Politica
Fermo al voto. Zacheo: “Spiace constatare quanto denunciato dal dottor Catalini: la lealtà, in una competizione elettorale, deve essere un valore per tutti”. A breve l'annuncio della giunta

“Spiace constatare quanto denunciato dal dottor Giambattista Catalini. Condivido che la lealtà, in una competizione elettorale deve essere un valore per tutti. Verso l’elettorato, verso il candidato e verso la comunità. Non mi piace parlare di quanto accade in casa d’altri, ma l’occasione lascia intuire quelle che sono state e che sono le trame in questa campagna elettorale, che ci riportano indietro di decenni. Leggiamo gli stessi nomi che, a prescindere dalla coalizione, hanno sempre ambito ad una poltrona, altro che nuovo”. Inizia così l'intervento di Pasquale Zacheo in vista del ballottaggio del prossimo 14 giugno.

Fermo al voto. Zacheo: “Spiace constatare quanto denunciato dal dottor Catalini: la lealtà, in una competizione elettorale, deve essere un valore per tutti”. A breve l'annuncio della giunta

Zacheo che parla dell’entusiasmo e la concretezza che hanno sempre contraddistinto la sua azione, anche in passato. “E proprio partendo dalla lealtà - prosegue Zacheo - che vorrei fare una riflessione. Io, mai impegnato in politica, mi sono presentato alla città con un progetto serio e concreto che permette di guardare avanti e non indietro, con spirito di rinnovamento. In politica, non si può essere mossi dalla voglia di vendetta verso qualcuno, soltanto perché con questi è finito un rapporto. L’amministrazione della città non può essere condizionata da queste dinamiche”.

Zacheo spiega quindi lo spirito che anima ed ha animato la sua campagna elettorale: “Ed è proprio questo atteggiamento che mi ha probabilmente portato a raggiungere il numero più alto di consensi in questa ultima consultazione elettorale. Ci siamo resi conto che la gente ha bisogno di certezze, vuole sapere in che direzione andrà la città, chi saranno i suoi timonieri, quali saranno i suoi riferimenti istituzionali presso gli enti della Regione e dello Stato. Noi, con semplicità e vera voglia di cambiamento, abbiamo dimostrato che con la giusta competenza possiamo guardare ben oltre i nostri confini. In Regione, con il neo Governatore Ceriscioli, si sta formando una forte squadra di Governo dove Fermo avrà la sua voce importante attraverso i suoi consiglieri Cesetti e Giacinti. Insieme a loro, dobbiamo portare Fermo al centro di un progetto politico che vada oltre i confini comunali. Dobbiamo essere in grado, attraverso uno stretto contatto, di drenare risorse a favore della nostra comunità. Non possiamo permettere al Comune l’isolamento”.

Infine un invito ai Fermani e una panoramica sulla composizione del nuovo Consiglio: “L’invito ai fermani è quello di tornare a votare per dare a noi e alla città l’occasione di far bene. In Consiglio Comunale, come si evince dai risultati ottenuti, in caso di mia affermazione, arriverà gente di alto livello personale che potrà dare un contributo reale alla crescita della città. Gente che si è sottoposta al giudizio degli elettori e che ha riportato enorme consenso. Il consenso elettorale, in democrazia, è la legittimazione più alta, a prescindere da ogni singolo giudizio, che può essere mosso da dinamiche interiori alla singola persona e che nulla dovrebbero riguardare la città. La gente è ben consapevole di tutto questo e lo ha già dimostrato con il voto, facendoci non a caso arrivare davanti a tutti. Ora – conclude Zacheo - stiamo preparando la squadra di governo della città ed a breve la presenteremo ai cittadini. Ci sono persone di primissimo livello.”

Letture:3646
Data pubblicazione : 04/06/2015 17:02
Scritto da : Redazione
Commenti dei lettori
10 commenti presenti
  • Simona

    06-06-2015 14:42 - #10
    Quello che dico è tutto falso Cittadini fermani, basta essere ipocriti, è ora che cominciamo a dire la verità. In primo luogo accuso tutte le testate che dipingono Calcinaro come vergine dagli apparentamenti. E' evidente come gli apparentamenti sono stati fatti PRIMA attraverso gli accordi con Bargoni, Romanella della lista di Catalini e con molti altri della lista di Zacheo e da qui il mare di inspiegabili voti disgiunti che vedevano espresso Calcinaro come candidato sindaco. Questo ha fatto Calcinaro nei due anni di preparazione della sua campagna elettorale. Perchè non deve uscire l'informazione che quella che vanta di chiamarsi “piazza pulita” è in verità una lista che ha tentacoli ovunque, un partito che scorrettamente trasversale che non riuscirà mai ad amministrare. Perchè dobbiamo credere alle bugie di un sms ricevuto da Di Ruscio, che è solo uno sciocco cross che si è fatto da solo per parlare? Tutti sanno i motivi per cui lo hanno fatto fuori e, credetemi, sono motivi che nulla hanno a che vedere con quelli che dice lui. Di Ruscio ha fatto 2 legislature, la prima ha governato bene, con voglia di lavorare e umiltà, nella seconda si è fatto prendere dalle manie di grandezza, rischio di ogni Sindaco che si circonda di incapaci che lo adulano. Così, attraverso molti e inutili viaggi a Roma, ha provato ha fare le scarpe a Ceroni che, più potente di lui, lo ha fatto fuori. Quindi, in definitiva, Di Ruscio non è stato fatto fuori per i motivi che lui adduce ma perchè ogni partito sapeva che non poteva averlo come umile portatore di acqua ma avrebbe fatto salire uno che aveva il vizietto di “scalzare”. Mi sono stancata di ascoltare queste bugie e questa prostituzione intellettuale. IO STO DALLA PARTE DEI PENALIZZATI, sto dalla parte di Zacheo, sto dalla parte di Catalini, di coloro che, vincitori ho sconfitti, comunque hanno imbarcato gente in buona fede non pensando che erano venduti. Io ho detto la verità su “Piazza Pulita”, se volete attaccare attaccatemi pure, non me ne frega niente.
  • Simona

    06-06-2015 13:36 - #9
    Quello che dico è tutto falso Cittadini fermani, basta essere ipocriti, è ora che cominciamo a dire la verità. In primo luogo accuso tutte le testate che dipingono Calcinaro come vergine dagli apparentamenti. E' evidente come gli apparentamenti sono stati fatti PRIMA attraverso gli accordi con Bargoni, Romanella della lista di Catalini e con molti altri della lista di Zacheo e da qui il mare di inspiegabili voti disgiunti che vedevano espresso Calcinaro come candidato sindaco. Questo ha fatto Calcinaro nei due anni di preparazione della sua campagna elettorale. Perchè non deve uscire l'informazione che quella che vanta di chiamarsi “piazza pulita” è in verità una lista che ha tentacoli ovunque, un partito che scorrettamente trasversale che non riuscirà mai ad amministrare. Perchè dobbiamo credere alle bugie di un sms ricevuto da Di Ruscio, che è forse solo un cross che si è fatto da solo per parlare? Tutti sanno i motivi per cui lo hanno fatto fuori e, credetemi, sono motivi che nulla hanno a che vedere con quelli che dice lui. Di Ruscio ha fatto 2 legislature, la prima ha governato bene, con voglia di lavorare e umiltà, nella seconda si è fatto prendere dalle manie di grandezza, rischio di ogni Sindaco che si circonda di incapaci che lo adulano. Così, attraverso molti e inutili viaggi a Roma, ha provato a fare le scarpe a Ceroni che, più potente di lui, lo ha fatto fuori. Quindi, in definitiva, Di Ruscio non è stato fatto fuori per i motivi che lui adduce ma perchè ogni partito sapeva che non poteva averlo come umile portatore di acqua ma avrebbe fatto salire uno che aveva il vizietto di “scalzare”. Mi sono stancata di ascoltare queste bugie e questa prostituzione intellettuale. IO STO DALLA PARTE DEI PENALIZZATI, sto dalla parte di Zacheo, sto dalla parte di Catalini, di coloro che, vincitori ho sconfitti, comunque hanno imbarcato gente in buona fede non pensando che erano venduti. Io ho detto la verità su “Piazza Pulita”, se volete attaccare attaccatemi pure, non me ne frega niente.
  • IRMA

    05-06-2015 07:40 - #8
    Ricomincia la campagna contro Zacheo. Evidentemente fa troppo paura ad alcuni che si affannano a scrivere copiosamente contro di lui tanto da convincermi a votarlo.
  • Grande Walter

    04-06-2015 23:14 - #7
    Walter sei un grande!
  • mario

    04-06-2015 22:50 - #6
    Sé dietro al progetto di rilancio della città, ci sono persone capaci, perché non votarlo?. Quando un Sindaco, o un assessore dovrà recarsi presso le istituzioni Regionali o Nazionali, per portare avanti progetti, richieste di finanziamenti ed altro, dovrà avere bisogno di referenti locali e nazionali del suo partito, cosa che fanno e continueranno a fare molti sindaci.
  • Mirella

    04-06-2015 22:33 - #5
    Cesetti e Giacinti sarebbero il nuovo?Ma per piacere di che cosa stiamo parlando?E' brutto e triste vedere persone adulte che,come bambini,non sanno accettare le sconfitte.Una canzone diceva"Bisogna saper perdere" anche con un po' di classe,aggiungo io
  • Alessandro Marchesi

    04-06-2015 19:49 - #4
    Zacheo annuncia la giunta. Bilancio=Tremonti....Servizi Sociali=Alex Zanotelli....Cultura=Dario Fo....Lavori Pubblici=Maurizio Lupi.....Urbanistica= Lui stesso o Renzo Piano...la differenza è poca....Vice Sindaco c'è indecisione tra Matteo Renzi o Grillo...un po comici sono entrambi...ed infine coordinatore unico del gruppo Mastro Lindo...!!! Calcinaro per te la vedo brutta un bel po....ai voglia a combattere contro questi...il PD a Fermo ha fatto le cose in grande...della serie Fermo è cosa loro e guai a chi la tocca. Calcinaro l'unica cosa che ti è rimasta è Resistere...Resistere...Resistere...per non morire dal ridere e soprattutto non cadere nella trappola della giunta. Loro sanno già che sono perdenti e sparare nomi a caso è fin troppo facile...ma chi li crede...poveri illusi !!!!!
  • Rosalba Croceni

    04-06-2015 19:24 - #3
    Zacheo basta. Tu, il PD e tutte le liste che sono intorno al solo progetto di cui siete capaci, le poltrone, non siete credibili. Ritentare, sarà per la prossima volta. Ora anche se vi accordate con Torresi, Catalini o Romanella siete comunque perdenti. Riuscirete con il vostro modo di fare a portare a votare anche chi non ci è andato al primo turno, pur di non vedervi più girare nei corridoi del comune, votando Calcinaro.
  • Walter

    04-06-2015 19:00 - #2
    Per quanto sia disinteressato e volenteroso il suo impegno, trovo la sua candidatura inopportuna per molteplici motivi, parafrasando quanto ebbe a dire il Procuratore Dott. Carlo Nordio sulle candidature di alcuni ex magistrati; "Un magistrato non dovrebbe entrare in politica né durante né dopo il suo mandato. Durante per l’ovvia ragione che se c’è una separazione netta tra i poteri giudiziario e legislativo, il magistrato non deve dare nemmeno adito a sospetti che ci siano interferenze tra l’uno e l’altro". Ma se un pm va in pensione? "Per la stessa ragione, che diventa retroattiva. Anche dopo essersi dimesso un suo ingresso in politica può suscitare il sospetto che le sue attività pregresse fossero in un certo modo finalizzate a una sua carriera politica. E questo, ci tengo a dirlo, ovviamente non significa che sia vero quanto io denuncio come un pericolo. Io sono certo, almeno spero, che nessun magistrato abbia agito tenendo presente un domani la possibilità di entrare in politica. Ma questa mia convinzione non esime i cittadini dal pensarlo. Quindi, per evitare anche il semplice sospetto, è bene che il magistrato non entri mai in politica". Personalmente credo, anzi sono ciuro, che tale principio sia valido anche nei confronti di chi fino a ieri indossava una divisa, a maggior ragione se ha condotto indagini nei confronti della stessa pubblica amministrazione per la quale oggi si candida ad amministrare. Da tale vicenda resto amareggiato non da tali inopportune scelte ma, visti i risultati, per la "leggerezza" con cui i cittadini applicano il proprio diritto di voto ottenuto a caro prezzo di centinaia di giovani vite immolatesi nei campi di battaglia...
  • Ma per favore....

    04-06-2015 17:10 - #1
    Isolamento? E che crede il sig. Zacheo che i consiglieri regionali sono entrati con i voti del suo PD rimasto ai minimi termini alle comunali? O non sono forse i consiglieri regionali di tutti i fermani? Mosse da disperazione....si rassegni alla sconfitta...lui e il suo PD...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications