Politica
Porto San Giorgio. Lettera aperta di Andrea Agostini: "Sindaco Loira per il bene di Porto San Giorgio oggi è necessario ed indifferibile che uniamo le forze e tu prenda in mano la situazione"

Caro Sindaco,
Ti scrivo questa lettera aperta per l’amore che entrambi nutriamo per la nostra Città. E’ nei fatti che sinora solo il Movimento 100% CIVICO ha svolto attività consiliare di verifica e di controllo dell’attività amministrativa e quando ha tentato di fare proposte, esse sono sempre state vissute con sospetto e rifiuto.

Porto San Giorgio. Lettera aperta di Andrea Agostini:

Potremmo coerentemente continuare così fino alle prossime elezioni che gli spunti non mancano, basti pensare all’ultimo consiglio comunale dove come maggioranza vi siete impegnati in dichiarazioni per circa 90 minuti sull’adesione ai principi ONU in tema disabilità ma non una sola parola sull’esproprio del tratto terminale di Viale dei Pini e che dire poi della revoca della delibera di accettazione della donazione di un terreno dove solo all’ultimo minuto vi siete posti il dubbio della proprietà del donante quando basterebbe una semplice visura catastale.
Criticare oggi però sarebbe come sparare sul pianista di quel saloon che, ieri mattina in una via Oberdan deserta la domenica prima di Natale, ha visto passare tre uomini a cavallo mentre il Vice Sindaco Gramegna con l’Azione Cattolica di Porto San Giorgio ed a seguire il Presidente del Consiglio comunale sangiorgese Catalini si recavano a festeggiare nella gremitissima piazza di Fermo.
Dopo 30 anni assistiamo allo spopolamento della nostra città, luogo naturale di incontro e di festa e di commercio e di turismo, con un’inversione di rotta evidente verso Fermo.
Non scopro oggi la qualità di giovani come Calcinaro, Trasatti, Scarfini e Torresi, ma certo non immaginavo riuscissero a tanto in così poco tempo e soprattutto con noi Sangiorgesi in balia della più becera approssimazione.
Casette natalizie senza tetto poi sostituite con altre simil pollaio vuote, una fiera di natale che doveva durare l’intera giornata ma già alle 14 gli espositori avevano abbandonato arrendendosi al deserto che li circondava, un flash mob che si risolve in alcune coppie di professionisti ballerini di musica caraibica innanzi a qualche curioso che magari si attendeva mercatini e musiche in tema sul natale.
L’alberello a testa capovolta, ornamento quasi funesto delle vie cittadine, non lasciava certo presagire bene, ma la rincorsa alla pista di ghiaccio ed ai mercatini ad inseguire Fermo ha rappresentato il peggio per la nostra Città.
Il Natale è andato e continueremo a prendere schiaffi fino all’epifania con le associazioni di categoria ridotte al silenzio dalla politica dell’amministrazione mentre l’intero tessuto commerciale produttivo sangiorgese rischia la lacerazione definitiva.
Dobbiamo guardare oltre già oggi e pensare non solo a programmare i prossimi tradizionali eventi con il Carnevale alle porte la prima decade di febbraio, quindi il periodo pasquale di fine marzo, la festa del Santo Patrono con il ponte 25 aprile 1 maggio che apre all’estate, ma caratterizzare ogni fine settimana perché costante sia l’attenzione alla nostra Città fino a renderla nuovamente vitale.
Sotterriamo per primi l’ascia di guerra, niente più critica da parte nostra in cambio della costituzione da parte Tua Sindaco Loira di una commissione d’emergenza su commercio e turismo aperta agli operatori commerciali, rimettendo ai più volenterosi tra loro l’organizzazione di eventi con tanto di pubblicazione e pubblicizzazione tempestiva dei programmi.
Si sa che la fame aguzza l’ingegno e non i politici, ma coloro che operano nel commercio e nel turismo vivono sulla pelle loro e delle famiglie la crisi in atto, diamo quindi loro la possibilità di riscattare se stessi e l’intero contesto cittadino.
Se vorrai Sindaco, noi ci siamo.

Letture:4229
Data pubblicazione : 21/12/2015 16:04
Scritto da : Il Capogruppo Consiliare 100% CIVICO Avv. Andrea Agostini
Commenti dei lettori
3 commenti presenti
  • mario

    22-12-2015 17:10 - #3
    Dopo aver sputato tanto veleno e aver fatto tanti capriccetti, (.), Agostini ha finalmente capito(forse) che la sua strategia politica arrogante e aggressiva, non porta a niente e finge di cambiare tattica. Si è accorto di essere oramai confinato all'irrilevanza politica e disconosciuto da tutti quelli della sua parte politica. Anche perché, vergognandosi di dichiararsi di destra, si trincera dietro un "civismo al 100%", una sorta di grillismo, senza la voglia di approfondire le questioni e la verginità amministrativa che contraddistingue gli appartenenti a quel movimento. Lui ha già dato...e ce ne siamo accorti!!!E crede di essere un fine stratega, criticando poi, in definitiva, l'operato dell'Amministrazione. Mi sembra un giochetto molto banale e scoperto (.)
  • Luca

    22-12-2015 08:44 - #2
    Brava Clelia, sai dire solo questo di fronte ad una sacrosanta verità? Certo Agostini sarà pure uno a cui piace chiacchierare ma quello che ha scritto sopra è la sacrosanta verità e sarebbe ora che qualcuno lo prenda in seria considerazione. Una cosa è certa, Porto San Giorgio sta morendo; basta andare in giro e uno se ne rende conto. Sveglia Nicò!
  • Clelia

    21-12-2015 23:26 - #1
    Vai a durmi. .. chiaccherò
Aggiungi il tuo commento
indietro

Redazione
email:
redazione@informazione.tv
Tel 0734620707 - 0734623636 Fax 0734600390
Via Mazzini 13 - Fermo  -  Cookie Policy

 

Radio Fermo Uno iscritta nel Registro dei Giornali e dei Periodici del Tribunale di Fermo il 9 aprile 1988 con il numero 7. Il 20 giugno 2001 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, Cancelleria civile che la testata è divenuta anche un quotidiano on-line attraverso la pubblicazione sul sito www.radiofermouno.it. In data 16 maggio 2005 è stato comunicato al Tribunale di Fermo, cancelleria civile, che dal sito www.radiofermouno.it è scaturita l'appendice on-line riguardante notizie di cronaca, economia, politica e sport, denominata www.informazione.tv

 

Engineered by JEF - Knowledge Applications