Politica
“Non è ormai la prima volta che il consigliere Zacheo cerca di lanciare la bomba che poi si rivela una miccietta”. Il sindaco Paolo Calcinaro replica diretto a Pasquale Zacheo

E' un primo cittadino quanto mai determinato a fare chiarezza quello che risponde, con una nuova nota, all'intervento del capogruppo di Io Scelgo Fermo Pasquale Zacheo. Paolo Calcinaro replica direto alla richiesta di dimissioni dell'assessore al Bilancio e alla vicenda della delibera sulla Tari:“Consideravo il capitolo chiuso nell’auspicare un maggior dialogo con il Comune per il consigliere Zacheo ma evidentemente ancora non avevo avuto modo di apprezzare il comunicato gonfio di insulti e rabbia che lo stesso soggetto, politico, ha inviato”.

“Non è ormai la prima volta che il consigliere Zacheo cerca di lanciare la bomba che poi si rivela una miccietta”. Il sindaco Paolo Calcinaro replica diretto a Pasquale Zacheo

Calcinaro che vuole fare chiarezza: “Bene, ai fermani va riprecisato che il “caso” lanciato da Zacheo non è stato per niente ritenuto tale. Gli Uffici, che sempre difendo e difenderò per le loro professionalità, questa mattina hanno dimostrato la giustezza dei calcoli: se, invece, il consigliere Zacheo avesse impiegato qualche minuto in meno a rendicontare i suoi insulti sulla stampa e magari avesse usato quel tempo passando al piano terra del Comune per confrontarsi (come avrebbe potuto benissimo fare anche prima di cercare di creare il caso), allora oggi anch’egli avrebbe compreso che per formare la tariffa fissa si è sempre usato il costo del servizio a lordo, e non al netto come da lui ritenuto, delle detrazioni, Ma non è ormai la prima volta che il consigliere Zacheo cerca di lanciare la bomba che poi si rivela una miccietta: e purtroppo rimangono costanti i toni dell’insulto e di sprezzo, del costante sospetto, dell’insinuazione, di chi evidentemente non ha capito, dopo il risultato elettorale, che Fermo non ha voluto questi suoi modi. Termini di disprezzo che appartengono, nell’attuale panorama, solamente al consigliere Zacheo e che, a questo punto, credo sia mosso più da una avversione personale per l’epilogo della campagna elettorale che da un vero e proprio spirito costruttivo per Fermo”.
Sindaco che sottolinea: “In questo primo mese, difatti, non uno spunto di proposta è venuto dal consigliere Zacheo, al contrario di tutte le altre opposizioni, solo attacchi, presunti scoop, spesso conditi con parole molto dure: qui c’è Fermo da ricostruire, ognuno nella sua posizione, non c’è una rivincita da prendersi dopo una scoppola elettorale. Il cattivo gusto si denota anche dal richiamo alla mia assenza (per rivotare un punto uguale a quello lasciato indietro ieri): sarò in auto per non gravare di troppi costi sull’Ente, ad Ansbach, città da anni gemellata con Fermo, città che molto dà alla nostra Città e che ha richiesto la mia presenza programmando una serie di incontri istituzionali già nella mattinata di domani. Capisco che non tutti possiamo essere sensibili ai legami che la nostra Fermo ha tessuto negli anni con l’estero ma, anche in questo caso, un minimo di informazione in più da parte del consigliere Zacheo, non ci sarebbe stata male”. Intanto è ufficiale la convocazione per domani, giovedì 30 luglio, alle ore 19, della seduta di Consiglio Comunale

Letture:3521
Data pubblicazione : 29/07/2015 17:22
Scritto da : Paolo Paoletti
Commenti dei lettori
4 commenti presenti
  • Antonio

    30-07-2015 11:10 - #4
    Dove sono le telecamere?...dai su forza venite fuori, lo sappiamo che siamo su scherzi a parte...altrimenti non si spiegherebbe cosa è successo e sta succedendo in questi giorni all'interno dell'assise fermana. Io c'ero l'altra sera al Consiglio Comunale e cercherò di spiegare cosa è successo nel modo più semplice possibile e soprattutto al di sopra delle logiche di appartenenza. L'assessore al bilancio illustra la proposta di delibera per l'approvazione delle nuove tariffe TARI 2015, non addentrandosi (giustamente) nel tecnicismo dei numeri, perchè sarebbe un'impresa difficilissima (koefficienti x - koefficienti y = .....) e fino a qui tutto bene. parola all'opposizione parla il capogruppo Io Scelgo Fermo Pasquale Zacheo, il quale con 2 parole sostiene che i numeri riportati nell'atto sono sbagliati e per dirla in 2 parole nell'atto si sostiene che 10 diviso 2 è uguale a 6 (i numeri non sono questi ma il concetto scritto è questo), quindi il Consigliere chiede (penso legittimamente) all'Assessore se questo è un errore di copiatura,di trascrizione o c è un motivo per cui 10:2 = 6 , perchè in caso contrario non si può votare un atto dove è c'è un errore palesemente riscontrabile e a prima vista lesivo nei confronti dei cittadini ed eventualmente soggetto al controllo della corte dei conti. Alla richiesta del consigliere Zacheo, si sono allineativi gli altri gruppi di opposizione vera o presunta. Panico assoluto dalle parti della maggioranza, sospenzione della seduta per 30 minuti, nei quali tutti attorno al sindaco e assessore con cellulare in mano modalità calcolatrice. Al termine tutti concordi che l'errore così come scritto sull'atto esiste 10:2 non fa 6 ma 5. Vengono chiamati i funzionari dell'ufficio preposto, anche loro non si danno al momento dare una risposta perchè la gestione delle tariffe viene dato in appalto ad una società di Genova che al momento vista l'ora non è reperibile. Appurato e confermato che l'errore c'è e senza aver ricevuto nessuna giustificazione da chi è preposto al controllo (Assessore e funzionario), il sindaco rinvia la seduta. Arriviamo ad oggi, il sindaco replica che Zacheo non è nuovo a queste uscite poi rilevatesi flop ("bombe che diventano miccette") e che i tecnici riverificando ancora sono venuti alla conclusione che i numeri sono giusti (cioè 10:2=6 ? mah!). Ho provato a studiare il caso...ed è successo questo, i numeri sono fittizi ma rendono l'idea: il costo del servizio totale di rifiuti costa al Comune € 10.000,00, questo a copertuta totale lo devo spalmare su tutti i mq totali ( esempio 1000 )presenti nel Comune quindi il costo a mq è di 10,00. mentre sul documento presentato dall'Assessore si asserisce che non è 10,00/mq ma 12,00/mq (questo ha generato il caos). Perchè viene 12,00/mq ? perchè il costo è 10.000 ma siccome il comune prevede delle detrazioni ai contribuenti, non tutti i contribuenti pagheranno 10,00 , alcuni pagheranno 8,00 perchè hanno delle agevolazioni, quindi la copertura non sarà 10.000,00 ma 9.000,00, a questo punto i 1000 che mancano li devo rispalmare ancora su tutti ed ecco che per arrivare a 10.000 devo alzare la tariffa da 10,00 a 12,00. Morale Politicamente al di la' di come la si pensa è stata una figura pessima da parte dell'amministrazione che ha palesemente omesso un controllo di quanto stava proponendo, tecnicamente bastava inserire una riga (e non di più) nel documento dove si diceva che vi erano altri 1000 che dovevano essere coperti da tutti e quindi il costo non era 10.000 ma 11.000. e tutti oggi sarebbero restati a casa invece di ritornare in consiglio e spedere se non vado errato 1.500 € per la convocazione. Spero di essere stato chiaro. Sindaco, che tutto ciò serva come esperienza, la partenza fino ad ora non è stata proprio delle migliori, si governa una città di circa 40.000 abitanti, un'altra di queste e finiamo veramente su scherzi a parte e di certo non sarà una bella figura.
  • Enrico

    30-07-2015 09:44 - #3
    Calcinaro e la sua amministrazione è debole, confuso, non si fida degli uffici comunali e del suo assessore perchè ha ritirato i due punti all'ordine del giorno in consiglio comunale, mi sembra chiaro. Poi vuole dettare anche i comportamentio dell'opposizione, che ad oggi è solo Zacheo perchè gli altri si trastullano e non hanno voglia o capacità, da non crederci, Calcinaro vuole tutti insieme appassionatamente, altro segno di debolezza. Potranno portare la gente a ballare, cantare, ma quando si tratta di cose ben più importanti, leggasi TARI, si perdono, denotano la loro inadeguatezza a governare il comune. Sulla giunta in molti hanno espresso giudizi negativi, che dire, ci hanno azzeccato ma parte tutto dal sindaco Calcinaro, che ancora pensa a festeggiare la vittoria elettorale. La vedo nera.
  • marco leti

    30-07-2015 09:25 - #2
    è più importante la contesa del pallino e il gemellaggio per la birra con i tedeschi, oppure il bilancio caro sindaco? è inutile che tenti di far passare Zacheo per uno che inventa, allo scorso consiglio comunale avete fatto una figuraccia per errori talmente madornali da far uscire giustamente dall'aula l'opposizione. Quando a Fermo si diceva che non eravate all'altezza del compito uno non è che se lo stava inventando....
  • daniele

    29-07-2015 20:53 - #1
    Oh calcinaro ma che te metti a rcopia la brambatti? Zacheo fa opposizione sui banchi narcotizzati del consiglio comunale, i modi non piacciono neanche e convengo con te che li fermani non lu po vede, ma resta il fatto che tu calcinaro te lu devi tene', in fondo ne e' unu sulu invece de ma diecina che fa solo la presenza. Pero' un complimento a zacheo glielu devo fa': oh non e' da tutti conoscere cosi' meticolosamente i metodi di calcolo dei tributi, come direbbe petrax "ngorbu se de svegliu" oppure e' molto molto informato da addetti ai lavori.....
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications