Politica
“Non ci sarà da parte nostra nessun apparentamento, nessun patto elettorale che poi andrebbe anche a rendere ingovernabile la nostra Città”

Oggi si è letto di tutto, sulla caccia alle alleanze, su alcuni miei presunti ma non veritieri incontri segreti messi in giro ad arte da chi teme un cambiamento, su strani ma reali approcci altrui. Forse ancora non si è capito, o forse qualcuno fa finta di non capire. La spinta che i fermani ci hanno dato ha un obbiettivo chiaro: dare un taglio con le logiche politiche che hanno attanagliato Fermo per anni. Non ci sarà da parte nostra nessun apparentamento, nessun "patto" elettorale che poi andrebbe anche a rendere ingovernabile la nostra Città. E se questo delude chi aveva – stranamente - sognato miei incontri immaginari, mai avuti fino ad oggi, ci dispiace.

“Non ci sarà da parte nostra nessun apparentamento, nessun patto elettorale che poi andrebbe anche a rendere ingovernabile la nostra Città”

Noi ci alleiamo però con la Città, con i Fermani, con tutti coloro che, anche se non hanno partecipato o condiviso inizialmente il nostro progetto, intuiscono l'ovvio. E ciò che l'unica possibilità di un cambiamento reale, e non "a chiacchiere", è quello rappresentato dalle nostre forze civiche, dal nostro attaccamento per Fermo, dalla idea di vera prossimità e partecipazione con i fermani, tema questo che ci ha visto avvicinarsi anche, durante la campagna elettorale, con le sensibilità di più di un candidato oggi escluso dal ballottaggio. La scelta di campo che chiediamo, non tanto ai cittadini perchè loro hanno già pienamente intuito la differenza, ma alle altre forze politiche o civiche è quella di prendere una posizione chiara, cristallina, pura, tra il "solito" mascherato ed una possibilità di cambiamento che metta all'angolo logiche e volti che oggi cercano di riproporsi a soli tre mesi di distanza da uno dei momenti più laceranti per la politica fermana: momento che li ha visti, peraltro, messi gli uni contro gli altri a dispetto della sospetta attuale unità di intenti che si cerca di trasmettere ai cittadini.

Non possiamo e non dobbiamo mettere in palio poltrone per creare ammucchiate che portino ad una vittoria di coalizioni improponibili, di certa ingovernabilità: possiamo solo dire che il nostro unico interesse è quello di dare a Fermo una guida solida, slegata dalle necessità e dagli appetiti di alcune forze politiche, attribuita in base alla competenza, anche a mezzo di figure già riconosciute in Città.

I fermani hanno capito il messaggio e la necessità di una guida della Città che metta in primo piano il benessere di Fermo e non le logiche o gli interessi di alcuni partiti cittadini: ed ora si vedrà e sarà evidente nella scelta, nell'indirizzo che prenderanno le forze politiche o civiche di Fermo quanto si voglia effettivamente una possibilità rinnovamento o quanto si voglia invece tendere a patti di potere od alla ricerca spasmodica del posto o della poltrona. Appare così chiaro che chiunque tenga a Fermo, chi vorrà lavorare con noi per il bene della nostra Città, debba allontanarsi da una continuità improponibile, senza che questo atto possa apparire come una intesa o un baratto: sarebbe solo un atto, forse anche ovvio, di amore e di speranza verso Fermo. 

Letture:4534
Data pubblicazione : 04/06/2015 12:48
Scritto da : Paolo Calcinaro, candidato sindaco di Fermo
Commenti dei lettori
15 commenti presenti
  • Camomilla

    06-06-2015 14:49 - #15
    Gentile Osservatore, a proposito di rinnovamento e di cambiamento della vita politica fermana ha fatto che caso che se dovesse vincere Zacheo otto dei suoi consiglieri eletti sarebbero gli stessi seduti fino a qualche mese fa sui banchi con Nella Brambatti? Vero che Fermo ha memoria corta ma per fortuna non siamo tutti pesci rossi.
  • Carlo

    06-06-2015 12:27 - #14
    Ma è vero che Piazza Pulita ha fatto un accordo con Rossi, a cui andrebbe il vicesindaco, e come assessori Romanella e Bargoni? Voci di piazza, non ci si capisco più niente.
  • L'osservatore

    05-06-2015 14:52 - #13
    Paolo Calcinaro parla sempre di rinnovamento e di cambiamento della vita politica fermana, ma lui era in consiglio comunale nella coalizione di sinistra che aveva candidato sindaco Peppino Buondonno. Poi si è candidato nella coalizione di sinistra a sostegno della Brambatti ed è diventato assessore allo sport e vicesindaco. Per non parlare di Francesco Trasatti assessore alla cultura nella giunta Brambatti ed eletto nella lista di SEL. In più Calcinaro è alleato del Centro del Fermano, la lista di Gaetano Massucci, da molto tempo sulla scena politica, che si è candidato alle regionali alleandosi al PD. Calcinaro, sarebbe questa la politica nuova? Nelle sue liste ci sono candidati di centrodestra (pochi) e candidati di sinistra e centrosinistra (molti), chissà come farete ad elaborare una linea politica unitaria. La verità è che sapete solo protestare e nient'altro.
  • voti di casa d'altri ?

    05-06-2015 11:12 - #12
    i rumors dei bene informati, che partono da piazza, via mazzini, lungo il corso sino alla sede elettorale di Calcinaro, insinuano che per Calcinaro c'è stato il soccorso nero-grigio, voti pervenuti e veicolati da eminenze grigie che non hanno una particolare predilezione verso Calcinaro, ma non tollerano la vittoria dell'ex comandante dei Carabinieri Zacheo. Saranno solo rumors, è vero, ma se ne parla ed è motivo di discussione, anche animata, tra chi voleva la trasparenza ma pensa che cambiando i nomi e i protagonisti non è cambiato il sistema dei soliti noti.
  • Pasquale80

    05-06-2015 08:04 - #11
    Paolo avanti tutta, la città vuole fare piazza pulita, ancor di più di un candidato Sindaco sponsorizzato dai Brambatti boy.
  • Carlo

    05-06-2015 07:19 - #10
    Una curiosità mia delle 7 di mattina, come mai Casa Pound o Forza nuova non hanno fatto la loro lista, era sempre stata fatta... Per sapere, l'estrema destra fermana, si è ritirata dalla competizione o appoggia in modo silente un candidato (che sicuramente non è Calcinaro, non credo che faccia accordi con l'estrema destra). In questa ballottaggio non hanno fatto comunicati stampa, di solito Casa Pound ne fa molti... solo una mia curiosità... trovo strano che l'estrema destra non si sia presentata a questa tornata elettorale, aspetto un loro comunicato sul ballottaggio (credo che appoggino Zaccheo o Calcinaro o fanno astensione, chi lo sa... sarei curioso di saperlo).
  • alberto

    04-06-2015 19:00 - #9
    Una novità c'è di sicuro, anche difficile da negare. Per la prima volta a Fermo non saranno i partiti (quelli tradizionali) a guidare la città. Dando per scontata la vittoria di Calcinaro (su un PD oramai cotto che cerca di rifarsi una faccia presentabile cercando altrove) almeno in questo c'è il gusto della novità. A chi già"gufa" alludendo alla mancanza di gente preparata per completare la squadra che governerà la città ricordo la pessima figura fatta dagli "esperti" della passata giunta... e non solo. Ma si, perché. NO. Auguri Calcinaro
  • barbara

    04-06-2015 18:02 - #8
    per questo ballottaggio mi viene in mente uno slogan: o la poltrona o la dignità. purtroppo ho la sensazione che chi scenderà più a compromessi diventerà sindaco, poichè una notevole percentuale di voti sarà veicolata da molti dei "trombati", quelli che io ti appoggio ma tu.. Tutto il resto dei voti (non sufficienti) sarà dei cittadini indipendenti che si dividerà tra quelli che hanno poca memoria storica e sono poco informati, quelli che proprio non guardano oltre il loro naso e quelli che vanno a simpatia senza sapere cosa stanno facendo. Ma vabè, non essendo in queste categorie non andrò a votare. Ho scelto il M5S e due consiglieri sono dentro, il mio lavoro l’ho fatto. Tornando al mercato delle vacche.. a questa attività di prostituzione vedo a naso più incline il PD e le liste sue figlie, ergo, se è vero quello che dice Calcinaro (alzo le mani) vincerà Zacheo. in questo caso spero che Calcinaro all' opposizione si comporti meglio di come ha fatto come vice sindaco.. dato che sotto i suoi occhi sono passate incolumi le opere di un'amministrazione per lo più ignava e statica, che si è limitata a non fare granché, se non scelte discutibili.
  • cose strane

    04-06-2015 16:41 - #7
    Come è pensabile di amministrare una città con della gente eletta in consiglio comunale che spazia dall'estrema destra all'estrema sinistra, con alcuni con un boooommmmmmm di preferenze di origine ??????????? Tutto purchè si arrivi alla poltrona di sindaco, questo il motto di Calcinaro, che gli accordicchi oggi non li vuole ma perchè???? perchè da quanto riferiscono altri candidati a sindaco, sembra che ci siano già stati, chiamasi voti disgiunti, preferenza ad un candidato sindaco e preferenza a consigliere di lista non collegata al sindaco, capisci a me, di cui avrebbe fatto le spese, secondo lui, il candidato Catalini. Oggi Calcinaro dice nessun apparentamento, ma la verità è ben diversa, secondo me c'è già stato.
  • FERMA' DE PIAZZA

    04-06-2015 16:23 - #6
    io invece il mio voto non lo darò a Calcinaro perchè sono arciconvinta che penserà solo al centro storico e a li ferma' de piazza, per lui le periferie non esistono, lo si capisce da tante cose
  • Vincè

    04-06-2015 16:10 - #5
    Bravo Paolo! Aldo Di Mosca ha capito tutto quello che hai detto qui sopra, io invece dalla scuole basse, non ho capito niente . Non è che con il tuo modo di esprimerti vorresti far credere di condividere le aspirazioni di tutti mentre celi per te stesso ogni Tuo pensiero? Parli della guida solida della città, ma non eri Tu il vice sindaco della scorsa amministrazione?
  • Curiosone

    04-06-2015 15:09 - #4
    una squadra oltre che da un allenatore è composta anche da dei bravi giocatori.BILANCIO , URBANISTICA , LAVORI PUBBLICI chi sarebbero i giocatori?
  • mendicante

    04-06-2015 14:35 - #3
    Le parole non contano nulla, di buone intenzioni sono lastricate le vie dell'inferno. Chi vince si è apparentato; chi perde non si è apparentato, o si è apparentato male...
  • Marzia M.

    04-06-2015 13:37 - #2
    Bravo Paolo. Coerenza e andare fino in fondo. Solo le mezzecalzette pur di far emergere le solite logiche della spartizione delle poltrone e degli interessi scelgono la strada degli accordi. E poi dicono di essere integerrimi e di essere loro la novità. Zacheo...PD...e compagnia cantando TUTTI A CASA. Bagalini e C. avete avuto l'occasione di governare questa città che chiedeva solo gente onesta, capace e disinteressata avete fornito la peggiore politica degli ultimi 50 anni come pensate di essere credibili. Ora lasciate governare gli altri. Se saranno bravi verranno riconfermati, altrimenti anche loro a casa. Voi cari PD non avete nessuna possibilità di essere credibili. Dimissioni subito di tutta la dirigenza e RINNOVAMENTO TOTALE.
  • Aldo Di Mossa

    04-06-2015 13:16 - #1
    Aspettavo questa dichiarazione, bravo...a dir la verità ho votato Zacheo..anche se dubbioso dopo le uscite di Borsellino e delle minacce....dico con tutta serenità che ora il mio voto andrà a Calcinaro visto che da quello che ho capito Zacheo è disposto e sta facendo la corte addirittura a Catalini!
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications