Politica
"Il futuro ci unisce". Il PD fermano lancia la campagna Tesseramento 2015. Nicolai: “ Il Fermano può diventare un punto di riferimento a livello regionale ”

"È una campagna che vuole dare una forte impronta sul territorio ragionando su un tesseramento diverso: non più come un impegno politico ma come un impegno sociale verso un paese". Così ha esordito il segretario provinciale del PD Paolo Nicolai che, in seguito, ha tenuto a sottolineare ripetutamente quale fosse la motivazione di questa linea di tesseramento:"La vicinanza al partito ci deve essere anche per dare una progettualità allo stesso in collegamento con province, regioni e comuni. Noi abbiamo bravi sindaci che vanno però sostenuti concretamente".

“Un partito sempre più vicino ai cittadini e soprattutto agli elettori – ha aggiunto il segretario provinciale fermano - Questo è un sistema gestionale informatico, introdotto dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi, innovativo e moderno che fornirà ad ogni tesserato un codice personale, simile al codice fiscale, che oltre ad attestare la serietà del tesseramento potrebbe avere, in futuro, scopi interattivi. Nello specifico il tesserato avrà l'opportunità di accedere a forum online nel sito nazionale del partito. Ci sarà quindi un collegamento diretto tra settori nazionali, regionali e comunali”.

Questo "non sarà solo un sistema per dare un contributo al partito ma crederci" continua Nicolai "La vicinanza al partito ci deve essere per dargli una progettualità".

A tal proposito sono stati elencati quelli che saranno i punti chiave che guideranno in futuro il PD fermano, i quali una volta sviluppati andranno a sostenere i "bravi sindaci" del territorio. Tali punti sono: riorganizzazione degli uffici provinciali; rafforzamento dei servizi socio sanitari; viabilità e infrastrutture a sostegno dell'economia del territorio. "Questi tre punti -  afferma il segretario - provengono dalla consapevolezza che quello fermano è un territorio con peculiarità tutte sue che vanno salvaguardate e introdotte a livello regionale".

“Il Fermano può diventare un punto di riferimento a livello regionale” dichiara Nicolai.

Cosi il PD fermano vuole riorganizzarsi e così vuole adoperarsi per rendere il fermano un'appendice di altri territori.

Letture:5973
Data pubblicazione : 22/09/2015 09:56
Scritto da : Valentina Tudisco
Commenti dei lettori
4 commenti presenti
  • Catarino Cesà

    25-09-2015 19:35 - #4
    Sassi & Barattoli................................................ Da quando c’è stato il cambio di gestione, dal preistorico Bersani, all’istrionico Renzi, nel PD sembra cambiato tutto, si è passati dall’ideologia all’umoristica, dalle concezioni di principio, al principio di ciò che fa più comodo, dal dialogo al dileggio, insomma sembrano cambiati strumenti e partiture, in pratica si è passati dalla campanella di Letta ai barattoli di Renzi. I bambini, che in fanno di invenzioni non temono confronti, per attirare su di loro l’attenzione dei grandi facendo quanto più rumore possibile, hanno inventato la cagnare dei barattoli, vecchie lattine di passata di pomidoro che, con la semplice aggiunta di un banalissimo sasso, diventa uno strumento perfetto per rompere le scatole a chi vorrebbe riposare, oppure per combattere fra bande di infantile destrezza, a chi riesce, tramite il sasso giusto, a primeggiare in fatto di rumore. Nel PD siamo di fronte alla stessa cosa, il capo distribuisce i barattoli e i relativi sassi che, a seconda del peso e della forma, emettono rumori diversi solo all’apparenza, ma se collegati tutti insieme ci vorrebbero convincere siano un grande avvenimento politico, e non la solita cagnara. Da questo tutti i Democratici diventano alla fine componenti di una orchestra che rumoreggia con una sola nota, visto che anche a sbattere il barattolo in mille diversi modi alla fine uscirà sempre la stessa nota, quella che solo il capo ha deciso sia quella che al momento serva, e se qualcuno non trova divertente continuare a sbattere il barattolo uniformandosi alla melodia compiacente, viene allontanato dall’orchestra e ridicolizzato per non sapere suonare per come il capo ordina. Per i nuovi iscritti, sempre che ne arrivino ovviamente, sono già pronti i barattoli ma per i sassi bisogna aspettare, dipenderà da come gira l’aria che circonda le grandi gesta del capetto, nel frattempo possono sempre fare allenamento mettendo dentro il barattolo un po’ di cervello magari a forza di sbatterlo potrebbe anche rinsavire, chissà. Nell’orchestra dei barattoli ci sono anche quelli che sbattono con più accanimento, diventando a volte più realisti del Re, e sono i presunti politici di periferia, amministratori locali inetti o incapaci o segretari di qualche sperduta provincia dell’impero, gente che solo con un barattolo in mano può destare l’interessa della cittadinanza, e che, in mancanza di prestigio, talento e professionalità mostra il barattolo come fosse un cimelio o un prossimo strumento di false ideologie o di pretestuosi incarichi da conquistare, dipenderà sempre da come sbattano il barattolo e se il sasso, contenuto al suo interno, suoni la musica che Renzi ha ordinato, altrimenti non ci saranno incarichi ne luminose carriere, e meno che meno future candidature. I prossimi Democratici, ma anche quelli con una lunga militanza alle spalle, in odore di carriera, sappiano che solo se sbattono il barattolo come dice Renzi possono sperare in un futuro nel partito, per cui prendano lezioni da chi, nel locale, ha imparato subito a cambiare di orchestra, passando da un barattolo all’altro suonando sempre però con lo stesso sasso.
  • Massimo

    22-09-2015 17:41 - #3
    Sono rimasti in 4 gatti, dopo la vergogna della sfiducia firmata dal notaio contro il loro sindaco Nella Brambatti e oggi ciarlano ancora, da non credere. A Fermo il PD non esiste, e si è visto. Statevene a casa.
  • matteo

    22-09-2015 11:34 - #2
    Trattasi di autocelebrazione...volontà di potenza e vanità....un quadro clinico riconucibile al narcisismo....sostanzialmente se la suonano e se la cantano...
  • Altido Laureti

    22-09-2015 10:36 - #1
    Il fermano è il territorio che conta meno di tutti gli altri a livello Regione,è un territorio privo di progettualità da porre all'attensione delle Istituzioni,il Fermano è oggetto di tagli a livello Provinciale in primis Prefettura e personale . Nel Fermano non c'è nessun progetto ispirato alla crescita del Territorio . La politica nel Fermano ha fatto solo danni al territorio che nell'attuale crisi economica sarà molto difficile poter modificare il declino che si stà intravedendo . Il territorio del Fermano sarà forte solo se riuscirà ha ripartire dalle proprie origini culturali e sociali ed economiche . Questa purtroppo è la fotografia del Fermano oggi,non esiste nessuna progettualità Territoriale . Laureti Altido Un Fermano DOC
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications