Politica
Zacheo a San Michele Lido per confrontarsi con i cittadini

Dopo gli incontri di Lido di Fermo, Rione Murato e Conceria, il candidato Sindaco si è confrontato con i cittadini a San Michele Lido. Un pubblico attento e partecipe, raccolto nella bocciofila di San Michele, ha ascoltato i rappresentanti della coalizione a sostegno del candidato Sindaco.

Zacheo a San Michele Lido per confrontarsi con i cittadini

Diversi i candidati consiglieri intervenuti per far sentire al quartiere la propria presenza. Ad aprire la serata Paolo Nicolai, segretario provinciale del Partito Democratico che, insieme a tre liste civiche, sostiene la candidatura di Zacheo: “La sua figura ha da subito suscitato in noi entusiasmo e curiosità – ha sottolineato – sono felicissimo di presentarlo a Lido che è il mio quartiere. Nasce un nuovo modo di vedere la politica che non è mai esistito a Fermo. Una nuova politica che non scade in banalità, qualunquismo e populismo”. Giampiero Gallucci per la civica Nuovo Polo Fermo Capoluogo ha aggiunto: “Insieme ci confronteremo sulle cose da fare che sono molteplici a Fermo. È da qui che vogliamo ripartire”. Nel pubblico diversi i rappresentanti delle altre due liste di coalizione Io Scelgo Fermo e Impegno Civico per Fermo. “Mi riempie di orgoglio vedervi così numerosi – ha esordito Zacheo – da uomo delle Istituzioni ho incontrato spesso la comunità, ma incontrarvi in questa veste mi piace molto. Quella del Carabiniere è una professione che mi ha fatto crescere ed affermare. Mi è stato insegnato a proteggere la comunità, proteggere le persone più deboli ed in difficoltà, a vivere e a servire le Istituzioni. La mia storia è testimonianza di ciò. Fermo è la mia città, dove vivo da anni e dove vive e vivrà per il futuro a venire soprattutto la mia famiglia. Da qui la scelta di un impegno produttivo per la mia comunità, per la comunità ove cresceranno e vivranno i miei figli. Ognuno deve avvertire la responsabilità verso il prossimo e l’obbligo dell’impegno, del contributo alla causa comune.” Zacheo ha rimarcato: “È necessario in primo luogo riscoprire l’orgoglio di essere Fermani e la consapevolezza della ricchezza che ci appartiene in termini di comunità e bellezze architettoniche e naturali. La nostra è una coalizione caratterizzata fin da subito dal grande entusiasmo, dalla simpatia e dall’empatia fra di noi. L’obiettivo è migliorare questa città e farne una città diversa partendo, fra le altre cose, dalla cultura che rappresenta una grande ricchezza da mettere in rete. Fermo va rivalutata su tre direttrici: come città della cultura, per lo straordinario patrimonio storico-artistico che le appartiene, come città dell’ambiente, non solo da tutelare ma da valorizzare riscoprendone ricchezze e potenzialità, come città del benessere perché la qualità della nostra vita deve migliorare”. Diversi gli argomenti affrontati dal candidato Sindaco nel suo intervento che ha appassionato il pubblico e aperto un dibattito a fine serata. Dal funzionamento della macchina comunale, all’accesso agli atti amministrativi, allo spostamento del depuratore di Lido, fino alle vicende dei quattro Lotti di Casabianca e Via Respighi. “Mi prendo un impegno: quello dell’interlocuzione diretta con il territorio. Il cittadino deve sentirsi protagonista delle scelte dell’Amministrazione. Troveremo il modo di interagire, ad esempio attraverso i comitati di quartiere e incontri semestrali con la comunità. In merito ai quattro lotti è necessario per prima cosa dare a questa città una duplice vocazione dal punto di vista dell’attrattività turistica: da un lato la collina, dall’altro il mare. Dobbiamo rendere armonico questo territorio e non ci possiamo più permettere di sbagliare la programmazione urbanistica a Lido. Con i nostri tecnici abbiamo già studiato un’ipotesi di sistemazione dei quattro lotti: una soluzione immediata e in tempi certi, che potrà essere condivisa dalle parti proprietarie. Non possiamo più edificare a macchia di leopardo, per questo abbiamo intenzione di rivedere da principio e far ripartire il piano di San Michele Terra”. Sollecitato dalle domande dei presenti, Zacheo ha rassicurato sulla realizzazione del centro sociale e sull’intera riqualificazione di Lido Tre Archi, a partire in primo luogo dall’illuminazione. “Su Tre Archi c’è un progetto importante: realizzare uno stabile da mettere a disposizione delle istituzioni statali per allocare un presidio di polizia, ovvero un comando dei Carabinieri o un ufficio della Polizia di Stato, comunque lasciando nel centro di Fermo i presidi attuali. Questo significa investire in sicurezza. Un investimento specificatamente finalizzato, che rappresenta un’interlocuzione concreta tra ente comunale e organi statati in vista delle migliori condizioni di sicurezza generale da offrire alla comunità. Il quartiere dovrà essere adeguatamente illuminato, sottraendolo dall’oscurità dei luoghi, quell’oscurità che alimenta degrado e abbandono, favorendo ambienti notoriamente nocivi per la sicurezza urbana. Il nostro litorale dovrà diventare attraente per le famiglie, i nostri ragazzi e i turisti, in modo da generare condizioni di sicurezza, tranquillità sociale e ricchezza”.
La coalizione a sostegno del candidato Sindaco Pasquale Zacheo proseguirà il confronto con i cittadini con una serie di incontri che continueranno a San Marco alle Paludi, presso il centro sociale, domenica 3 maggio alle ore 18 e a Caldarette d’Ete, mercoledì 6 maggio alle 21,15. Occasioni di incontro e di scambio con la città ed i quartieri per conoscere le problematiche e le esigenze della comunità e illustrare i punti del programma di coalizione.

Letture:1888
Data pubblicazione : 02/05/2015 10:09
Scritto da : redazione
Commenti dei lettori
1 commenti presenti
  • allo sbando!

    03-05-2015 14:38 - #1
    Io mi chiedo come si può votare un candidato sostenuto da una coalizione dove ci sono Bagalini e Colo che hanno firmato contro la brambatti e Silenzi Zechini(per rammentare cugino della Brambatti) e Cardinali che l hanno sostenuta fino alla fine? si può dire "TUTTI INSIEME APPASSIONATAMENTE" PER ZACHEO! questa si è la" Buona politica di cui parla Bagalini sul resto del carlino! ma un minuto di vergogna nooooo?
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications