Politica
Il segretario PD Bagalini: “Calcinaro porti rispetto. L’ex vicesindaco della Brambatti dimentica di aver condiviso gran parte del suo percorso politico con quel centrosinistra che oggi dileggia"

Ad una settimana dal voto finale che decreterà la vittoria di Pasquale Zacheo o Paolo Calcinaro al ballottaggio il clima politico si infiamma. La federazione di Fermo del Partito Democratico, tramite il suo segretario Manolo Bagalini, replica agli attacchi di Calcinaro: "Le ultime affermazioni del candidato sindaco Calcinaro in merito alla futura composizione del consiglio comunale in caso di vittoria del candidato sindaco Zacheo sono ingiuste oltre che fuorvianti ed offensive, e fanno capire come ormai questa campagna elettorale segua uno stile livoroso che nulla ha a che vedere con gli interessi reali della città".

Il segretario PD Bagalini: “Calcinaro porti rispetto. L’ex vicesindaco della Brambatti dimentica di aver condiviso gran parte del suo percorso politico con quel centrosinistra che oggi dileggia

Segretaio comunale del PD che aggiunge: "Vale solo l’obiettivo fine a se stesso, e si è disposti a tutto pur di ottenerlo: vincere. Si è disposti persino a rinnegare ciò che si è stati per oltre due anni nell’amministrazione Brambatti: vice sindaco. Un vice sindaco che ha condiviso molte, se non tutte, delle scelte di quella amministrazione perché per 2/3 della durata della giunta Brambatti, Calcinaro era lì, in rappresentanza di FM. Ecco perché risulta poco credibile questo suo viscerale antibrambattismo, dettato evidentemente da un proposito di vendetta che, a volte, sembra annebbiarlo, o, più realisticamente, da un puro calcolo politico".

Partito Democratico che aggiunge: "Calcinaro non è credibile quando afferma che rientrerebbero nel consiglio “volti della politica fermana che campeggiano in via Mazzini da oltre venti anni”. E vediamoli questi volti allora: per il Partito Democrtico gli eletti sarebbero Pierluigi Malvatani, Sonia Marrozzini, Manolo Bagalini, Paolo Ferracuti, Rosanna Montanini, Sandro Vallasciani, Daniele Colò, Mariella Flammini, Marcello Renzi, Anna Manzato. Per metà si tratta di esordienti. Malvatani e Bagalini tutto possono definirsi fuorché brambattiani. Colò ha fatto una sola esperienza in consiglio mentre Montanini e Vallasciani sono ex assessori. Per i venti anni in via Mazzini forse potremmo considerare il solo Vallasciani, ma da qui a definirlo un matusa della politica fermana ce ne corre. Del resto Calcinaro ha seduto nell’assise comunale ininterrottamente per oltre sette anni. Ma non è l’anagrafe che può dettare la qualità delle persone. È l’intelligenza, la capacità di fare, e il saper portare rispetto, anche agli avversari politici. Ecco perché, se Calcinaro è una persona di qualità, ci aspettiamo d’ora innanzi maggior rispetto per quella parte politica, il PD, con cui lui, in passato, ha condiviso gran parte del suo percorso politico".

Letture:3534
Data pubblicazione : 07/06/2015 11:25
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
9 commenti presenti
  • Bagalini accetta la realtà !!!!

    08-06-2015 12:21 - #9
    Bagalini proprio senza ritegno !!! Sei il segretario di un partito, il PD che non ha detto una parola quando il suo sindaco Brambatti secretava accordi vergognosi a danno della città di Fermo, non hai detto una parola quando esponenti del PD in regione commettevano atti vergognosi di sperpero dei nostri soldi, non hai detto una parola quando esponenti del PD in provincia davano incarichi (.) vi state mettendo d'accordo con Ceroni pur di tornare nel palazzo, stai tranquillo la città domenica vi spazzerà via, tutti compreso quel Colò che alza le barricate e allora finalmente leggeremo i verbali secretati !!!!!! Il Pd deve andare via dal governo della Città !!!
  • FM

    07-06-2015 20:55 - #8
    Non essendo esperto di politica vorrei capire un paio di cose: 1) Trasatti e Calcinaro non sono quelli che sono stati "costretti" ad andarsene proprio perchè non erano in linea con le direttive dell'ex Sindaco e quindi del PD? 2) La "capacità di fare" del PD è la stessa che ha portato Fermo alla caduta anticipata della precedente amministrazione, la sostituzione di molti degli assessori, le dimissioni del sindaco e quelle del segretario stesso? Dal mio modesto punto di vista, la cosa che non va proprio giù a qualcuno è che il percorso politico di Calcinaro è FERMO E I FERMANI, e non una poltrona ne tantomeno un partito politico. Sembra davvero che vi stiate attaccando sugli specchi. Distinti saluti
  • CAMPIGLIONESE

    07-06-2015 18:07 - #7
    sig bagalini, non ci sara' partita al ballottaggio, basta girare per la citta' di fermo e periferia, se ne rendera' conto, questa e' andata, dovete ripartire da zero! un minuto dopo il ballottaggio rimboccatevi le maniche, forse in cinque anni riuscirete a ricostruire qualcosa di credibile per la citta'!!!!
  • Girasole

    07-06-2015 16:38 - #6
    Caro. Manolo se ben ricordo calcinato e Trasatti sono stati cacciati dalla giunta brambatti e dal Pd perché ' volevano innovare la politica fermana rispetto al conservatorismo della brambatti e del clan Alidori, e tu come segretario cittadino hai scelto Zacheo candidato della brambatti. Il visti i risultati avrei dato le dimissioni e magari avrei usato questi cinque anni per ricostruire quel Pd rappresentato da gente onesta e corretta.
  • lucio

    07-06-2015 16:03 - #5
    PD regionali 34,33%- PD comunali 13,77% qualcuno dovra' riflettere o no?
  • Pasquale

    07-06-2015 13:37 - #4
    Bacalini ha distrutto il Pd a Fermo, non è legittimato a dare lezioni ai FERMANI. Sta difendendo la scelta fatta, se non vince va a casa pure lui.
  • Carlo delle Piana

    07-06-2015 12:28 - #3
    Bagalini, ma voi che siete andati dal notaio che rispetto avete avuto per i cittadini ? Nessuno non lo dimentichi mai. Capisco il suo imbarazzo per giustificare una presenza politica quella del PD che a Fermo ha prodotto solo disastri. Certo il PD deve garantire la prosecuzione della vecchia politica di poltrone e prebende da distribuire ai soliti amici, Gli altri no. Poi se falliranno anche loro saranno i cittadini a rimandarli a casa. Zacheo, PD e amici di merende varie, sappiate che la vostra politica è arcinota quella degli altri è ancora tutta da sperimentare. Voi siete il passato remoto, gli altri la speranza di rinnovamento. Siete terrorizzati di rimanere all'opposizione e senza possibilità di avere voce in capitolo come siete sempre abituati a fare. Siccome avete sbagliato tutto fino ad ora dal candidato alle politiche fatte prendetevela con voi stessi e non con gli altri. Abbiate il coraggio di essere meno ridicoli e riconoscere i vostri limiti. Ricominciare tutto dall'inizio e comprendere gli errori spesso è più salutare di continuare a pensare di essere degli strateghi politici. Se poi è vero quello che circola in città che avete fatto accordi con Forza Italia e Ceroni, allora avete toccato l'apice della non vergogna e dimostrate in pieno quello che i cittadini di Fermo pensano di voi. INAFFIDABILI
  • Stefano

    07-06-2015 11:47 - #2
    Non ho capito: Bagalini difende la memoria della giunta Brambatti ? Lui, che l'ha fatta cadere? Lui che è andato a firmare dal notaio? Ma pensa che i fermani abbiano la memoria più corta di.... tre mesi?
  • per non dimenticare

    07-06-2015 11:38 - #1
    Calcinaro è stato anche candidato con la lista di Buondonno (quel Buondonno...) nel 2006! Gli elettori di centrodestra che lo hanno votato dovrebbero ricordarselo...
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications