo gli effetti della candidatura Di Ruscio, che rimescolerà tutto, come non si sà.
  • avanti un'altro

    20-04-2015 11:05 - #4
    la domanda sorge spontanea e chi non se la fa o non abita a Fermo o è un cretino,in una città spenta e nel buio più totale tra i rottami di una ricostruzione post terremoto che forse avrebbe fatto meno danni,tutti questi volenterosi a diventare sindaco come mai????perchè al di fuori di un curatore fallimentare nessuno si metterebbe mai alla guida di un azienda da ricostruire da zero,e comunque qualche faccia nuova si vede ma sotto sotto gli attori sono tristemente sempre gli stessi,buon lavoro e che il Signore ci Illumini.
  • sempre loro due Ceroni e Di Ruscio

    20-04-2015 10:59 - #3
    Come al solito Di Ruscio e Ceroni hanno giocato sulla pelle dei fermani, per beghe legate alle regionali, Di Ruscio non candidato, sono riusciti nello spaccare quello che rimane del centrodestra, Ceroni ride e Di Ruscio si butta nelle comunali dove doveva appoggiare Catalini. Chi ride è anche la sinistra, quella che ha fatto piangere fino all'altro ieri i cittadini con la Brambatti, che pescando dal mazzo un candidato nemmeno del Partito Democratico, invece di perderle le elezioni le vincerà. Mi auguro di non sentire più parlare di Ceroni e Di Ruscio, per il bene della città di Fermo.
  • joe

    20-04-2015 10:32 - #2
    come si può odiare così tanto Fermo da regalarla a Zacheo, perché sarà questa la conseguenza di spaccare il centrodestra. Hai capacità politica pari allo 0%, dopo aver bruciato Cerolini ed accettato Catalini sembra per (.) lo scranno regionale, ti hanno fregato (come sempre del resto negli ultimi 10 anni) ed ora per ripicca vuoi far perdere il centrodestra a fermo.....ma il dispetto lo fai a chi? a ceroni, massi o spacca? sai quanto gli frega di fermo? il dispetto lo fai ai cittadini fermani! Non ti voterei mai, la città non può essere ostaggio del tuo EGO smisurato che sbatte ogni volta contro un muro per la tua incapacità politica.
  • Alfredo

    20-04-2015 10:25 - #1
    e' evidente che con il ritorno di Di Ruscio sulla scena politica di Fermo, il duello elettorale sarà lui V/S Zacheo e il PD, gli altri saranno solo comparse. A Fermo il centrodestra per i fermani è Di Ruscio, gli altri non pervenuti. Forza Saturnì.
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications