Politica
Fermo al voto. Scontro sulla presunta incompatibilità del capolista di Nuovo Polo Fermo Capoluogo. Zacheo: “Provocazioni demagogiche”. Calcinaro replica: “Ecco la legge”. LEGGI L'ART 63

Questa mattina le rivelazioni di Paolo Calcinaro che hanno scatenato un terremoto politico. Attorno alle 19 di oggi la replica decisa di Pasquale Zacheo ben determinato a fare chiarezza su questa vicenda. In serata   una nuova controreplica di Calcinaro che, in tutta risposta, prende l'articolo del Testo Unico degli Enti Locali in questione, fa copia incolla, e lo invia con tanto di risposta a Zacheo. La campagna elettorale si scalda, eccome. Nel rispondere duramente alle accuse di Calcinaro, riprese anche da Massimo Rossi, Zacheo che scrive: "Sono solo provocazioni demagogiche, quelle dei due candidati Rossi e Calcinaro, circa la presunta incompatibilità di un candidato della lista Nuovo Polo Fermo Capoluogo. Li ringrazio per il maldestro tentativo di dispensare lezioni di diritto".

Fermo al voto. Scontro sulla presunta incompatibilità del capolista di Nuovo Polo Fermo Capoluogo. Zacheo: “Provocazioni demagogiche”. Calcinaro replica: “Ecco la legge”. LEGGI L'ART 63

Pasquale Zacheo che aggiunge: "Appare quantomeno presuntuoso ergersi a giudici, senza nessuna qualifica o meriti particolari, dopo che la commissione ha certificato la regolarità di ogni candidato in corsa alla competizione elettorale".
Zacheo che si rivolge, oltre che a Calcinaro, anche a Massimo Rossi che ha definito sconcertante quanto sarebbe avvenuto: "Essendo entrambi veterani della politica, facciano finalmente un salto di qualità, facciano una campagna elettorale sui contenuti, sul programma. Facciano sapere alla gente, tra la gente, come stiamo facendo noi in questi giorni, che intenzioni hanno per la città di Fermo. Abbandonino, una volta per tutte, l’abitudine a denigrare l’avversario. Noi vogliamo dimostrare di essere migliori, con le nostre proposte innovative. Loro invece ambiscono solo a dimostrare di essere meno peggio. E chi fa questo, solitamente vive una condizione negativa, mai propositiva e innovativa.”

Calcinaro che non lascia passare tempo e risponde: "Capisco l’imbarazzo per la vicenda più che evidente dell’incompatibilità con l’incarico di consigliere di un suo capolista e capisco quindi che il candidato Zacheo voglia distogliere l’attenzione da un fatto gravissimo e di etica politica prossima allo zero. Ma mi sforzerò di far capire meglio un concetto che, leggendo le righe del suo comunicato, o non ha afferrato o ha preferito non afferrare. Un suo candidato, per di più capolista, è incompatibile e non, come da lei confuso, incandidabile".
Il candidato di Piazza Pulita aggiunge:"Sarò di ancor più facile comprensione: il suo candidato potrà stare lì a capolista, prendere i suoi voti da fermani ignari della situazione per poi però non poter prendere posto ne da consigliere ne da assessore qualora venisse eletto. E questo perché? E qui si apre il secondo aspetto, quello di etica politica che è, almeno per noi, la base di ogni programma da presentare ai fermani. Perché questo capolista, ad oggi, vede pendere su di sé una causa risarcitoria per qualche milione di euro dall’Asite su preciso mandato del Comune di Fermo stesso: causa che trae origine da atti compiuti durante il suo ruolo da amministratore della Società stessa. Quindi, a parte la certa eventualità che cittadini che daranno il voto ad un candidato non avranno la possibilità di vedersi poi rappresentati vista l’incompatibilità del capolista, mi chiedo come sia opportuno eticamente inserire, oltretutto a capolista, un candidato a cui Comune ed Asite sono a richiedere un risarcimento di svariati milioni di euro. Dove è in tutto questo la moralità etica? Dove sarebbe l’opportunità politica? Non dovrebbe essere quello della legalità e della trasparenza il punto fondante dei nostri programmi? Non ci chiedono innanzitutto questo i nostri elettori? Non mi sono nemmeno soffermato ad denunciare come nelle liste dello schieramento si confondano e si mischino soggetti che erano in opposizione con soggetti di maggioranza in strenua difesa dell’ex sindaco, come si trovino oggi già insieme chi andò a firmare dal notaio con chi fu sfiduciato da quella stessa firma. Vado oltre a tutto questo, ma candidare, a capolista, un incompatibile che dovrà abbandonare il suo posto, se eletto, e che comunque vede il Comune come propria controparte in una causa dal valore milionario, no, è troppo. E non lo dice Paolo Calcinaro, o la normativa sugli Enti Locali (Articolo 63, per chi ha curiosità di andare a controllare alla fonte)…ma lo chiede l’etica ed il rispetto verso gli elettori fermani che si aspettano, finalmente, qualcosa di nuovo".

"Allego - conclide Calcinaro - di seguito l’articolo citato del Testo Unico Enti Locali"

Art. 63 (1) (5) (7)
Incompatibilità

1. Non può ricoprire la carica di sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, consigliere metropolitano, provinciale o circoscrizionale:
……………
4) colui che ha lite pendente, in quanto parte di un procedimento civile od amministrativo, rispettivamente, con il comune o la provincia. La pendenza di una lite in materia tributaria ovvero di una lite promossa ai sensi dell'articolo 9 del presente decreto non determina incompatibilità. Qualora il contribuente venga eletto amministratore comunale, competente a decidere sul suo ricorso è la commissione del comune capoluogo di circondario sede di tribunale ovvero sezione staccata di tribunale. Qualora il ricorso sia proposto contro tale comune, competente a decidere è la commissione del comune capoluogo di provincia. Qualora il ricorso sia proposto contro quest'ultimo comune, competente a decidere è, in ogni caso, la commissione del comune capoluogo di Regione. Qualora il ricorso sia proposto contro quest'ultimo comune, competente a decidere è la commissione del capoluogo di provincia territorialmente più vicino. La lite promossa a seguito di o conseguente a sentenza di condanna determina incompatibilità soltanto in caso di affermazione di responsabilità con sentenza passata in giudicato. La costituzione di parte civile nel processo penale non costituisce causa di incompatibilità. La presente disposizione si applica anche ai procedimenti in corso;

Letture:3227
Data pubblicazione : 04/05/2015 21:58
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
11 commenti presenti
  • Firme dal Notaio: GIORNO INFAUSTO

    05-05-2015 12:03 - #11
    Quelli del PD che sono andati a cacciare la Brambatti dal Notaio sono i veri soggetti politicamente inadeguati. Prima cacciano la Brambatti ad 1 solo anno dalla scadenza naturale (da loro scelta, votata ed eletta al primo turno col 52%); poi attaccano la minoranza del PD, rea di aver difeso l'Amministrazione; poi si dimenticano che da lì a due mesi ci sarebbe stata l'elezione del nuovo sindaco e non trovano nessuno disposto a candidarsi; poi si fanno suggerire il candidato - Zacheo appunto - dalla tanto vituperata minoranza del PD che, su pressione di Bagalini stesso ha deciso di collaborare (ricordate l'allargamento della Segreteria comunale PD?). Come andrà a finire: Zacheo perderà al ballottaggio contro Calcinaro, coloro che avevano firmato dal notaio verranno (giustamente, ndr) spazzati via e la minoranza del PD si riprenderà in mano il Partito, che, fino a quel momento, aveva inanellato solo vittorie elettorali (Provinciali, Regionali e Comunali). Cari Nicolai e Bagalini, col senno del poi, non sarebbe stato meglio lasciare la Brambatti lì dov'era? Amen
  • Antonio

    05-05-2015 11:35 - #10
    Ahi..Ahi...ci risiamo, si parla di toppate, di sbagli legislativi, etc..etc... io non so se Pasquale Zacheo abbia sbagliato nella sua risposta, non sono un giurista come tutti voi del quartierino, ma anche voi non ci andate lisci....che significa capolista?...se non erro non esiste il candidato capolista nelle elezioni Comunali (sbaglio?)...i nomi sono inseriti in ordine cronologico senza nessun vantaggio per chi è primo o in mezzo o ultimo....poi il vostro tifo unilaterale lo si evince quando continuate a dire il suo capolista ....ma se non continuo ancora a sbagliare, i 2 candidati oggetto del vostro morboso interesse, non sono candidati della lista di Zacheo, fanno parte di altre liste, di cui una appoggia la candidatura di Pasquale Zacheo e l'altra addirittura fa parte della coalizione che appoggerete in caso di ballottaggio (voci ma molto attendibili), cmq continuate a fare questo tipo di campagna elettorale la vostra vittoria sarà sicura.....e se le mie considerazioni sono sbagliate.... "mi corriggierete"..... perchè da voi paladini dell'onestà dello spazzolamento della piazza e altro c'è solo da imparare....saluti Antonio
  • mario

    05-05-2015 11:13 - #9
    Ritengo che non sia stato opportuno per Zacheo candidarsi a sindaco, ma perdipiù con il partito democratico. Gli altri tirati in ballo spiegheranno le loro ragioni.
  • Meneger de Porto Sant'Erpidio

    05-05-2015 10:01 - #8
    Grandissimo Calcinaro!!! Almeno chiama le cose per Nome, Cognome, Indirizzo...senza tanti INUTILI giri di parole!! Se non sono eleggibili che li avete candidati a fare? Vacci un po' a mettere una pezza all'art.63 adesso: in bocca al lupo!! Sicuramente non una bella figura per i Top-Candidati Zacheo e Catalini.
  • gioacchino

    05-05-2015 09:18 - #7
    Ecco perché tanti processi inutili in Italia, chi dovrebbe fare rispettare la legge non la conosce. Se dovesse vincere si prospettano tempi d'oro per gli avvocati. Cominciamo proprio bene, aspirante Sindaco!!!
  • stupefatta

    05-05-2015 08:36 - #6
    Ma Zacheo non doveva fare più attenzione su queste cose? Dall'articolo di legge mi pare evidente l'incompatibilità del suo capolista
  • Pino

    04-05-2015 23:54 - #5
    Zacheo hai toppato. RIcordati che non sei l'Oracolo.
  • Gilberto

    04-05-2015 23:42 - #4
    Capitano, hai capito che compagni di merende ti sei scelto? Tutti i grandi esperti che ti circondano, i vecchi marpioni della politica, i professoroni, gli avvocati, hanno tutti capito che potevi essere il cavallo vincente e sono saliti in groppa, adesso cominci a sentire il peso e perdi colpi. Nella risposta che da a Calcinaro e Rossi c'è secondo me l'inadeguatezza del ruolo ed una certa' spocchia' nel dire che non ha bisogno di lezioni di diritto anche davanti alla evidenza dei fatti. Adesso vada a spiegare a chi voterà il suo capogruppo che in realtà voterà a vuoto.
  • avv. Paolo Bartolomei

    04-05-2015 23:39 - #3
    Zacheo scivola su una bella buccia di banana. Dice: << ... la commissione ha certificato la regolarità di ogni candidato in corsa alla competizione elettorale >> quando la nota di Paolo Calcinaro (e soprattutto la legge) dicono chiaramente che l'incompatibilità nasce DOPO l'elezione e non con la semplice candidatura, che sono due cose ben diverse. La Commissione verifica la regolarità solo delle candidature, non va oltre. Da un ufficiale della Benemerita ci si aspetterebbe una migliore comprensione dei testi di legge e dei suoi meccanismi. E questo senza considerare la semplice inopportunità politica della candidatura, non contemplata dalla legge. E poi che senso ha la frase "senza meriti o qualifiche particolari..." ? Ma la qualifica di avvocato non basta per l'interpretazione della legge ? O lo deve scrivere il presidente emerito della Corte di Cassazione? Mah...
  • peppe

    04-05-2015 22:59 - #2
    carta canta!!!!!!! meglio ammettere la svista!!!!! sarebbe piu' onesto intellettualmente!!!!!! in fondo erano impegnati a candidare di ruscio!!!!!! sbaglio???? non fa parte della lista udc????? o meglio.....udc del pd
  • Calcinaro Calcinaro...

    04-05-2015 22:54 - #1
    Tipico ,indipendentemente dal giusto o sbagliato,affondare colpi bassi contro gli avversari,ah, tipico di chi vuol fare piazza pulita degli altri ma non di se stesso.Forse qualche scheletro nell'armadio dovrebbe consigliare di politicare pensando in casa sua!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications